LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Serie B, scandalo-scommesse: ecco perchè la Reggina può sperare ancora nella A

Posted by Peppe Caridi su 6, giugno, 2011

Scandalo_scommessedi Peppe Caridi – Atalanta, Siena e Padova sono nei guai, infatti – tanto per restare in tema di scommesse – i bookmaker pagano a 4.75 la loro retrocessione d’ufficio in Lega Pro. Ecco perchè la Reggina, sconfitta in modo beffardo ieri sera dal Novara nella semifinale dei play-off, può ancora sperare nella serie A grazie ai ripescaggi.
Quella iniziata oggi è una settimana decisiva per saperne di più sullo scandalo del calcio-scommesse che avrebbe, secondo gli inquirenti, falsato i campionati di serie B e Lega Pro, perchè tra oggi e venerdì Gip e Pm di Cremona ascolteranno tutti coloro che sono coinvolti nell’inchiesta con gli interrogatori che potranno risultare decisivi. Il portiere del Benevento, Paoloni, è crollato poche ore fa, e ha detto che “adesso parlerò“. Già dalla prima “tornata” degli interrogatori sono emerse rivelazioni molto interessanti, che hanno letteralmente inguaiato Atalanta, Siena e Padova oltre ad altre società come Ascoli, Ravenna, Benevento e altre ancora.

La Reggina, per sperare nel ripescaggio in serie A, dovrebbe avere la fortuna di vedere 3 delle squadre che le stanno davanti, retrocesse in Lega Pro o quantomeno declassate in serie B.
E sono proprio 3 le squadre indagate: si tratta di Atalanta, Padova e Siena. La situazione più grave sembra proprio quella dei Bergamaschi, ma la posizione del Padova è molto simile. Dalle intercettazioni, infatti, emerge un coinvolgimento diretto delle due società, che si sarebbero “accordate” per pareggiare la partita del 26 marzo poi effettivamente finita 1-1. Lo stesso Cristiano Doni avrebbe fatto giocare ben 10mila € sulla “x” a un amico fidato. I membri della “banda” delle scommesse clandestine si sarebbero letteralmente scatenati proprio sulle giocate di questo pareggio, tanto che sui siti asiatici risultano giocati circa 23 milioni di € sull’x di Padova-Atalanta.
Qualora il coinvolgimento diretto delle due società fosse confermato, non staremmo più a parlare di responsabilità oggettiva ma di responsabilità diretta, e a quel punto provare a evitare una retrocessione d’ufficio in Lega Pro, visti anche i precedenti della storia del calcio Italiano, sarebbe un’impresa per i legali padovani e bergamaschi.

L’Atalanta ha vinto il campionato di serie B, conquistando la promozione in serie A con addirittura 4 giornate d’anticipo. Il Padova, invece, è ancora in corsa e proprio ieri, pareggiando 3-3 sul campo del Varese, ha conqusitato la finalissima dei play-off contro il Novara e adesso, se vogliamo, è anche la favorita (almeno sulla carta) visto il livello tecnico, di gran lunga superiore, della sua rosa rispetto a quella del Novara.

Il regolamento è chiaro: i play-off si stanno disputando e quindi eventuali ripescate al posto delle due neopromosse vanno tutte inquadrate all’interno degli stessi play-off. Con un’Atalanta declassata, andrebbe in serie A la perdente della finalissima play-off. Con l’eventuale declassamento anche del Padova, sarebbe richiamata in A la meglio posizionata nella classifica della reagular season tra le due perdenti delle semifinali dei play-off, cioè il Varese.

La Reggina, per rientrare nei ripescaggi, deve sperare che siano tre le squadre duramente penalizzate. E l’unica speranza è quella del coinvolgimento del Siena, che fino a poche ore fa sembrava la meno inguaiata tra le partite sotto inchiesta dagli inquirenti. Ma anche qui, gli interrogatori nelle ultimissime ore hanno fatto emergere particolari davvero raccapriccianti, legati alla partita del 27 marzo, Siena-Sassuolo, nella stessa giornata di campionato di Padova-Atalanta, in cui qualcuno del Siena (la società? qualche giocatore? non è ancora chiaro …) avrebbe pagato il Sassuolo per perdere. La partita è poi finita 4-0 per i toscani.
Adesso il procuratore federale Palazzi deve interpretare le intercettazioni e capire se gli organizzatori delle “combine“, quando parlavano tra loro, lo facevano su dati di fatto oppure millantavano e basta. Perchè non si possono condannare persone e società in base al “sentito dire“, ma servono seri riscontri con prove che testimoniano quanto si ascolta nelle telefonate tra i membri della banda che – a quanto pare – aveva in pugno diversi tasselli di serie B, Lega Pro e forse anche della serie A.
Nelle 611 pagine dell’ordinanza del gip Salvini, comunque, ci sono tantissimi indizi che coinvolgono in modo diretto proprio il Siena.
Secondo gli investigatori, alcuni giocatori del Sassuolo tra cui Quadrini si sarebbe venduti dietro un compenso di 45 mila €. In un’intercettazione si sente Massimo Erodiani, una delle menti del clan criminoso, dire al portiere Paoloni: “si vocifera che quelli del Sassuolo hanno preso pure i soldi dal Siena“. Lo stesso Erodiani, il giorno dopo racconta a Bellavista: “ho chiamato il bello (Bettarini, n.d.r.) che il Siena si è mosso di persona“.
Se davvero il club toscano fosse intervenuto per corrompere gli avversari, e l’avesse fatto coi vertici dirigenziali, in sede di giustizia sportiva scatterebbe la responsabilità diretta. Come per Atalanta e Padova. E anche per il Siena, gli scenari futuri sarebbero di Lega Pro.
Ma queste frasi non sono sufficienti per una condanna. Per questo gli interrogatori di questa settimana saranno fondamentali.

E la Reggina spera ancora. Una speranza flebile, che però tiene in vita la tensione dei tifosi dopo la batosta di ieri sera, con un’impresa sfiorata sul più bello. Un’impresa che aveva valore doppio, perchè alla luce di questo scandalo sembra ormai scontato che conquistare la finale dei play-off sarebbe equivalso a conquistare la serie A.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: