LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Serie B: la Reggina entusiasma, batte il Novara e vola verso i play-off

Posted by Peppe Caridi su 22, aprile, 2011

Grande prestazione degli amaranto, più forti anche della sfortuna (due pali) e del solito arbitraggio (gol regolare annullato a De Rose all’inizio della ripresa). Di Alessio Viola la rete della vittoria all’86° minuto; Granillo in festa nel giorno del 25% di storia della Reggina – La Reggina si regala una Pasqua da sogno grazie al meritato successo contro il Novara, ottenuto dopo una gara divertente e ricca di episodi, tutti per i ragazzi guidati da mister Atzori, che avrebbero meritato un risultato ben più rotondo. Il Novara non s’è mai visto, infatti Puggioni è rimasto inoperoso per tutti i 96 minuti di gioco. La Reggina ha vinto con la solita grinta e il solito cuore, ma anche con la qualità dei singoli e l’intensità di un gioco bello, spigliato e divertente.
Già al primo minuto si capisce che tipo di gara sarà: la Reggina si rende subito pericolosa e colpisce un palo clamoroso con Campagnacci, dopo una mischia in area di rigore. Al quinto minuto è De Rose, che si dimostra subito in serata di grande spolvero, a sfiorare il gol ma il suo tiro viene intercettato e respinto da un difensore. Al quarto d’ora il portiere del Novara Ujkani sventa un gran tiro di Nicolas Viola dai 30 metri, mandandolo in calcio d’angolo. L’inizio della Reggina è vibrante, nei primi 20 minuti colleziona tanti calci d’angolo e punge più volte, anche se sono tantissimi i fuorigioco sventolati dal guardalinee, più o meno dubbi. Tra i migliori in assoluto, in questa fase, c’è proprio Nicolas Viola, il centrocampista di Oppido Mamertina che dispensa palloni a destra e sinistra con grande precisione, realizzando grandi aperture di oltre 60 metri estremamente utili e funzionali al gioco degli esterni, Rizzato sulla sinistra e Colombo sulla destra.
Al 22° Campagnacci entra in area di rigore dopo una splendida azione sulla sinistra, mette in mezzo per Danti che però non riesce a concludere a rete. Al 30° è Colombo che, dalla destra, riesce ad andare al tiro che però finisce fuori di poco.
L’occasione più clamorosa arriva al 36° con una splendida giocata di Danti dalla sinistra: scambio con Campagnacci e assist preciso verso l’altro lato dell’area di rigore dove c’è De Rose che controlla, dribbla l’ultimo difensore e calcia da pochi metri, a colpo sicuro, con il sinistro. Ujkani è battuto, il pallone sta per insaccarsi e i 6mila presenti al Granillo stanno già per esultare, ma la palla va a colpire la parte bassa e interna della traversa e poi rimbalza sulla linea finchè Ujkani non riesce a raccoglierla sventando l’ennesimo pericolo per i Piemontesi.
Il primo tempo si conclude sullo 0-0, con i giocatori amaranto che escono dal campo tra gli scroscianti applausi dei loro tifosi.

Il secondo tempo inizia così com’era finito il primo: la Reggina attacca sin dai primi istanti e al 2° minuto va in gol con De Rose, su assist al bacio di Danti. Ma il guardalinee – mentre lo stadio è in tripudio – alza la bandierina per segnalare un fuorigioco che, come dimostreranno le immagini televisive, non c’è.
Non è proprio serata per De Rose che, autore di una grande partita, non riesce a coronarla con un meritatissimo gol che sarebbe il primo della sua carriera in serie B.
La Reggina continua ad attaccare, il Novara si chiude e prova a ripartire solo in contropiede ma non ci riesce mai. Ancora Nicolas Viola vicino al gol al 7° con un tiro da fuori che finisce a un soffio dal palo.
Gli amaranto sono pericolosi soprattutto sulle fasce, specialmente a sinistra con Rizzato, e poi soprattutto con Campagnacci e Danti in fase offensiva. Ujkani è costretto a sventare più volte i pericolosi cross verso il centro per gli attaccanti reggini tra cui si distinguono, tra i più pericolosi, Campagnacci, De Rose, Danti e Viola.
Lo stadio si riscalda, la Curva Sud sembra – forse per la prima volta in questa stagione – tornare quella dei bei tempi, e incita i giocatori a gran voce, con ritmo e passione. E’ il giorno in cui si celebra il 25% della storia amaranto, anniversario del 25° anno della nuova società targata Lillo Foti in vista del centenario del 2014, e festeggiare questo compleanno con una vittoria così prestigiosa sarebbe il massimo.
Al 24° minuto Atzori sostituisce un ottimo Castiglia con Giacomo Tedesco, finalmente recuperato dopo l’infortunio rimediato nei primi minuti di Reggina-Frosinone, l’ultima vittoria degli amaranto risalente a 8 partite fa (da quel giorno, 5 pareggi e 2 sconfitte). Al 32°, poi, esce Danti, applaudito dal pubblico, ed entra Alessio Viola.
Queste sostituzioni, azzeccatissime, danno ulteriore linfa alla fase offensiva della Reggina, che passa in vantaggio al 41° minuto proprio sull’asse TedescoA. Viola. Su un’insistita azione offensiva, Rizzato serve Tedesco sul settore sinistro del campo, il centrocampista dribbla due avversari e, dal limite dell’area, fa partire un cross basso e teso su cui interviene, con istinto rapace, il giovanissimo attaccante di Oppido Mamertina, fratello di Nicolas. Con il 3° gol in campionato di Viola, la Reggina passa in vantaggio e negli ultimi 8 minuti (saranno 4, infatti, quelli di recupero) non rischia praticamente nulla. Il Novara si butta all’attacco alla ricerca del pari, ma lo fa in modo disordinato e non impensierisce mai Puggioni, che rimane spettatore non pagante della gara.
Piuttosto è la Reggina a rendersi pericolosa in contropiede, soprattutto quando al secondo minuto di recupero, Zizzari fallisce un gol davvero incredibile, da solo nell’area piccola, senza il portiere ma con un difensore sulla linea di porta, colpisce di testa un pallone che spiove dalla sinistra, dove Viola era stato protagonista di una splendida azione e aveva crossato precisamente verso il centro, ma il tiro viene rimpallato dal difensore biancazzurro.

La Reggina porta così a casa il successo davanti al proprio pubblico, e ipoteca l’accesso ai play-off: in classifica ha superato il Torino ed è tornata al 5° posto, e ha adesso ben 4 punti di vantaggio su Padova, Vicenza, Pescara ed Empoli, le più vicine rivali nella corsa ai play-off. A sole 5 partite dalla fine, è un margine importante su cui costruire un finale di campionato per sognare il ritorno in serie A.

LE PAGELLE

Puggioni s.v. Mai chiamato in causa.
Adejo 7 Roccioso, efficace, senza sbavature, sempre deciso: da applausi.
Acerbi 6,5 Solita grande gara con qualità e classe, anche se commette un paio di ingenuità a cui non ci aveva mai abituati.
Costa 7,5 E’ il migliore del reparto arretrato, mette in mostra tutta la sua classe e qualità con giocate tanto efficaci quanto eleganti.
Colombo 5 Unica nota stonata della serata. E’ il peggiore in campo tra gli amaranto, non ha corsa e nonostante si impegni al massimo, non riesce a pungere come dovrebbe.
Castiglia 7 Gran bella gara a centrocampo non solo in fase di interdizione (con una Reggina così e un Novara annullato, c’è poco da interdire!) ma anche e soprattutto in fase propositiva.
N. Viola 7,5 Sembra tornato quello d’inizio stagione: grande gara. Regista di qualità, chi lo ha paragonato a Pirlo stasera starà pensando di avere ragione.
De Rose 8 La sua partita migliore: grinta, corsa, intensità e anche qualità. Incredibile il modo con cui gli sfugge il gol, prima con il tiro che si stampa sulla parte bassa della traversa e poi sbatte sulla linea di porta, poi con la svista del guardalinee che gli annulla per fuorigioco inesistente un gol invece regolare.
Rizzato 7,5 E’ il solito furetto instancabile e a tratti incontenibile sulla sinistra. Sforna cross pericolosi.
Danti 7 Cresce nel corso della gara, mette in monta tutta la sua qualità e nel primo tempo prova a bissare il gol di tacco fatto a Torino con un’azione praticamente identica, su cross basso di Rizzato sul primo palo, ma stavolta non gli va così bene.
Campagnacci 8 Gioca bene, come sempre. E’ il migliore in assoluto nel terreno di gioco. Sempre pericoloso quando ha il pallone tra i piedi. Purtroppo è ancora sfortunato in zona gol, ma se quest’anno fosse arrivato in doppia cifra, l’avrebbe senza dubbio meritato. Invece è fermo a “1”. Merita comunque un’altra chance con la Reggina, sia in A o in B, perchè ha dimostrato di meritarselo con le sue grandi prestazioni.
Tedesco 7,5 Entra, mette grinta, classe e – soprattutto – il cross-assist del gol-vittoria. E’ utilissimo per questa squadra e adesso, dopo l’infortunio, tornerà molto utile per le ultime gare del campionato.
A. Viola 7,5 Entra, segna il suo 3° gol stagionale nonostante sia arrivato a gennaio e abbia giocato pochissime gare. Numeri che dicono tutto sulle sue qualità.
Zizzari 5,5 Entra dopo il gol, fa quello che Atzori gli chiede ergendosi a boa offensiva, proteggendo il pallone e conquistando falli. Ma sbaglia il 2-0 in modo davvero più che clamoroso.
All. Atzori 9 Le ha azzeccate tutte, sia per quanto riguarda la formazione titolare che per ciò che concerne invece le sostituzioni, decisive per la vittoria. La Reggina, orfana dei suoi uomini migliori (Bonazzoli e Tedesco) ma anche di fondamentali pedine del centrocampo (Rizzo e Barillà) e stasera pure in difesa (Cosenza squalificato), è stata nelle ultime tre gare (Reggina-Cittadella 0-1, Torino-Reggina 1-1 e Reggina-Novara 1-0) protagonista di tre grandi prestazioni, a prescindere dai risultati. E’ la dimostrazione di una brillante condizione atletica e mentale, buon segno per i play-off che sembrano sempre più vicini.

I Risultati della 37^ giornata

Padova-Vicenza 4-1
Pescara-Frosinone 1-1
Albinoleffe-Grosseto 1-1
Crotone-Atalanta 2-2
Empoli-Livorno 0-0
Modena-Torino 1-1
Piacenza-Cittadella 0-2
Reggina-Novara 1-0
Siena-Portogruaro 1-2
Triestina-Sassuolo 2-1
Varese-Ascoli 1-1

La classifica

Siena 72
Atalanta 71
Novara 60
Varese 60
Reggina 53
Torino 52
Padova 49
Empoli 49
Pescara 49
Vicenza 49
Livorno 47
Crotone 47
Modena 47
Grosseto 45
Cittadella 43
Albinoleffe 43
Sassuolo 42
Piacenza 42
Ascoli 40 *
Portogruaro 40
Triestina 37
Frosinone 35

* = 6 punti di penalizzazione

Prossimo turno (sabato 30 aprile ore 15:00)

Livorno-Atalanta (venerdì 29 aprile ore 20:45)
Albinoleffe-Reggina
Ascoli-Frosinone
Cittadella-Modena
Grosseto-Triestina
Portogruaro-Pescara
Sassuolo-Empoli
Torino-Piacenza
Varese-Padova
Vicenza-Crotone
Novara-Siena (domenica 1 maggio ore 12:30)

Annunci

Una Risposta to “Serie B: la Reggina entusiasma, batte il Novara e vola verso i play-off”

  1. Roberto said

    Beeeeeeeeeeeeeee …………. Forza R E G G I N A ………………………………

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: