LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Reggio: il Planetario sarà presente al IV convegno nazionale di Astronomia

Posted by Peppe Caridi su 27, maggio, 2011

planetarioIl Planetario di Reggio Calabria incassa l’ennesimo prestigioso riconoscimento dovuto alle sue attività didattiche e formative: si tratta dell’invito alla Prof.ssa Angela Misiano a partecipare in qualità di relatrice al IV convegno nazionale di Astronomia promosso dalla web community EAN – European Astrosky Network, dedicato alla celebrazione del 150° dell’Unità Nazionale.
Il convegno, insignito del premio di rappresentanza del Presidente della Repubblica, si svolgerà dal 27 al 29 maggio nel Teatro del Popolo di Concordia sulla Secchia, nel modenese.
Il convegno si aprirà con la cerimonia dell’attribuzione dei nomi di tre asteroidi a “UNITA’ D’ITALIA”, “GIUSEPPE MAZZINI” e “8569 MAMELI”, ciò rappresenta un momento assai significativo del convegno e certamente riscuoterà l’approvazione del Presidente Napolitano, che è stato invitato a presiedere l’evento.
Al convegno si alterneranno a parlare una ventina di prestigiosi relatori, molti dei quali provenienti da università italiane e da importanti centri di ricerca. Gli ospiti, di livello internazionale, saranno, infatti, astronomi, astronauti, matematici ma anche letterati e artisti tra questi Umberto Guidoni, Jacopo Fo, Giovanni Bignami.

Il convegno non si rivolge solamente agli addetti ai lavori ma sarà aperto alle scuole e al pubblico. La prof.ssa Angela Misiano, responsabile scientifico del Planetario Provinciale parlerà delle opportunità formative dell’astronomia alle luce della riforma Gelmini.
In questa scuola che cambia il docente è chiamato ad operare una revisione dei contenuti e dei metodi nella didattica scolastica, non è più consentito vedere i saperi disciplinari come statici e definitivi, ma in progressiva e continua evoluzione in stretta correlazione tra le molteplici dimensioni del sapere. In questa prospettiva le discipline si configurano come “mappe” concettuali ed organizzative per orientarsi nell’interpretare l’esperienza. I saperi disciplinari si attivano in modo funzionale ai bisogni e trovano capacità operativa nei diversi contesti. Per l’apprendimento scientifico si deve porre attenzione a quelle strategie che producono il cambiamento concettuale. Un modo per rendere più interessante lo studio delle discipline è quello di ricercare “ciò che le interconnette”: i punti di confine, le intersezioni, i collegamenti che non sempre si vedono a “occhio nudo”.

L’astronomia, come laboratorio della molteplicità del reale, come esempio di disciplina trasversale che garantisce l’autentica pluridisciplinarietà, ovvero la trasversalità delle competenze, è tra le discipline la più indicata a dare risposte adeguate a queste richieste. La prof.ssa Angela Misiano partendo dalle esperienze maturate al Planetario nel suo intervento dimostrerà che l’Astronomia non è solo una opportunità formativa, ma può essere una sfida ed una proposta per aprire nuovi orizzonti alla didattica delle materie scientifiche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: