LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Serie B: la Reggina ritrova la vittoria con la Nocerina, al Granillo finisce 2-1

Posted by Peppe Caridi su 13, novembre, 2011

Tre punti importanti per i ragazzi di mister Breda, che hanno guadagnato punti preziosi su quasi tutte le dirette concorrenti alla promozione – La Reggina torna a vincere e convincere dopo due “stop” che avevano lasciato l’amaro in bocca: non tanto la sconfitta 0-1 al Granillo contro il Torino, quanto il pareggio di Crotone nel derby di Calabria, un 1-1 che non è andato giù a nessuno per come maturato, con la Reggina in superiorità numerica per tutto il secondo tempo già in vantaggio di un gol, raggiunta dalla grinta agonistica dei pitagorici.
Ma stavolta al Granillo è la Reggina a correre più di un avversario pericoloso, che non merita assolutamente l’attuale posizione di classifica.
Il primo tempo è tutto di targa amaranto, con il gol di Emerson su punizione che regala il meritato vantaggio alla squadra guidata da mister Breda, orfano di Ragusa impegnato con la Nazionale Under 21.
La prima frazione di gioco termina tra gli applausi dei quattromila presenti allo stadio, per gran parte della gara sopraffatti dai rumorosissimi 200 supporters campani.
A inizio ripresa, però, la Reggina sbanda. Un quarto d’ora di black-out, tanti passaggi sbagliati e la Nocerina sfiora più volte il vantaggio ma pecca di imprecisione. Al 20° la svolta: l’arbitro fischia un rigore inesistente per un presunto fallo di Kovacsik, in uscita, su Farias. Le immagini rallentate in Tv dimostrano che tra il portiere amaranto, poi anche ammonito, e la punta degli ospiti, non c’è alcun contatto e che Farias inscena un tuffo che inganna il direttore di gara. Dal dischetto lo stesso Farias spiazza Kovacsik e la Nocerina pareggia. Per la Reggina continua il buio e a tratti si ha l’impressione che i campani possano addirittura raccogliere l’intera posta in palio, ma Breda corre ai ripari e manda nella mischia due attaccanti, Sarno e Alessio Viola, al posto di Ceravolo e di Nicolas Viola. La partita cambia volto, soprattutto grazie alle vivaci giocate di Sarno che ridà entusiasmo a tutta la squadra amaranto. La Reggina ritrova verve e attacca a testa bassa, trovando il meritato gol del vantaggio a tre minuti dalla fine con un’incornata vincente di Emiliano Bonazzoli, al suo primo gol stagionale, su cross preciso del solito ottimo Rizzato. Viene premiato ancora una volta il coraggio di Breda, su cui il pubblico aveva rumoreggiato al momento della sostituzione di Ceravolo perchè avrebbe preferito veder uscire proprio Bonazzoli, fino a quel momento non certo il migliore in campo. Ma Breda ha avuto ancora una volta ragione, Bonazzoli ha segnato un gol decisivo per la gara e pesantissimo anche in ottica classifica, dove il Torino, il Pescara e il Padova hanno pareggiato. La Sampdoria ha addirittura perso (Atzori esonerato) in casa con il Vicenza. Solo Sassuolo ed Hellas Verona hanno vinto, come la Reggina che resta saldamente al 5° posto avvicinandosi a -1 dal Padova e a -2 dal Pescara di Zeman.
Adesso due trasferte consecutive (Albinoleffe ed Hellas Verona) prima di ospitare la Sampdoria in quella che doveva essere la grande gara del ritorno di Atzori in riva allo Stretto. Ma così non sarà.

LE PAGELLE

Kovacsik 6,5 Poche volte chiamato in causa, quando serve c’è sempre e anche bene. Il rigore non c’era.
A. Marino 7 Ottima gara e gran salvataggio a inizio ripresa sulla linea di porta.
Emerson 7,5 Il gol è la ciliegina sulla torta di una prestazione convincente.
Adejo 7 Solito impegno al servizio della squadra.
Rizzato 7 L’assist-vittoria e tanta corsa sulla sinistra.
N. Viola 7,5 Classe e qualità in mezzo al campo.
Castiglia 5,5 Deve ancora crescere e maturare.
Colombo 6 L’impegno non manca, forse un pò di concentrazione sì.
Missiroli 8 E’ ancora una volta il migliore in campo. Ogni volta che ha il pallone tra i piedi, dà l’impressione di poter fare la differenza. Gli avversari ne soffrono visione di gioco e corsa.
Bonazzoli 7 Si sblocca con un gran gol, decisivo, allo scadere.
Ceravolo 6,5 Lotta e combatte, spina nel fianco della difesa avversaria, ma è poco concreto anche se non ha molte occasioni.
Rizzo 6,5 Sostituisce Castiglia e nonostante un paio di passaggi sbagliati in modo maldestro, dà sostanza e quantità al centrocampo senza rinunciare a proporsi in fase offensiva.
Sarno 8 Appena entra in campo cambia la gara. Senza di lui, probabilmente, non sarebbe finita così. E’ l’ennesima testimonianza dell’eccezionale spessore della rosa amaranto nel reparto offensivo. Oggi era all’esordio stagionale.
A. Viola 7 Come Sarno, nel finale vivacizza il gioco offensivo degli amaranto. Anche lui era all’esordio stagionale, alla 15^ di campionato. In moltissime altre squadre di questa categoria, Alessio Viola e Sarno potrebbero essere l’indiscussa coppia-titolare.
All. Breda 8 Scelte ancora una volta coraggiose, scelte ancora una volta premiate.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: