LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Reggina: ad Ascoli una ripartenza, domenica sera big-match con il Bari

Posted by Peppe Caridi su 7, ottobre, 2011

La Reggina, dopo il pareggio per 1-1 sul Del Duca di Ascoli maturato mercoledì sera, sta pensando al prossimo incontro previsto per domenica sera al Granillo contro il Bari. Gli amaranto in territorio Marchigiano hanno sfiorato la vittoria, beffati al 94° da un calcio di rigore inesistente, dopo una gara di cuore, grinta e difesa (ottime le prestazioni di Emerson e Antonio Marino). La gara si è inquadrata subito dopo 3 minuti, quando su un cross di Campagnacci, il difensore ascolano Peccarisi svirgola un rinvio e regala un autogol agli amaranto. Da quel momento, la Reggina si chiude con ordine (senza rischiare mai moltissimo) e l’Ascoli spinge con cuore ma senza molte idee. E’, infatti, la Reggina che va più volte vicinissima al raddoppio, in contropiede. A metà primo tempo Campagnacci ha l’occasione più clamorosa, ma Guarna ci mette il piede e salva tutto. Nella ripresa l’Ascoli alza il ritmo e l’intensità, a tratti chiude la Reggina ma Marino non è quasi mai impegnato e nonostante le belle giocate di Papa Waigo, i padroni di casa non fanno mai male alla retroguardia amaranto, guidata da un Emerson poderoso. La Reggina ha tante occasioni in contropiede, ma non riesce mai a sfruttarle. Al 94° la beffa. Mancano 20 secondi allo scadere dei 4 minuti di recupero quando l’arbitro vede un fallo di mano di Barillà proprio sulla linea del limite dell’area, ma le immagini televisive dimostrano subito chiaramente che il pallone viene preso con il volto dal centrocampista di Catona. Ci fosse stata la moviola in campo, questo rigore non sarebbe mai stato dato, invece ad Ascoli Barillà è stato addirittura espulso e, come De Rose, ammonito pochi minuti prima, dovrà saltare per un’assurda squalifica il prossimo incontro, quello di domenica sera contro il Bari. Dal dischetto, al 94°, Papa Waigo è infallibile nonostante Marino intuisca il tiro e sfiori il pallone. La gara, così, finisce 1-1. C’è tanto amaro in bocca nell’ambiente amaranto per una vittoria sfumata in questo modo, ma è altrettanta la fame di potersi ripetere subito e battere il Bari per superarlo in graduatoria.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: