LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

BIN LADEN:MILIARDARIO CHE DIVENNE PRIMULA TERRORE

Posted by Peppe Caridi su 2, maggio, 2011

30 ANNI ALLA MACCHIA, L’UOMO CHE HA GLOBALIZZATO LA GUERRA SANTA (ANSA) – ROMA, 2 MAG – Rinuncio’ da giovane a una vita mondana di agi e ricchezza per la Jihad, prima contro i sovietici in Afghanistan, poi contro gli Stati Uniti e alleati, alla quale ha dedicato la sua vita, il suo prestigio nel mondo dell’estremismo, le sue sostanziose finanze. Osama bin Laden, ucciso la scorsa notte in un blitz americano in Pakistan, e’ stato l’uomo che ha globalizzato il terrorismo islamico contro l’Occidente e i regimi arabi ”corrotti” e a esso asserviti. Nato a Riad nel 1957, rampollo di una ricca famiglia di imprenditori edili sauditi di origini yemenite, di madre siriana, Osama studia ingegneria civile e commercio all’ universita’ King Abdul Aziz di Gedda dove, ancora nel 1973, si lega, appena sedicenne, a gruppi fondamentalisti islamici e studia i testi dell’Islam wahhabita, la particolare forma rigorosa di sunnismo diffuso in Arabia Saudita. La svolta nella sua vita avviene nel 1979 con l’invasione sovietica dell’Afghanistan: Bin Laden ha 22 anni e va a combattere. In collaborazione con la Cia e i servizi segreti del Pakistan usa le sue finanze per organizzare campi di addestramento per i mujaheddin, divenuti anni dopo basi terroristiche. Nel 1989 fonda Al Qaida (la base), che si diffonde in una trentina di Paesi e s’allea, fra gli altri, con la Jihad islamica egiziana e gruppi estremisti algerini. Su pressione degli Stati Uniti nel 1991 l’Arabia saudita gli revoca la cittadinanza e, tre anni piu’ tardi, dopo il fallito attentato alle Torri Gemelle di New York, viene costretto a lasciare anche il Sudan, dove si era rifugiato. Torna quindi in Afghanistan e lancia la Guerra santa contro gli Usa, diventati nemico numero uno dopo la prima Guerra del Golfo (1991) e la missione Restore Hope in Somalia (1992-93), e nel 1997 ammette alla Cnn la sua responsabilita’ in un attentato dell’ottobre 1993 contro militari statunitensi a Mogadiscio. E’ ritenuto responsabile anche degli attacchi a Riad del 1995 e alla citta’ saudita di Dahran nel 1996, in cui muoiono 19 militari Usa. Nel 1998 – secondo gli investigatori – organizza gli attentati alle ambasciate americane di Nairobi e Dar es Salaam (224 morti). Lui nega ogni responsabilita’ ma gli americani lanciano una raffica di missili cruise sul suo presunto rifugio afghano e sul Sudan. Di nuovo viene fatto il suo nome nel 2000 quando 17 marinai statunitensi muoiono nell’attacco suicida contro il cacciatorpediniere Uss Cole nel porto yemenita di Aden. Sono anni in cui l’attivita’ di Al Qaida si fa sempre piu’ spettacolare e mira sempre piu’ alto. Sono gli anni i cui moltissimi quadri di Al Qaida ricevono il loro addestramento in Afghanistan e in cui lo ”sceicco del terrore” mobilita le sue finanze e raccoglie fondi. Poi, l’11 settembre 2001, scatta il piano, meticolosamente preparato per anni, degli attentati con gli aerei contro le Torri Gemelle e il Pentagono. I mega-attentati scatenano contro di lui la guerra degli Stati Uniti e alleati, che avviano una delle piu’ colossali cacce all’uomo della storia. Ma sono un rilancio formidabile a livello mondiale del terrorismo islamico, galvanizzano i sentimenti antioccidentali nel mondo arabo e musulmano, creando le basi per il reclutamento jihadista degli anni successivi. Da quel momento di Bin Laden si perdono le tracce. Di lui si dice che dopo l’invasione dell’Afghanistan si sposti da Kandahar, citta’-roccaforte dei talebani che fino a quel momento si riteneva lo proteggessero, alla zona tribale pashtun pachistana a ridosso del confine afghano. Di lui si hanno alcuni filmati di propaganda e poi, dal 2004, solo qualche messaggio audio. Si riteneva fosse malato ai reni, alcune informazioni mai confermate dicevano fosse fuggito rocambolescamente in motocicletta dopo l’invasione Usa. Non e’ mai stato chiarito il suo ruolo reale in Al Qaida dopo l’11 settembre.

Annunci

2 Risposte to “BIN LADEN:MILIARDARIO CHE DIVENNE PRIMULA TERRORE”

  1. gianpieroasaracottu said

    Hai scritto: “Miliardario che divenne primula terrore”. Un’espressione molto efficace!

    • gianpieroasaracottu said

      Hai scritto: “Bin Laden: Miliardario che divenne primula terrore”. Un’espressione veramente molto efficace!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: