LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Calcio-Scommesse, Foti: “vedremo”. Atzori: “avrei preferito comunque la A sul campo”

Posted by Peppe Caridi su 9, giugno, 2011

https://i0.wp.com/www.meteoweb.it/images/CiaoMister/9.JPGdi Peppe Caridi – Nella conferenza stampa di fine stagione in cui il Presidente della Reggina Foti ha voluto salutare il mister Atzori insieme al d.s. Giacchetta, facendo il punto sul campionato conclusosi in modo beffardo domenica, s’è parlato anche dello scandalo delle scommesse che da ormai più di una settimana scuote il mondo del calcio Italiano.

Abbiamo chiesto al Presidente Foti e al mister Atzori, diretto a Genova per firmare con la Sampdoria un contratto biennale, se e quanto credono alla possibilità che sia Reggina che Samp possano giocare il prossimo anno in serie A. Ricordiamo che, alla luce dei verdetti emessi sul campo al termine dei rispettivi campionati, entrambe le squadre dovrebbero giocare la prossima stagione in serie B. Ma il terremoto legato all’inchiesta di Cremona sulle scommesse che avrebbero “falsato”, secondo il gip, i campionati quantomeno di serie B e Lega Pro, potrebbe aprire nel corso dell’estate nuovi risvolti e addirittura potrebbe far riscrivere le classifiche come già accaduto nel 2006 a seguito dello scandalo di “Calciopoli”.  Il Presidente Lillo Foti è stato molto chiaro, e ha detto che “seguo come ognuno di voi le notizie che si susseguono sui mezzi d’informazione. Tutta questa storia è molto triste e dispiace sapere che nel calcio accadono cose del genere, perchè tutto il sistema perde di credibilità. La serie B di quest’anno è stata una categoria importante, basti pensare ai 60.000 tifosi che hanno gremito tutti e 4 gli stadi delle semifinali dei play-off. Non si può perdere credibilità di fronte a tutta questa gente che ama il calcio, e il problema delle scommesse va affrontato in modo serio come hanno più volte ribadito la Federazione, il Coni e il Governo. Il problema delle scommesse è ancor più grave rispetto a quello del 2006, perchè riguarda la base. Allora, invece, erano coinvolti grandi nomi e quindi era più facile per il mondo dell’informazione ‘ingigantire’ la vicenda, e per questo motivo sicuramente adesso se ne parla un pò meno e con meno enfasi, ma la volontà degli enti competenti è quella di intervenire duramente, per debellare problemi di questo tipo  Per quanto riguarda la Reggina, aspettiamo. Finchè il procuratore federale Palazzi non avrà le carte in mano, giudicherà ed emetterà delle sentenze che certificano la frode sportiva e gli illeciti con la responsabilità di alcune società, tramite qualche loro tesserato, ci sono pochi elementi per pensare a un cambiamento delle classifiche. Quando Palazzi emetterà il comunicato per cui alcune società saranno oggetto di procedimento, solo in quel caso, in presenza di fatti concreti, si può pensare ad altri sviluppi che potrebbero interessarci, ma al momento c’è solo molta confusione. Noi intanto programmiamo il nostro futuro a prescindere da tutta questa vicenda“.

Gianluca Atzori, invece, ha detto che “ancora non posso parlare per la Sampdoria, perchè preferisco aspettare che la Società doriana ufficializzi il mio arrivo sulla panchina. Quindi, per rispetto nei loro confronti, rispondo ancora oggi per la Reggina. E ci tengo a dire che io avrei, comunque vada, preferito di gran lunga conquistare la serie A sul campo, nei play-off“.
Evidentemente Atzori non ha ancora superato la ferita inflitta dalla beffa di Rigoni al 90° della partita di Novara, ancor più rispetto a quanto non lo abbiamo fatto i tifosi Reggini che ormai, dopo 3 giorni, vedono prevalere il senso d’orgoglio e soddisfazione nei confronti della loro squadra del cuore che quest’anno gli ha saputo trasmettere grandi emozioni e gli ha dato motivo di gioia dopo tre stagioni stentate e difficili, in alcuni casi davvero deprimenti.
Però ormai è andata – ha aggiunto Atzori e purtroppo non ci siamo riusciti. Adesso non possiamo più recriminare all’infinito. Per il futuro, sappiamo quello che sta succedendo nel mondo del calcio. Spero che venga fatta piena luce su tutte queste vicende e, se sarà accertato il coinvolgimento di alcune società e saranno riscritte le classifiche, mi augurerei con tutto il cuore che la Reggina possa rientrare tra le neo-promosse“.

Per quanto riguarda l’eventualità di condizionare la programmazione della prossima stagione della Reggina in base allo scandalo-scommesse, che si appresta a diventare un autentico tormentone estivo e potrebbe tenere gli amaranto “sospesi” tra B e A per lunghe settimane decisive per il calciomercato, il Presidente Foti è stato ancor più chiaro: “Come ho già accennato, non ci faremo condizionare da questo per la nostra programmazione. Io preferisco guardare alla realtà, e la realtà ci dice che al momento siamo in serie B. Quindi programmeremo la prossima stagione in funzione della serie B: su questo faremo il mercato e sceglieremo l’allenatore. Poi, se più in là ci saranno ulteriori sviluppi che ci dovessero veder catapultati in serie A, credo di poter garantire che questa Società ha tutti gli strumenti per adeguare l’organico e la sua rosa a qualsiasi categoria in modo da poter essere competitiva“.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: