LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

La Reggina fa un grande regalo ai 3.565 abbonati: rinnovo della tessera agli stessi prezzi (stracciati), semifinale play-off gratis e tanti messaggi d’amore

Posted by Peppe Caridi su 24, maggio, 2011

La conquista dei play-off inizia a scuotere una Città fin qui troppo distante da un gruppo giovanissimo che s’è reso protagonista di una stagione straordinaria e avrebbe meritato ben altro pubblico. Intanto domenica a Sassuolo sarà solo una formalità, resta da decidere la posizione di classifica (gli amaranto si piazzeranno al 5° o al 6° posto?) e la relativa avversaria (Varese in caso di 5^ piazza, Novara in caso si arrivi sesti) – I 3.565 tifosi della Reggina che la scorsa estate hanno sottoscritto l’abbonamento per questa stagione di serie B sono considerati dalla stessa società “Tifosi D.O.C. – Denominazione di origine Calabrese”. E sono finiti tutti, nome e cognome, a pagina 18 del Corriere dello Sport di domenica 22 maggio, in una pagina celebrativa al contrario.
Sì, perchè di solito sono i tifosi a celebrare e osannare i loro beniamini per un gol (nel caso dei giocatori), per una grande gestione tattica (nel caso degli allenatori) o per una sapiente gestione aziendale (ed è il caso dei Presidenti).
Stavolta a Reggio è successo l’esatto contrario: è stata la società Reggina Calcio a voler ringraziare i 3.565 abbonati regalandogli uno spazio gradito. Una piacevole sorpresa.
Ma non è tutto. Il Presidente amaranto, Lillo Foti, ha voluto premiare anche concretamente questi pochi fedelissimi, e ha aperto la campagna abbonamenti consentendo a tutti i 3.565 abbonati di rinnovare la loro tessera per la prossima stagione, allo stesso identico prezzo dello scorso anno. Che, ricordiamo, era stracciato.  Ancor prima di disputare i play-off, ancor prima di sapere se la Reggina giocherà in serie A contro Milan, Inter e Juve oppure in B contro Gubbio, Nocerina e anche Sampdoria, questi 3.565 tifosi hanno la possibilità fino al 2 giugno di sottoscrivere un abbonamento a “scatola chiusa”, ovviamente estremamente vantaggioso. Ricordiamo, infatti, che gli abbonamenti ‘standard’, quelli cioè senza agevolazioni, per gli uomini tra i 24 e i 65 anni, costavano e, per gli abbonati, costano anche per il prossimo anno appena 85€ per la curva Sud, 140€ per la tribuna est (gradinata), 250€ per la tribuna coperta.
E i giovani pagano ancora meno. I ragazzi con meno di 23 anni, pagano appena 30€ per l’abbonamento in curva Sud, 50€ per la tribuna est (gradinata), 100€ per la tribuna coperta. I bambini fino a 10 anni pagano 10€ per l’abbonamento in curva Sud, 20€ per la tribuna est (gradinata), 30€ per la tribuna coperta. Gli “Over 65”: 75€ per la curva Sud, 120€ per la tribuna est (gradinata), 210€ per la tribuna coperta. Le donne con più di 24 anni, infine, pagano 70€ per la curva Sud, 110€ per la tribuna est (gradinata), 200€ per la tribuna coperta.
Si tratta di listini più bassi di molte società che militano in Lega Pro! Confermati, per giunta, in un momento particolarmente brillante, in cui qualsiasi altra società in qualsiasi altra città d’Italia (e non solo) pensa di approfittarne aumentando i prezzi e facendo leva sulla grande voglia di calcio della popolazione.

Inoltre coloro che rinnoveranno la tessera con questa promozione, riceveranno in omaggio 2 biglietti per la semifinale dei playoff: il primo per il titolare dell’abbonamento, il secondo per chiunque voglia stare accanto alla squadra amaranto e vivere un evento unico nella sfida più lunga di questa esaltante stagione. Sì, esaltante dall’inizio alla fine tanto da stupire tutti, zittire gli scettici e conquistare un risultato in cui non credeva nessuno, ovviamente eccezion fatta per il Presidente Foti, ancora una volta vincente, e mister Atzori, vero artefice di un miracolo. Con la squadra più giovane della serie B, il coach laziale ha saputo dare stimoli e motivazioni importanti e formare un gruppo coeso, fondato sul principio del lavoro durante la settimana, dell’impegno e delle scelte meritocratiche “senza figli e figliocci”, come ha più volte ribadito. Grande tecnico e grande uomo, Atzori ha forgiato un gruppo dal grandissimo carattere, un gruppo che si identifica nel suo capitano, Emiliano Bonazzoli che pur di rimanere in amaranto la scorsa estate ha deciso di dimezzarsi l’ingaggio con un gesto di amore per la piazza e grande umiltà personale. Ne è venuta fuori la stagione migliore della sua carriera, almeno dal punto di vista realizzativo: 17 gol, tanti assist e un ruolo fondamentale per la squadra. Mai aveva fatto così bene.

Adesso la Reggina si giocherà i play-off con la stessa mentalità con cui ha disputato il campionato. Per questo motivo affrontare il Varese o il Novara nelle semifinali conta davvero poco.
La terza classificata è il Novara, la quarta è il Varese. La Reggina è matematicamente ai play-off ma non sa ancora se sarà quinta o sesta. L’altra squadra è una tra Torino e Padova, che si giocheranno nell’ultima partita della reagular season l’accesso ai play-off nello scontro diretto di domenica pomeriggio all’Olimpico di Torino. I granata di Lerda sono costretti a vincere, il Padova invece ha due risultati su tre a disposizione per la conquista dei play-off. E solo se il Padova vincesse la Reggina (dando per scontato che perda a Sassuolo, contro una squadra che proverà a vincere per evitare i play-out) diventerebbe la sesta in classifica, perchè sarebbe scavalcata dai Veneti. In quel caso affronterebbe il Novara. Altrimenti, se Torino-Padova finirà in pareggio o se il Torino vince ma con massimo due gol di scarto, la Reggina manterrebbe la 5^ posizione, a parimerito di punti con il Torino, a parimerito anche negli scontri diretti (1-1 in campionato, sia al Granillo che in Piemonte) ma in vantaggio nella differenza reti.

Ecco perchè la semifinale più probabile è, al momento, Reggina-Varese. Se così fosse, l’andata si disputerebbe al Granillo proprio giovedì 2 giugno alle ore 21:00, e il ritorno a Varese domenica 5 giugno alle ore 18:30.
In caso contrario, Reggina-Novara giocherebbero al Granillo l’andata sempre giovedì 2 giugno ma alle 18:30, e poi il ritorno a Novara domenica 5 giugno alle 21:00.

Per quanto riguarda la finale, il 5° posto potrebbe valere moltissimo alla Reggina qualora dovesse disputarla contro la 6^ classificata. L’andata, in casa di chi sarà piazzato peggio in classifica, sarà giovedì 9 giugno alle 20:45, il ritorno domenica 12 giugno alla stessa ora.

Esattamente 12 anni (meno un giorno) dopo quello storico 13 giugno 1999 in cui la Reggina, proprio vincendo 1-2 sul campo del Torino al Delle Alpi, conquistava la sua prima, storica e indimenticabile, promozione in serie A.

IL REGOLAENTO DEI PLAYOFF

Ecco di seguito, tutto il regolamento completo dei playoff di serie B tratto direttamente dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio:

DIFFIDE e SQUALIFICHE

Al termine del campionato e in vista dei play off le diffide vengono azzerate, mentre i giocatori che all’ultima giornata della regular season vengono squalificati, o perché ammoniti e già in diffida o perché espulsi direttamente e fermati dal giudice spoortivo per una o più giornate scontano i turni di squalfiica nei play off.

REGOLAMENTO PLAY OFF SERIE B 2010-2011

L’individuazione delle società promosse e retrocesse dal campionato di Serie B TIM, per la stagione sportiva 2010-2011, avviene con la seguente formula:

acquisiscono direttamente il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di Serie A TIM le squadre classificate al 1° e 2° posto. La squadra 3ª classificata acquisisce direttamente il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di Serie A TIM se il distacco dalla 4ª classificata supera i 9 punti. (Atalanta e Siena in A, mentre non si è verificato lo scarto per la promozione diretta della terza classificata)

Qualora il distacco in classifica non superi i 9 punti, la 3ª squadra che acquisisce il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di Serie A TIM è individuata con la disputa di play-off tra le squadre che, a conclusione del Campionato, si sono classificate al 3°, 4°, 5° e 6° posto, secondo lo schema seguente:

a) la squadra 3ª classificata disputa una gara di andata ed una gara di ritorno con la squadra 6ª classificata; la gara di andata viene disputata sul campo della squadra 6ª classificata;

b) la squadra 4ª classificata disputa una gara di andata ed una gara di ritorno con la squadra 5ª classificata; la gara di andata viene disputata sul campo della squadra 5ª classificata; (le date sono disponibili qui sopra);

c) a conclusione delle due gare di cui ai punti a) e b), risulta vincente la squadra che ha ottenuto il maggior numero di punti (non si ragiona come nelle gare Uefa, i gol in trasferta non valgono doppio in caso di parità); in caso di parità di punteggio (per esempio una vittoria per 2-0 in casa e una sconfitta per 2-1 in trasferta), per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti. In caso di ulteriore parità (per esempio due pareggi o una vittoria per 2-0 e una sconfitta per 2-0), viene considerata vincente la squadra in migliore posizione di classifica al termine del campionato (per questo è importante raggiungere la miglior posizione di classifica possibile)
Non si disputano tempi supplementari durante la ‘semifinale’.

d) le squadre vincenti le gare di cui ai punti a) e b) disputano una gara di andata e una di ritorno. La gara di andata viene disputata sul campo della squadra in peggior posizione di classifica al termine del Campionato. A conclusione delle due gare, risulta vincente la squadra che ha ottenuto il maggior numero di punti.
In caso di parità di punteggio, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti.
In caso di ulteriore parità verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno.
Nel caso permanga parità dopo i tempi supplementari, verrà considerata vincente la squadra in miglior posizione di classifica al termine del campionato;

e) la squadra vincente dopo le due gare di cui al punto d) acquisisce il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di Serie A TIM.

Come si forma la classifica finale

Per la stagione sportiva 2010/2011 la formazione della classifica finale del Campionato Serie B TIM, al fine di individuare le squadre che acquisiscono il titolo sportivo per richiedere direttamente l’ammissione al Campionato di Serie A TIM e le squadre che retrocedono direttamente al Campionato di 1° Divisione e quelle che debbono disputare il play-off e il play-out, nonché al fine di individuare le posizioni finali di classifica delle altre squadre, viene determinata come segue:
in caso di parità di punti fra due o più squadre, si procede alla compilazione di una graduatoria (c.d. “classifica avulsa”) fra le squadre interessate, tenendo conto, nell’ordine:

a) dei punti conseguiti negli incontri diretti fra tutte le squadre della c.d. “classifica avulsa”;
b) della differenza tra reti segnate e subite nei medesimi incontri;
c) della differenza tra reti segnate e subite nell’intero campionato;
d) del maggior numero di reti segnate nell’intero campionato;
e) del sorteggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: