LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Reggio, Fli nel caos. Angela Napoli rifiuta la candidatura: “il voto è inquinato dalla ‘ndrangheta”

Posted by Peppe Caridi su 14, aprile, 2011

Il partito di Fini e Bocchino, a meno di 48 ore dalla scadenza della presentazione delle liste, non ha ancora deciso quale sarà il suo candidato a Sindaco per la Città di Reggio Calabria – Futuro e Libertà è nel caos, almeno a Reggio Calabria. A meno di due giorni dalla scadenza della presentazione delle liste, il partito del Presidente della Camera dei Deputati Gianfranco Fini e di Italo Bocchino, che di Reggio è “cittadino onorario” per aver portato avanti l’emendamento che ha inserito l’urbe dello Stretto tra le 10 Città Metropolitane d’Italia, non è ancora stato deciso chi sarà il candidato a sindaco di questo partito che ha deciso di correre da solo.E mentre anche i più incerti, di tutto il panorama politico, hanno ormai sciolto i dubbi e ufficializzato le loro scelte, tra clamorosi “ritiri” senza precedenti (come i Verdi che hanno scelto di non partecipare alle elezioni!) e decisioni differenti per Comune e Provincia (come il PdCI che al Comune correrà con la coalizione di Sel e Idv, ma alla Provincia sarà insieme a Pd e Prc), Fli ancora non ha deciso nulla.

Ieri la Presidenza di Futuro e Libertà, da Roma, invitava l’onorevole Angela Napoli, coordinatrice del partito in Calabria, a candidarsi per la carica di Sindaco al Comune di Reggio, “alla luce delle sue battaglie sulla legalità e del costante impegno nel contrasto alle mafie, sicuri che possa rappresentare quel vento di cambiamento in una terra difficile”.

Ma la doccia fredda è arrivata poche ore fa: Angela Napoli ha rifiutato pubblicamente la proposta del suo partito, smentendo anche quei giornali che – stamattina – titolavano a 7 colonne “Angela Napoli candidata sindaco di Fli” scrivendo che “la parlamentare ha accettato l’invito rivoltole dai vertici nazionali del partito”.
In realtà, Angela Napoli ha detto che “a Reggio c’è una presenza inquinante della ‘ndrangheta che sicuramente non rende libero il consenso popolare. Non ho ancora sciolto la riserva, ma è molto difficile che accetti, pur ringraziando il partito per l’invito che mi e’ stato rivolto. A Reggio Calabria, come d’altra parte avevo evidenziato nell’Ufficio di presidenza della Commissione antimafia non si respira un’agibilità democratica perchè è una città dove, come è emerso dalle numerose inchieste che sono state portate avanti dalla magistratura, c’è una situazione politica inquinata. Recepisco, comunque che la proposta fattami dal partito era intesa proprio simbolicamente a tentare di smussare questa situazione insieme a quella parte della società civile reggina che con difficoltà sta cercando di reagire”.

E adesso, a meno di 48 ore dalla scadenza della presentazione delle liste, Fli brancola nel buio, mentre gli elettori di destra si chiedono come mai questo movimento, che nasce da un’incompatibilità con la persona di Silvio Berlusconi, sta prendendo le distanze dal Pdl e da tutto il centro/destra anche nelle elezioni amministrative, addirittura anche laddove, come in Calabria, l’Udc di Casini ha scelto il Pdl come alleato.
Anche l’elettorato che, fino a poche settimane fa, “simpatizzava” per Fli, adesso si interroga sulla natura delle scelte di questo partito. Nato come alternativa di destra a Berlusconi, ma cresciuto con derive ben differenti …

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: