LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Entusiasmo a Torino per il ‘via’ al Giro d’Italia: grande attesa in Calabria e Sicilia

Posted by Peppe Caridi su 7, maggio, 2011

Torinodi Peppe Caridi – La 94^ edizione del Giro d’Italia partirà, oggi pomeriggio, da Venaria Reale, con una cronosquadre di 19,3km che arriverà a Torino. Proprio in quella che, nel 1861, fu la prima capitale del Regno d’Italia, ieri sono state presentate le 23 squadre iscritte al Giro e i 206 corridori hanno percorso le vie principali della città, circondati da centinaia di migliaia di Alpini, in festa nel Capoluogo del Piemonte. Lo spettacolo delle Frecce Tricolori ha dato il via al Giro dell’Unità d’Italia, studiato e immaginato per celebrare il 150° Anniversario della nascita del nostro Paese. Un Giro d’Italia speciale, che attraverserà 17 Regioni in 21 appe e regalerà sicuramente grandissime emozioni non solo a chi è appassionato strettamente di ciclismo, ma anche per chi ama viaggiare, osservare paesaggi meravigliose, vivere storie umane sensazionali, scoprire la storia d’Italia e il territorio Italiano nelle sue più varie sfaccettature, dall’arte alla gastronomia, dalle usanze ai costumi, dai colori alle città.

E il Giro arriverà anche in Calabria e Sicilia con, rispettivamente, l’8^ e la 9^ tappa nelle giornate di sabato 14 e domenica 15 maggio.

Sabato 14 sarà il turno della Sapri-Tropea, una delle tappe più lunghe del Giro (214km) che percorrerà tutti i deliziosi paesi del Cosentino Tirrenico: da Praia a Mare a Diamante, da Cetraro a Paola, da Amantea a Falerna fino alla piana di Lamezia Terme, passando da Sant’Eufemia, poi da Pizzo Calabro e infine arrivando a Tropea, nel Vibonese, dopo la discesa del Toboga a pochissimi km dal traguardo, con tornanti mozzafiato in cui si deciderà l’arrivo.

Domenica 15, invece, si partirà dal centro di Messina e si scenderà verso sud, lungo il litorale Jonico, percorrendo la strada statale 114 ‘Orientale Sicula’, passando anche da Giampilieri Marina e Scaletta Zanclea, i paesi che il 1° ottobre 2009 hanno subito la tremenda e nota alluvione.
La tappa proseguirà poi verso sud, attraversando anche Nizza di Sicilia e Roccalumera prima di salire fino a Taormina e riscendere alle pendici dell’Etna: il gruppo salirà due volte sul vulcano, prima dal versante nord, passando da Linguaglossa fino alla località Lenza, a 1.631 metri di altitudine, poi riscenderà sullo Jonio passando da Acireale e risalirà dal versante sud, passando da Nicolosi e si arrampicherà fino al Rifugio Sapienza, dove sarà posto l’arrivo a quota 1.904 metri di altitudine, con una pendenza media superiore al 10% negli ultimi 8km.

Proprio nella tappa che partirà dalla Città che gli ha dato i natali, Vincenzo Nibali, lo “Squalo dello Stretto” sogna di partire o di conquistare la Maglia Rosa, per portarla nelle sue strade, per farla vedere alla sua gente, per sudarla scalando il vulcano su cui si allenava da bambino.
Il suo principale rivale sarà Alberto Contador, uno che se escludiamo il Tour de France del 2005, fino ad oggi ha vinto tutte le corse a tappe alle quali ha partecipato, si chiamino Tour de France (2007, 2009 e 2010), Giro d’Italia (2008) o Vuelta España (2008). Proprio quella Vuelta che Nibali ha vinto lo scorso anno, dopo il 3° posto conquistato in un Giro d’Italia corso da gregario per Ivan Basso, arrivato 1°. Ma quest’anno il capitano è lui, la Liquigas è compatta a sostenerlo e la sfida è resa ancor più affascinante dal fatto che nessun Siciliano è mai riuscito a vincere la principale corsa ciclistica d’Italia.
Sarà proprio l’anno del 150° anniversario d’Unità Nazionale ad essere la volta buona?
Lo “Squalo” ci tiene tantissimo, ha già dichiarato che non firmerebbe per il 2° posto nonostante la presenza di un fenomeno come Contador, e ha meticolosamente visionato e percorso tutte le tappe previste dal Giro.

L’attesa è grande. Il Giro arriverà in Calabria e Sicilia da Torino dopo una prima settimana in cui percorrerà l’Italia Tirrenica, passando da Parma a Genova fino a Livorno, Orvieto, Fiuggi e poi la Sapri-Tropea. Sull’Etna, si inizierà a fare sul serio, in attesa delle Alpi che, come sempre, saranno decisive negli ultimi 8 giorni di corsa, prima della consueta passerella finale di Milano.

Lo “Squalo dello Stretto” vuole essere protagonista, tutta Messina (e non solo…) fa il tifo per lui.
Calabria e Sicilia, intanto, aspettano a braccia aperte il Giro dell’Unità d’Italia.Che è, sì, all’insegna del Rosa, ma quest’anno è ancor più Tricolore del solito.

Sapri-Tropea

Sapri-Tropea2

Messina-Etna

Messina-Etna2

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: