LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Formula Sud concentra l’attenzione sulla situazione finanziaria del Mezzogiorno

Posted by Peppe Caridi su 13, aprile, 2011

di Peppe Caridi – La condizione economica e finanziaria dell’Italia meridionale è zeppa di problemi e criticità, da cui bisogna senza dubbio ripartire per creare le condizioni necessarie allo sviluppo. In quest’ottica, assolutamente propositiva e costruttiva, il convegno “Il credito al Sud, verso la Banca del Mezzogiorno” organizzato dall’Associazione Fomrula Sud in collaborazione con “il Sud Magazine” (http://www.sudmagazine.it/), ha voluto parlare, stamattina, a Reggio Calabria, presso i locali del Consiglio Regionale, delle prospettive di crescita economica delle Regioni meridionali, di impresa, accesso al credito e sistema bancario, anche alla luce delle imminenti modifiche strutturali al sistema-Paese con il federalismo fiscale e la Banca del Mezzogiorno.
L’incontro è stato moderato dal giornalista Piero Torchi, direttore di GES, il Gruppo Editoriale Sud che ha sede a Palermo. Torchi ha anche presentato una rivista in edicola da pochi mesi, ma che già si è ritagliata uno spazio importante nel panorama meridionale: “il Sud Magazine“, un “mensile che guarda con occhio meridionale ai fatti del nostro Paese, ma non è meridionalismo piagnone, ma un meridionalismo nuovo, che non deve lamentarsi dello status quo, ma rimboccarsi le maniche per migliorare“.
Torchi ha sostituito Salvatore Carrubba, direttore editoriale del Magazine “il Sud”, costretto da gravi impegni di salute a dover mandare i saluti a distanza.
Carrubba comunque si era già espresso su quest’evento, dicendo che “la lunga crisi economica e finanziaria ha ulteriormente complicato i rapporti tra banche e imprese. Nel mezzogiorno, queste difficoltà rischiano di compromettere ulteriormente le prospettive di sviluppo di tutta l’area. Ma le recriminazioni generiche non servono. Il Governo nazionale attribuisce ora nuovo rilievo al tema del credito nel Sud, coltivando tuttavia disegni che suscitano perplessità e preoccupazioni. Di queste si trova eco nell’ultimo numero del mensile ‘il Sud’ che prosegue nella missione che si è dato, di dare voce a un nuovo meridionalismo in grado di riportare il tema del mezzogiorno al centro del dibattito politico. Dare credito al Sud significa scommettere su un’economia sana e trasparente, che crede nell’impresa e scommette sull’innovazione. E’ interesse di tutti creare le condizioni perchè si realizzi“.

Durante il convegno, ha aperto i lavori Amedeo Canale, Presidente di Formula Sud, spiegando le motiviazioni di un incontro del genere: “Affrontare il tema del credito nel Mezzogiorno d’Italia è come discutere di carburante in un mondo in perenne mobilità. Al di là del solito refrain sull’opprimente presenza della criminalità organizzata, il vero freno allo sviluppo di un’area così rilevante del nostro Paese è proprio l’estrema difficoltà di accedere al credito e di sostenere i costi. In barba alla pressante esigenza di generare un’economia sana e soprattutto alla contestuale complessiva consistenza dei depositi bancari delle famiglie meridionali. Non può esistere un’economia legale senza un utilizzo ampio delle risorse bancarie che si fondi su garanzie certe, ma anche su fiducia e percezione del ruolo sociale svolto dagli istituti di credito. Così come non si può immaginare di pilotare la crescita futura del Sud attraverso una Banca che del Mezzogiorno, ad oggi, porta solo il nome. Il primo imperativo è parlarne“.

Ha preso poi la parola Lucio Dattola, Presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria, che si è espresso con “grande favore” nei confronti del federalismo, “in quanto può essere uno stimolo per la presa di responsabilità da parte della classe dirigente. Paradossalmente, dal federalismo può arrivare un grande aiuto al nostro territorio“. Dattola ha poi parlato in modo molto approfondito del sistema bancario e imprenditoriale reggino e calabrese, esaltandone eccellenze e qualità, esprimendone le caratteristiche e segnalando anche i problemi e le più serie criticità.

Con Paolo Picone, Giornalista de “Il Sole 24 Ore“, il dibattito s’è concentrato sulla Banca del Mezzogiorno e sul dibattito legato alla sua governance innanzitutto sotto gli aspetti amministrativi, e poi anche personali: un “dettaglio” fondamentale sulle sorti della stessa Banca.

Poi Giuseppe Lombardi, Presidente dell’Abi Calabria, ha detto che “a gennaio 2011 ammontano a 18.9 i miliardi di euro dei finanziamenti bancari destinati all’economia calabrese, con un incremento del 6,6% rispetto allo stesso periodo del 2010. In particolare, i prestiti complessivi al sistema delle imprese hanno raggiunto i 9.4 miliardi di euro e un aumento sul 2010 del 7.7%.. Si tratta di segnali di miglioramento sul fronte dell’economia reale proprio grazie alla dinamica sostenuta dei finanziamenti ai settori produttivi in Calabria e nel Mezzogiorno. Nella nostra Regione non c’è una questione di credito, ma la necessità di conciliare con equilibrio il buon credito e un comparto industriale in movimento che, tuttavia, ha bisogno di rafforzare la sua dimensione e guardare con più forza ai mercati“.

All’incontro è intervenuto anche Demi Arena, che ha detto che “in una situazione di carenza di risorse, bisogna pensare anche ad altri strumenti. le imprese soffrono un sistema bancario inadeguato a comprendere le loro esigenze. Qui a Reggio, ad esempio, si sta sgretolando il sistema alimentare della grande distribuzione. Il problema è che la banca ci mette del suo nel rapporto con l’azienda e con il bilancio. Il piccolo imprenditore, appena sente profumo di soldi, chiede il finanziamento per comprarsi la macchina da centomila euro e poi, salendo di livello sociale, la mega-villa. E dopo pochi anni l’azienda fallisce, perchè quei fondi sono stati negati all’attività imprenditoriale. La banca deve saper fare i conti in tasca alle aziende, e non con un sistema informatico. L’informatica è uno strumento di lavoro, non uno strumento di merito“.
Per quanto riguarda la Banca del Mezzogiorno, Arena ha detto di augurarsi che “non sia semplicemente la sostituzione del termice ‘Cassa’ con ‘Banca’ perchè sarebbe deleterio. La questione meridionale non è una questione nazionale, noi chiediamo soltanto che alle porte del federalismo si faccia un esame di quella che è la differenza infrastrutturale e le condizioni di sviluppo tra nord e sud, poi ci assumeremo le responsabilità del nostro futuro. Siamo convinti che se riusciremo a rinnovare la nostra classe dirigente e cambiare la nostra cultura, tra qualche decennio sarà la questione del nord che sarà una questione nazionale e non quella del sud“.

Giacomo Mancini, Assessore Regionale al Bilancio, in chiusura, ha espresso “vivo apprezzamento nei confronti di Amedeo Canale, che dimostra di essere sempre più poliedrico. E’ stato un brillante Assessore al Comune della Giunta Scopelliti. Con lui abbiamo fatto il nostro primo atto amministrativo del nuovo assessorato Regionale, con il finanziamento dei fondi per il sistema di mobilità urbana di Reggio Calabria che pensiamo di poter realizzare con la nuova sindacatura, dopo le elezioni di maggio. La Banca del Sud è un’opportunità“. Mancini ha poi illustrato le politiche economiche e di bilancio dell’Amministrazione Regionale.

Infine, ha concluso i lavori il Presidente del Consiglio Regionale Franco Talarico, che ha apprezzato e condiviso quanto detto da Mancini sulle nuove politiche economiche dell’Amministrazione Regionale che proprio in questa settimana compie un anno di vita.

forumla2
Amedeo Canale, Presidente di ‘Formula Sud’

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: