LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Serie B: Reggina-Livorno 1-1, gli amaranto difendono il 5° posto

Posted by Peppe Caridi su 28, marzo, 2011

Buon pareggio in rimonta grazie al gol di Bonazzoli a metà del secondo tempo, ma la corsa per i play-off è ancora lunga. Polemiche sull’arbitraggio: il gol del vantaggio livornese è in fuorigioco e la Reggina reclama un rigore – Reggina-Livorno è il posticipo di lusso della 33^ giornata del campionato di serie B: i media nazionali l’hanno dipinto per tutta la settimana come un autentico “spareggio play-off”, con la Reggina impegnata a difendere il 5° posto e il Livorno alla ricerca di confermarsi al 6° che è l’ultimo utile per entrare nel gruppo delle 4 squadre che si contenderanno la serie A nella prima metà di giugno.
Atalanta e Siena hanno ormai staccato tutti e si involano verso un finale di campionato trionfale. Dopo è grande bagarre, e molto dipende da questa partita.
Atzori decide di rivoluzionare la squadra che è falcidiata da assenze e infortuni, specie quelli di Tedesco, Rizzo e Barillà, i pilastri principali del centrocampo amaranto. Il mister, allora, decide addirittura di cambiare modulo, gioca con il 3-4-3 e in attacco manda Sarno e Campagnacci intorno a Bonazzoli mentre in regia a centrocampo manda Montiel, che alla fine sarà il migliore in assoluto, e in difesa lascia in panchina Adejo lanciando Cosenza, Costa e Acerbi per la prima volta insieme dal primo minuto in questa stagione.

Al Granillo gli spettatori sono 6.100 circa, un pò di più rispetto alle ultime volte ma comunque pochi rispetto al blasone della partita, che è subito vivace e agguerrita.
Il Livorno tiene il pallino del gioco e il possesso palla grazie a un centrocampo molto più tecnico e robusto, con un grande Barusso, diga in fase difensiva e efficace in fase offensiva.
Nonstante ciò, è la Reggina a rendersi più volte pericolosa con la rapidità di Sarno e Campagnacci e l’attenta regia di Montiel e con un buon Rizzato sulla sinistra. Proprio dai suoi piedi, al 17°, la prima occasione da gol a cui segue il tiro di Bonazzoli, pericolosissimo al 25°. Al 29° minuto è Montiel a colpire la traversa con un tiro potente e preciso da 40 metri che fa scorrere un brivido lungo la schiena dei tifosi presenti al Granillo, ma pochi minuti dopo arriva la doccia fredda. Il Livorno segna al 33° minuto con Dionisi, in occasione di quello che sarà l’unico tiro in porta della partita.

La Reggina reagisce subito con grinta, Campagnacci sfiora il pari al 43° ma non c’è niente da fare.
Nel secondo tempo Atzori manda subito in campo Colombo al posto di Laverone, sposta Campagnacci accanto a Bonazzoli e un Sarno sempre più pimpante va a fare il trequartista: il 3-4-3 del primo tempo diventa 4-3-1-2.
La Reggina sfiora il pari al 58°, per ben due volte, grazie a sue giocate di classe di Sarno che prova a servire le punte che però non riescono a segnare.
Al 63° il momento chiave del match: Novellino praticamente si suicida sostituendo Barusso nel suo momento migliore e nella fase decisiva della gara.
Esce il migliore in campo (“ormai aveva dato tutto ed era spento” dirà l’ex trainer amaranto, oggi a Livorno, in sala stampa!) e la Reggina pareggia subito con una gran bella giocata di Campagnacci che, dalla sinistra, serve Bonazzoli che segna di testa.

Dopo il gol, la partita si addormenta, non ci sono più emozioni e l’1-1 va bene a entrambe le squadre.

LE PAGELLE

Puggioni 6 Inoperoso per tutto il match, incolpevole sul gol.
Cosenza 6 Potrebbe fare qualcosa di più sul gol, come Acerbi, ma per il resto gioca bene.
Costa 7 Ottima gara al centro della difesa, che riesce a guidare con autorità, classe ed eleganza. Incolpevole in occasione del gol.
Acerbi 6 E’ complice dell’errore difensivo, insieme a Cosenza, nell’occasione del gol di Dionisi, che però è probabilmente in fuorigioco. Per il resto, tante belle giocate in ogni fase e in ogni zona del campo.
Rizzato 6 C’è e spinge tanto, specie nel primo tempo. Poi torna indietro a fare, praticamente, il difensore.
Montiel 7,5 E’ la più gradita sorpresa della serata. Ottimo in fase propositiva, è la luce della squadra a centrocampo e sfiora anche un grandissimo gol.
De Rose 5 Sparito. Dopo le splendide partite di febbraio, sembra irriconoscibile.
Laverone 5 Non è incisivo sulla destra.
Sarno 7 Altra gradita sorpresa positiva. In fase offensiva è inventivo e ha qualità. Sarà utile di qui alla fine della stagione.
Campagnacci 7 La solita gara generosissima. Meriterebbe il gol.
Bonazzoli 7 Continua a segnare, è a quota 14, non ne aveva mai fatti così tanti in una sola stagione in carriera.
Colombo 6 Entra nella ripresa, è importante specie in fase difensiva e lo fa bene.
Castiglia 6 Sbaglia qualcosa in fase di possesso, ma è fondamentale, anzi decisivo, in fase difensiva.
N. Viola s.v.
All. Atzori 6,5 Rivoluziona la squadra e la prestazione gli dà ragione. Il risultato un pò meno, almeno per quelle che erano le intenzioni della vigilia, ma è figlio degli episodi. E, comunque, la mentalità, la grinta e il cuore che servivano per trovare il pareggio non erano facili o scontati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: