LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Reggio: in attesa della nuova Giunta Comunle, ecco la “squadra” dell’opposizione

Posted by Peppe Caridi su 17, maggio, 2011

Il leader sarà Massimo Canale, che è comunque soddisfatto del risultato ottenuto. I consiglieri del Pd saranno 3, tutti giovani – Si vanno delineando gli aspetti più dettagliati del nuovo Consiglio Comunale di Reggio Calabria, che sarà composto da 32 elementi, 24 di maggioranza (Sindaco, ViceSinaco e 22 Consiglieri) e 8 d’opposizione. I consiglieri di maggioranza sono ancora incerti, perchè bisognerà capire – in base alle scelte di Demi Arena – chi sarà nominato assessore tra gli eletti, e quindi quanti tra i primi e secondi “non eletti” delle varie liste potrà essere “ripescato” nel civico consesso.
Molto più chiara è la situazione dell’opposizione, che sa già chi saranno i suoi 8 esponenti e che ha commentato il voto con reazioni differenti, a volte contrastanti, comunque di ben altro tono rispetto all’entusiasmo del centrodestra, felice della vittoria.Aldo De Caridi, candidato a sindaco per l’estrema sinistra, ha avuto 3.963 voti equivalenti al 3,63%. Le tre liste a suo sostegno, Idv (2,05%), PdCI (1,29%) e Sel (0,80%), non hanno superato la soglia di sbarramento e quindi la coalizione non ottiene neanche un consigliere comunale. De Caridi ha detto di voler comunque ” ringraziare i cittadini che ci hanno votato, i partiti che ci hanno sostenuto, i candidati che si sono impegnati a sostegno della mia candidatura e rinnovo il mio impegno per la città, per i suoi interessi, per il suo sviluppo che deve essere all’insegna della legalità, della trasparenza e del bene comune. Tutti i partiti si sono impegnati ma un ringraziamento particolare va ad Idv che ha voluto rompere gli schemi per ridare dignità al coraggio e ad una voce fuori dal coro che darà il massimo impegno per garantire un monitoraggio continuo sull’efficienza della spesa pubblica. Mi prodigherò per rendere i giovani protagonisti a tutti i livelli, coinvolgerò i cittadini nelle scelte di grande interesse della città, facendomi portavoce in consiglio Comunale. Sono orgoglioso di rappresentarvi”.

Pur condividendo il risultato di sconfitta rispetto al centrodestra, c’è un’altra sinistra che, rispetto a Idv, Sel e PdCI vive con occhio un pò diverso il risultato di queste comunali: è la sinistra di Massimo Canale, che ha ottenuto 31.300 voti equivalenti al 28,70% alla carica di sindaco, supportato da 4 liste (Pd al 9,12%, Rifondazione Comunista al 4,51%, Lista Civica ‘Energia Pulita’ 4,24% e Lista Civica ‘Ethos’ all’1,36%) che hanno ottenuto 5 scranni consiliari (3 al Pd, uno a Rifondazione e uno a ‘Energia Pulita’). I cinque eletti sono Nino Liotta per ‘Energia Pulita’, che ha ottenuto 544 voti e dovrebbe avere il curioso primato di eletto con il più baso numero di voti, che dimostra la forza e la compattezza di tutta la lista ‘Energia Pulita’; Demetrio Delfino di Rifondazione Comunista, che ha ottenuto 820 voti e tre giovanissimi esponenti del Pd: Giuseppe Falcomatà, 27enne, figlio di Italo, che è stato il candidato più votato in assoluto per le Comunali di Reggio con 2.193 preferenze, il 32enne Giuseppe Marino con 1.284 voti e Nicola Irto, 28 anni, che ha avuto 1.211 voti.
Non ce l’hanno fatta, invece, Sebi Romeo, consigliere comunale uscente che ha avuto 933 preferenze ma resta il 1° dei non eletti del Pd e Omar Minniti, consigliere provinciale uscente, 1° dei non eletti al comune della lista di Rifondazione Comunista con 597 voti.

Massimo Canale ha commentato così questi risultati: “non posso che esprimere enorme soddisfazione per il risultato ottenuto, che mi colloca ben dieci punti al di sopra delle liste che compongono la coalizione a mio sostegno. Assistiamo al crollo del consenso del centrodestra in Città che passa dal 70% della scorse elezioni comunali, consenso plebiscitario consegnato all’allora sindaco Scopelliti, al 56,6% di Demetrio Arena che resta circa dieci punti percentuali dietro le sue liste. Rispetto ai dati delle precedenti consultazioni comunali la coalizione a mio sostegno, nonostante lo scenario estremamente frammentato nell’area del centrosinistra, consegna una percentuale superiore a quella ottenuta dal centrosinistra unito alle scorse elezioni. L’allora candidato del centrosinistra si fermava, infatti, al 25%, nonostante fosse sostenuto dal centrosinistra unito. Oggi la mia coalizione, con il contributo di appena 4 liste e un ulteriore 10% di voto disgiunto giunge al 28,7%. Rispetto al risultato del cosiddetto terzo polo, appare chiaro che l’operazione tentata da Giuseppe Bova al Comune non ha trovato sufficiente riscontro elettorale. Tuttavia sono certo che, da oggi, possa intraprendersi con i consiglieri eletti e con i rappresentanti delle loro formazioni politiche un proficuo dialogo sulla necessità di ritrovare l’unità del centrosinistra necessaria a proseguire il percorso di rinnovamento che abbiamo intrapreso e del quale Reggio ha bisogno. Rispetto al risultato conseguito dalla coalizione guidata da Aldo De Caridi, appare chiaro che le scelte intraprese dai partiti a suo sostegno non hanno portato ad alcun risultato positivo, mortificando il loro stesso potenziale elettorale. E’ del tutto inutile alcun ulteriore commento poiché sono i numeri stessi ad essere sufficientemente eloquenti, sebbene, anche con il loro coinvolgimento, è necessario proseguire un dibattito in seno al centrosinistra tutto. Particolare motivo d’orgoglio, per me, è il risultato ottenuto dalla Lista Civica ‘Energia Pulita’, formazione del tutto nuova nello scenario cittadino che, con il 4,24%, elegge un consigliere comunale che ben rappresenta non solo lo spirito delle donne e degli uomini che hanno condiviso l’impegno elettorale ma anche tutti coloro che hanno vissuto il lungo percorso di democrazia partecipata condotto in questi dodici mesi. Sono estremamente soddisfatto per l’elezione di 5 consiglieri comunali appartenenti alla nostra coalizione, tutti giovani, competenti e animati da grande entusiasmo, tutte doti che si riveleranno preziose per portare avanti un buon lavoro di opposizione. Metto a disposizione del centrosinistra reggino la mia personale esperienza istituzionale, arricchito da questo splendido anno trascorso a contatto diretto con i cittadini di Reggio Calabria. L’entusiasmo, la partecipazione, il ritrovato impegno civico di tanti che, in questi mesi, hanno creduto sino in fondo in questo percorso, sono tutti elementi che non devono assolutamente essere smarriti ma che devono essere capitalizzati al fine di condurre una proficua attività di opposizione”.

In consiglio comunale, Massimo Canale sarà il leader di quest’opposizione che avrà tra le sue fila, oltre allo stesso Canale e ai 5 consiglieri già citati sopra, anche Paolo Brunetti e Giuseppe Nocera, eletti nelle liste a sostegno del “Terzo Polo” di Giuseppe Bova che ha sfiorato il 10% dei consensi.

Anche il consigliere regionale di Rifondazione Comunista Nino De Gaetano, alla luce del risultato del suo partito e della sua coalizione, ha voluto commentare la tornata elettorale, dicendo che “i 31.300 elettori reggini che hanno scelto Massimo Canale non sono un punto di arrivo, ma un punto di ripartenza; l’entusiasmo, l’impegno, la partecipazione espressi in questi mesi di intensa e bellissima campagna elettorale rappresentano gli elementi sui quali progettare il futuro di questa città. Inoltre quel 9% di reggini – 11mila elettori – che ha deciso di scommettere su Massimo Canale, pur non appoggiando le sue liste, è la migliore conferma dell’apprezzamento per la proposta politica messa in campo e per chi l’ha incarnata. Di questo Massimo Canale dev’essere orgoglioso. Lo ringraziamo per essersi speso nel progetto di una nuova idea di Reggio con tanta passione e serietà. Come ringraziamo tutti gli iscritti e simpatizzanti del partito che hanno sostenuto con convinzione questa esperienza. La partita però non è finita. Nelle prossime due settimane non sono concesse distrazioni. Nel ballottaggio alla Provincia di Reggio, infatti, siamo chiamati a convogliare tutte le forze e tutto l’entusiamo nel sostenere la candidatura di Giuseppe Morabito, facendo soffiare anche a Reggio Calabria il vento nuovo che sta spazzando il Nord, punendo severamente Berlusconi e i suo vassalli e sancendo la fine di un’epoca. Come Rifondazione comunista affronteremo la prossima sfida consapevoli della forza dei numeri consegnati dalle urne. I risultati in provincia di Reggio Calabria (11.897 voti pari al 4,31%) e al Comune di Reggio (4.760 voti pari al 4,51%) confermano un partito vitale, radicato, capace di raddoppiare dalle ultime Comunali (maggio 2007) le sue preferenze. Alla faccia dei sondaggi regionali e nazionali e di presunte corazzate sgonfiate alla prova del voto”.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: