LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Reggio: più stazioni meteo e webcam per prevenire frane e alluvioni

Posted by Peppe Caridi su 11, maggio, 2011

https://i1.wp.com/www.meteoweb.it/cgi/uploads/sezioni/920/foto/15.JPGdi Peppe Caridi – La Protezione civile regionale ed il Centro funzionale multirischi hanno predisposto un progetto per il potenziamento del sistema di allertamento regionale per il rischio idrogeologico riferito all’area urbana di Reggio Calabria che consentirà di monitorare il territorio compreso tra la fiumara di Catona e la fiumara “Valanidi”, quindi in tutto il centro cittadino, al fine di migliorare l’attività di allertamento del sistema locale di protezione civile per la salvaguardia della popolazione dagli improvvisi e violenti eventi alluvionali come quelli che recentemente hanno colpito la città della sponda orientale dello Stretto.
L’intervento fa seguito a quelli già predisposti nel catanzarese, in particolare nel quartiere Ianò e a Gimigliano, a Maierato, nel Vibonese, a Gioia Tauro (Reggio Calabria) ed a Cirò Superiore (Crotone) finalizzati all’estensione e alla specializzazione del Sistema di allertamento regionale per il rischio idrogeologico. L’intervento è stato programmato sulla base degli indirizzi forniti dal Sottosegretario alla Presidenza della Regone con delega alla Protezione Civile Franco Torchia.
L’intervento si articolerà in più fasi.
La prima riguarderà l’aumento della dotazione strumentale di monitoraggio installata sul territorio, per la quale saranno impiantati tre nuovi tele pluviometri, sette tele idrometri e dieci webcam di controllo sulle sezioni maggiormente critiche delle dieci fiumare che saranno messe sotto controllo; la seconda fase riguarderà il miglioramento della conoscenza del territorio in esame mediante l’esecuzione di rilievi topografici di dettaglio e misure di portata da utilizzare per la caratterizzazione del comportamento idraulico dei tronchi delle fiumare interessanti il territorio urbano; la terza fase, infine, prevede la messa a punto dei modelli matematici di simulazione idrologica ed idraulica e la determinazione delle soglie pluviometriche relative al rischio di esondazione dei tronchi fluviali che consentiranno un notevole miglioramento nell’attività di preannuncio ed allertamento dei fenomeni alluvionali.
Questi interventi sono stati promossi dal Governatore Giuseppe Scopelliti che sta lavorando, fin dal giorno dell’insediamento della nuova Giunta Regionale, sulle tematiche dell’ambiente e, nello specifico, sulla previsione e prevenzione dei rischi naturali.

Il sistema sarà integrato nella rete regionale di monitoraggio e sorveglianza idrometeorologica operativa sull’intero territorio regionale (qui la pagina con i dati in tempo reale) gestita dal Centro funzionale multirischi, oggi incardinato nell’Arpacal, deputato all’emissione degli avvisi di criticità regionali per rischio idrogeologico, mentre la Protezione civile regionale provvederà alla diffusione sul territorio dei messaggi di allertamento ed al coordinamento della gestione delle eventuali emergenze.

All’attuazione del progetto sovrintenderà il Dirigente Generale del Dipartimento della Presidenza Franco Zoccali che assicurerà il cronometrico rispetto dei tempi previsti, in modo che il sistema sarà operativo sin dall’inizio della prossima stagione autunnale.
Per la Calabria questa è da considerarsi un’ulteriore tappa del percorso che porterà per la prima volta al rilancio, alla definizione di un nuovo assetto ed alla ristrutturazione dell’intero sistema regionale di protezione civile che vedrà un sempre più determinante ruolo dell’attività di previsione e prevenzione nell’azione di contrasto ai tanti rischi cui il territorio regionale è esposto.

https://i2.wp.com/www.strill.it/images/foto/scopellitiambiente.jpg

Foto di Attilio Morabito durante la conferenza stampa di presentazione del potenziamento del sistema di monitoraggio

Annunci

Una Risposta to “Reggio: più stazioni meteo e webcam per prevenire frane e alluvioni”

  1. Pasquale Pensabene said

    C’è una stazione meteo dell’Arpacal a Reggio Calabria con codice 2450 ma nessuno sa dove è ubicata e soprattutto se è a norma, in quanto registra temperature massime sempre più basse di altre stazioni meteo della città.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: