LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Il Giro torna a Tropea e abbraccia la Calabria. Domani gran tappa sull’Etna

Posted by Peppe Caridi su 14, maggio, 2011

GiroTropea1di  Peppe Caridi – Il Giro d’Italia torna in Calabra dopo 3 anni, da quell’edizione del 2008 che partì da Palermo, proseguì con una tappa nel cuore della Sicilia da Cefalù ad Agrigento e poi con un’altra splendida tappa Siciliana da Catania a Milazzo. Le giornate Calabresi furono subito successive, con la Pizzo Calabro – Catanzaro e poi la Belvedere Marittimo – Contursi Terme.
Prima di quell’anno, il Giro era stato in Calabria nel 2005 con l’indimenticabile cronoprologo in notturna dal Lungomare di Reggio Calabria e altre 2 tappe interamente Calabresi, la Reggio – Tropea e la Catanzaro Lido – Santa Maria del Cedro. Il giorno successivo, la caronava rosa partì da Diamante per arrivare a Giffoni Valle Piana.
Il Giro, quindi, sta arrivando in Calabria ogni 3 anni, e quest’anno l’ha fatto con una tappa da Sapri a Tropea, sulla carta facile, pianeggiante e adatta ai velocisti, anche se abbastanza lunga, di ben 217 chilometri. I velocisti, però, non hanno colto l’occasione di giocarsi l’arrivo di Tropea, Perla del Tirreno sede ancora una volta di una tappa del giro nello splendido scenario della Costa degli Dèi. E’ un peccato soprattutto per Petacchi, anche oggi primo nella volata del gruppo, che però è stata inutile per la vittoria finale.
Il “plotone”, infatti, s’è fatto sorprendere dallo scatto di Oscar Gatto della Farnese Vini – Neri Sottoli, che ha tagliato il traguardo esultando per la vittoria seguito da Alberto Contador, che dopo i piccoli segnali di difficoltà di ieri a Montevergine, in Campania, ha voluto dare una risposta a chi lo immaginava già in crisi. Con 5 secondi sul gruppo e i 12 secondi di abbuono, il campione Spagnolo ha risalito la classifica superando Nibali e Scarponi, posizionandosi adesso al 5° posto della generale con 13 secondi di ritardo dalla Maglia Rosa, l’olandese Pieter Weening. Scarponi è 6° con 14 secondi di ritardo, Nibali 8° con 24 secondi da recuperare. E domani c’è la tappa dell’Etna, che potrebbe già rivoluzionare la classifica.Ma torniamo a oggi, sulle strade Calabresi.
Momento commovente a Lemezia Terme dove i corridori hanno affrontato un traguardo volante speciale, sul luogo dove il 5 dicembre scorso otto cicloamatori furono travolti e uccisi da un pirata della strada. Il direttore di corsa Mauro Vegni ha deposto un mazzo di fiori sulla stele posta a ricordo dell’incidente. Un messaggio in ricordo delle vittime anche da parte del sottosegretario all’Interno Michelino Davico. Circa un’ora prima del passaggio della tappa, alla presenza dei familiari delle vittime, del direttore del Giro d’Italia, Angelo Zomegnan, del sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, e dell’assessore allo Sport, Rosario GiroTropea2Piccioni, è stata scoperta, proprio sul luogo del tragico incidente, una stele voluta fortemente dall’Amministrazione comunale in ricordo dei ciclisti e realizzata dall’artista lametino Maurizio Carnevali.
Da quel tragico 5 dicembre – ha commentato il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza la città tiene vivo il ricordo di Fortunato Bernardi, Giovanni Cannizzaro, Pasquale De Luca, Domenico Palazzo, Rosario Perri, Vinicio Puppin, Francesco Stranges e Domenico Strangis con la speranza e l’impegno che una situazione del genere non debba più accadere in nessuna parte del mondo. Le ripetute testimonianze di tanti ciclisti, professionisti e amatoriali, fino alla principale manifestazione ciclistica del Paese, quale il Giro d’Italia 2011 che passerà sabato da Lamezia, hanno fatto sentire i familiari delle vittime e l’intera città meno soli e ci hanno aiutato ad andare avanti“.
Un ricordo speciale non è potuto non andare, in questi momenti, anche al giovane belga Wouter Weylandt, morto per una caduta tre giori fa, nella terza tappa del Giro sulle strade della Liguria, proprio lui che lo scorso anno aveva vinto la 3^ frazione della corsa Rosa.A Tropea il clima era decisamente diverso: la cittadina del Vibonese ha festeggiato il Giro con la solita accoglienza ricca di calore e affetto. Alla premiazione, sul palco, ha partecipato anche il Presidente del Consiglio Regionale della Calabria, Franco Talarico, per testimoniare la vicinanza e l’attenzione delle istituzioni locali a quella che è la più importante manifestazione sportiva del ciclismo Italiano.

Domani, intanto, come abbiamo già accennato, ci sarà il secondo arrivo in salita del Giro dopo quello di ieri al Santuario di Montevergine. La carovana si sta trasferendo in Sicilia proprio in queste ore, attraversando lo Stretto in tragheto, per affrontare la nona tappa di 169 km, da Messina fin sull’Etna. si partirà dal centro di Messina e si scenderà verso sud, lungo il litorale Jonico, percorrendo la strada statale 114 ‘Orientale Sicula’, passando anche da Giampilieri Marina e Scaletta Zanclea, i paesi che il 1° ottobre 2009 hanno subito la tremenda e nota alluvione. Anche domani, quindi, momenti di riflessione e commozione sulle strade del Giro.
La tappa proseguirà poi verso sud, attraversando anche Nizza di Sicilia e Roccalumera prima di salire fino a Taormina e riscendere alle pendici dell’Etna, in luoghi ricchi di fascino e suggestione: il gruppo salirà due volte sul vulcano, prima dal versante nord, passando da Linguaglossa fino alla località Lenza, a 1.631 metri di altitudine, poi riscenderà sullo Jonio passando da Acireale e risalirà dal versante sud, passando da Nicolosi e si arrampicherà fino al Rifugio Sapienza, dove sarà posto l’arrivo a quota 1.904 metri di altitudine, con una pendenza media superiore al 10% negli ultimi 8km. La prima salita sarà di 18km con pendenze massime dell’11%, la seconda sarà la più lunga del giro (20km) con picchi massimi del 12%. Sarà spettacolo, aspettando lo “Squalo dello Stretto“, Vincenzo Nibali, svettare per primo sul vulcano in cui si allenava fin da bambino.

Messina-Etna

Messina-Etna2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: