LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Anche all’aeroporto di Reggio un radar per monitorare le ceneri vulcaniche dell’Etna

Posted by Peppe Caridi su 27, maggio, 2011

E’ stato installato dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile che ha anche messo a disposizione i suoi strumenti d’eccellenza per monitorare le eruzioni Islandesi – Per monitorare in tempo reale la distribuzione spaziale a media e lunga distanza della nube di ceneri prodotta dal vulcano islandese Grimsvotn che ha eruttato per 4 giorni in questa settimana, le autorità islandesi dell’Icelandic Met Office stanno utilizzando il radar in banda X in doppia polarizzazione messo a disposizione dal Dipartimento della Protezione civile Italiana a ottobre 2010, su richiesta dell’Icao (International Civil Aviation Organization), in seguito all’eruzione del vulcano Eyjafjallajokull, avvenuta esattamente un anno fa.
Si tratta di una strumentazione nata per i fenomeni meteorologici e usata sperimentalmente anche nel campo del monitoraggio delle ceneri, in quanto garantisce maggiori risoluzione spaziale e frequenze di acquisizione rispetto ai satelliti geostazionari che operano nei canali infrarosso e visibile.
Inoltre, permette di effettuare osservazioni anche durante le ore notturne e in qualsiasi condizione di copertura nuvolosa (tutte le informazioni tecniche sono pubblicate sul sito http://www.protezionecivile.it).

Il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile Italiano è in stretto coordinamento con i colleghi islandesi, per studiare i dati raccolti e utilizzarli per scopi di protezione civile, fornendo anche supporto alle autorità che devono regolare il traffico aereo.

In Italia, il Dipartimento ha installato con funzionalità pre-operativa, due radar identici presso gli aeroporti di Catania – Fontanarossa e di Reggio Calabria al fine di monitorare le emissioni di ceneri vulcaniche dall’Etna.
Il radar di Catania in particolare ha consentito di seguire le emissioni di ceneri avvenute lo scorso 10 aprile e l’ultimo fenomeno conclusosi il 12 maggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: