LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Tremonti: “Roma-Reggio in 4 ore con il treno, dobbiamo ridurre il gap tra nord e sud”

Posted by Peppe Caridi su 12, maggio, 2011

Il Ministro dell’Economia è stato a Reggio Calabria per la campagna elettorale e ha parlato di trasporti, infrastrutture e fiscalità di vantaggio. Presentati investimenti per centinaia di milioni di € sulle linee ferroviarie da riammodernare per velocizzare i trasporti – Dopo Gasparri, Fitto, Brunetta, Matteoli, Giorgia Meloni, Nitto Palma e lo stesso Silvio Berlusconi a Crotone, ieri in Calabria è arrivato il Ministro dell’Economia e delle Finanze Giulio Tremonti che, a Reggio, ha incontrato i giornalisti insieme al Presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti.
La presenza di così tanti esponenti di spicco della maggioranza sottolinea quanto il centro/destra tiene a queste elezioni amministrative, ma a prescindere dalla tornata elettorale la visita del Ministro lascia dei contenuti e delle dichiarazioni importanti che vanno lette e interpretate.Le ferrovie nel Sud sono “più o meno” rimaste come 150 anni fa. Non molto e’ stato fatto dopo, molto deve essere fatto adesso”. Lo ha detto proprio Tremonti che, a Reggio, ha voluto presentare i progetti per il rilancio delle infrastrutture nel Mezzogiorno. Sono 3 gli interventi concertati con Rfi sulla rete ferroviaria del Sud. Il primo riguarda l’adeguamento infrastrutturale e tecnologico della linea ferroviaria Battipaglia-Reggio Calabria, che prevede un costo di 230 milioni di euro interamente finanziati. Ci sarà poi il potenziamento della linea jonica Gioia Tauro-Sibari-Metaponto-Taranto-Bari con un costo di 450 milioni di euro (al momento è stata sviluppata la progettazione preliminare). Infine sarà realizzata la variante Ogliastro-Sapri della quale è stato ultimato lo studio di fattibilità.
L’obiettivo è portare il tempo di percorrenza Roma-Reggio Calabria dalle attuali 5h e 10 ‘ a 4 ore, che coinciderebbero con la tratta Roma-Milano. “Se riusciremo a fare questo – ha commentato Tremonti avremo fatto un lavoro di unificazione reale di questo Paese”.

Ma Tremonti ha anche affrontato il tema dell’economia a due velocità, che in Italia esiste ancora tra nord e sud: “L’Italia in Europa è l’unico Paese uguale con due economie diverse. E siccome non vogliamo che sia un Paese diviso, dobbiamo lavorare perche’ questo dualismo si riduca. Il nord e il centro vanno bene, quello che deve essere al centro della nostra azione è il meridione d’Italia. Nel mondo i Paesi che stanno indietro si muovono più velocemente, in Europa e in Italia la regione che sta più indietro si muove meno velocemente”. Tremonti si è poi soffermato sul paradosso che ci sono i soldi e non si spendono. “I fondi europei – ha osservato – sono soldi italiani, Bruxelles ne preleva una quota e li manda nelle regioni del Mezzogiorno ma le capacità di spesa è tra le più basse d’Europa. Sono soldi italiani che vengono parcheggiati e quando non sono spesi vanno in un altro Paese d’Europa. Noi abbiamo finanziato lo sviluppo di altri avendo rinunciato al nostro sviluppo. La grande questione non è la capacità finanziaria ma le capacità amministrative e di spesa”.
Il ministro ha poi ha definito “eclatanti” le norme contenute nel provvedimento, tra cui il credito d’imposta per le imprese che assumono nel Mezzogiorno, che va nella direzione della fiscalità di vantaggio, già “consentita dall’Europa”.
Seguiranno, ha promesso, altre richieste all’Europa sulle agevolazioni alle imprese del Mezzogiorno. “Tenete conto – ha detto Tremontiche il diritto del Mezzogiorno di chiedere un trattamento particolare è nel Trattato di Roma degli anni ’50”.

Il secondo punto contenuto nel decreto sullo sviluppo riguarda le coste, con la possibilità di far nascere i distretti turistico-alberghieri. “Significa che in continuità territoriale – ha spiegato Tremontisi potrà stringere un libero contratto tra imprenditori, commercianti e operatori che potranno unirsi per andare insieme nelle attività”. Saranno zone a burocrazia zero, dove l’unica autorità amministrativa competente sarà il prefetto.

Nel corso della giornata, poi, il Ministro s’è trasferito in Campania dove ha ulteriormente ribadito gli stessi concetti a Napoli e Caserta, per un rilancio del Mezzogiorno sull’asse infrastrutture-fiscalità-turismo.

Le foto di Attilio Morabito:

https://i2.wp.com/www.meteoweb.it/images/VisiTre1.jpg

https://i2.wp.com/www.meteoweb.it/images/VisiTre2.jpg

https://i0.wp.com/www.meteoweb.it/images/VisiTre3.jpg

https://i1.wp.com/www.meteoweb.it/images/VisiTre4.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: