LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Reggio, è emergenza rifiuti. Oggi in città il commissario Melandri

Posted by Peppe Caridi su 25, marzo, 2011

Il Sindaco Raffa auspica un aumento della raccolta differenziata – A Reggio Calabria, e in gran parte della Provincia e della Regione, è emergenza rifiuti. Poche settimane dopo la crisi di febbraio, quando i lavoratori della Leonia erano in sciopero per il mancato pagamento degli stipendi arretrati, la città piomba nuovamente in una situazione disdicevole con grossi cumuli di spazzatura per le vie della città, intorno ai cassonetti, negli incroci, nelle vie del centro e della periferia.

Non succedeva da più di 10 anni, mentre in molte altre zone della Calabria, della vicina Sicilia e ancor di più a Napoli e in Campania, quella dei rifiuti era l’emergenza principale del territorio. Ma negli ultimi mesi la situazione dei servizi e dell’attenzione alle esigenze dei cittadini,a Reggio, è crollata con evidenti ripercussioni che si traducono in gravi disagi.

Stavolta l’emergenza non è legata a un problema cittadino, ma ad alcuni guasti strutturali delle discariche di Pianopoli (Lamezia Terme) e Sambatello (Reggio Calabria).

Oggi a Reggio arriva il commissario regionale per l’emergenza ambientale, il generale Graziano Melandri, ex comandante provinciale della Guardia di Finanza ed ex assessore comunale nella prima giunta Scopelliti: andrà a Sambatello per effettuare un sopralluogo e cercare di capire perché quell’impianto funziona a ritmo sincopato. Da questo sopralluogo si attendono risposte importanti per conoscere verso quale futuro si sta muovendo la città.

In attesa della visita del commissario, il sindaco Giuseppe Raffa segue costantemente l’evoluzione degli eventi “di una situazione comunque non legata all’agitazione dei lavoratori della Leonia, ai quali va comunque il mio totale apprezzamento per la professionalità e senso di responsabilità dimostrati in questi giorni. Apprezzamento che deve essere esteso anche alla dirigenza della società mista che, comunque, ha privilegiato il pagamento delle spettanze degli operatori a discapito di qualche fornitore”.
E anche le segreterie provinciali Fp-Cgil, Fit-Cisl, Uilt e Fiadel esultano per l’annuncio dato dai vertici della Leonia che “tra qualche giorno verrano pagati gli stipendi di febbraio”, scongiurando il pericolo di sciopero che avrebbe messo ancora più in ginocchio la città, resta da vincere l’emergenza rifiuti. “Siamo spiacenti per il territorio e per i cittadini che devono sopportarla. La questione dell’incapacità delle discariche sta creando un’emergenza che si amplifica a vista d’occhio in città e in tutti i paesi della provincia. Riteniamo che oltre al commissario per l’emergenza ambientale, la Provincia e i sindaci debbano insistere per un impegno straordinario e urgente della Regione e realizzare un piano che non affronti soltanto l’emergenza ma riesca a tracciare le basi per un programma a medio lungo termine che possa fare rientrare la “questione rifiuti” nei termini ordinari. Se non si riesce a fare ciò – concludono i sindacalisti – per la città metropolitana di Reggio e per tutto il territorio della provincia ogni ipotesi di sviluppo resterà soltanto un sogno”.

L’emergenza rifiuti ha spinto il sindaco Raffa a fare delle considerazioni anche per il futuro: “Urge potenziare la raccolta differenziata. La situazione che si è generata in città è legata alla limitazione, apparentemente ingiustificata, che ha bloccato il conferimento dei rifiuti nell’impianto di Sambatello per un massimo di cento tonnellate al giorno. Per affrontare l’emergenza circa 120 tonnellate verranno conferite nella discarica di Casignana, e per questo il nostro ringraziamento va al sindaco di Casignana per la disponibilità che ha dimostrato. Tutto ciò oltre che un disagio per i cittadini rappresenta anche aumento dei costi di 50.000 euro al mese per il trasporto”.
“La nostra produzione giornaliera di rifiuti – ha concluso Raffaè di circa 200 tonnellate, il che impone, ancora una volta, una forte riflessione sulla raccolta differenziata che va incrementata. L’occasione, dunque, deve servire anche per fare crescere in città la cultura della raccolta differenziata che riduce i costi e migliora la qualità della vita in città”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: