LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Serie B: la Reggina ferma sullo 0-0 la capolista Atalanta e si conferma al quinto posto, in piena zona play-off

Posted by Peppe Caridi su 19, febbraio, 2011

Gli amaranto giocano meglio dei bergamaschi, ma non riescono a trovare il gol. Altra grande prestazione di Alessio Viola – La Reggina continua a convincere e il brutto periodo a cavallo tra fine 2010 e inizio 2011 sembra ormai messo definitivamente alle spalle. Dopo il pareggio con il Padova e la vittoria di Modena, oggi pomeriggio contro la capolista Atalanta la Reggina ha ottenuto il terzo risultato utile consecutivo senza subire gol dalla prima della classe, e rafforzando il quinto posto della classifica, in piena zona play-off.
La squadra di mister Atzori è entrata in campo con grande foga, ha subito messo sotto l’Atalanta chiudendola nella propria metà campo e trascinando l’entusiasmo dei cinquemila tifosi presenti al Granillo.
Nella seconda metà del primo tempo, specie negli ultimi dieci minuti, l’Atalanta ha provato a venir fuori e ha costruito qualche occasione da rete, senza però concretizzarla.
Situazione analoga nella ripresa, con la Reggina a fare la partita e l’Atalanta a provare a pungere ripartendo a sprazzi. Una gara molto equilibrata, che di fatto s’è conclusa con un quarto d’ora d’anticipo quando le due squadre hanno deciso di non farsi più del mare, con lunghissimi minuti di possesso palla fatti di passaggi continui verso la propria linea difensiva o addirittura verso il portiere, quando ormai lo 0-0 andava bene a tutti rispetto alla paura di subire un gol che avrebbe decretato un risultato ingiusto e troppo pesante per chi avrebbe perso.

La clamorosa sconfitta del Siena, in casa 2-3 in rimonta dopo il 2-0 del primo tempo, contro il Piacenza, e lo stop del Novara sul campo del Livorno, adesso lanciano l’Atalanta da solo in testa alla classifica mentre la Reggina conserva il quinto posto in solitaria, inseguita da Torino, Livorno e Vicenza a un solo punto di distanza.
E sabato prossimo c’è proprio un Vicenza-Reggina che promette spettacolo in chiave play-off.

LE PAGELLE

Puggioni 7 E’ chiamato in causa solamente in un’occasione, ma risponde “presente”. E nelle uscite è sempre padrone dell’area di rigore, anche sui cross più pericolosi.
Adejo 7 Dopo la grave ingenuità di Modena, riesce a rifarsi con un’ottima gara in cui annulla Doni.
Cosenza 7 Si rende protagonista di una delle migliori prestazioni della sua stagione. E’ un muro al centro della difesa e non sbaglia praticamente nulla.
Acerbi 7 E’ una conferma, grande conferma. Ogni volta che tocca il pallone è una sicurezza, non lo perde mai e ne recupera decine. Lotta con grinta e qualità.
Rizzato 6 Non riesce quasi mai ad affondare sulla sinistra, pochi cross: non è certo l’uomo più pericoloso.
Rizzo 6,5 Inizia un pò in confusione, ma cresce nel corso della gara con belle giocate e tanto “lavoro oscuro” in mezzo al campo.
Castiglia 6,5 Gran bel primo tempo, cala nella ripresa.
Tedesco 6,5 Finalmente si rivede il “vero” Tedesco. Detta i tempi di gioco con esperienza e maturità, non riesce a “spaccare il mondo” come vorrebbe ma va bene lo stesso.
Colombo 6,5 Nonostante qualche piccola ingenuità, macina chilometri sulla fascia dove la Reggina è più pericolosa.
A. Viola 7,5 E’ in assoluto il migliore in campo. Subisce decine di falli, causa diversi cartellini gialli per gli avversari, si rende pericolosissimo sia con la palla al piede che in campo libero, mostra giocate di grandissima classe e sfiora il gol. Tantissimi applausi quando esce dal campo, il Granillo gli riserva un’ovazione con cinquemila tifosi in piedi a battergli le mani. La Reggina ha trovato la seconda punta che cercava, e pensare che ce l’aveva in casa da tempo … Ha 20 anni appena compiuti, è un giovane di grandissima prospettiva.
Bonazzoli 6,5 Di testa le prende tutte lui. Mette in campo tutta la sua classe, si rende pericoloso, poi crolla nel finale quando esce dal campo distrutto nei minuti di recupero.
Barillà 6 Sostituisce Castiglia a metà del secondo tempo, prova a vivacizzare un pò il gioco d’attacco della Reggina e in parte ci riesce, ma senza troppa incisività negli ultimi metri.
Campagnacci 6 Sostituisce Viola non appena si spegne, entra in campo quando ormai il pareggio sembra andar bene a tutti e non lascia il segno.
Zizzari s.v. Pochi secondi in campo nel finale.
All. Atzori 6,5 Con Colantuono si annullano a vicenda, ma ai punti avrebbe vinto la Reggina che – specie nel primo tempo e nella prima parte della ripresa – ha giocato molto meglio tenendo sempre il pallino del gioco. Avanti così.

Alessio Viola in sala stampa: “Sono contento, dobbiamo continuarte così”

Il primo protagonista della gara del Granillo a presentarsi in sala stampa è Alessio Viola, nativo di Oppido Mamertina, 20 anni appena compiuti e migliore in campo in assoluto di un Reggina-Atalanta sfida di vertice della serie B. Rispondendo alle domande dei giornalisti, ha detto che “Reggina e Atalanta sono due squadre abbastanza organizzate, è difficile arrivare in porta con facilità. Io ho trovato spazi quando le squadre si sono allungate, purtroppo sono mancato un pò negli ultimi 16 metri. Arretravo quando loro aumentavano il baricentro, un sacrificio che faccio con piacere per la squadra. Non vi so spiegare com’è possibile che a Benevento non riuscivo a trovare spazio, ma non mi va di parlare di quell’esperienza perchè è stata tutta negativa e non ho nulla di positivo da dire, ora penso solo alla Reggina. Forse in me è scattata una molla quando sono tornato a Reggio; io mi alleno sempre al massimo anche perchè il mister si basa tantissimo su come ci alleniamo durante la settimana. Non credo che io sono venuto qui per rimpiazzare Missiroli, sarei tornato anche se Missiroli non fosse andato via. Le mie qualità sono quelle, saltare l’uomo e creare la superiorità numerica. Per me è un piacere essere paragonato a Missiroli che era una componente molto importante per la Reggina. Per me è molto importante giocare accanto a Bonazzoli, devo aiutarlo quando va a prendere i palloni di testa. Questa cosa a Modena non aveva funzionato benissimo, ma oggi è venuta un pò meglio e dobbiamo continuare così“.

Colantuono: “Complimenti alla Reggina, anche per il manto del Granillo: è il migliore della B”

L’allenatore dell’Atalanta, Stefano Colantuono, ai microfoni della sala stampa di Reggina Atalanta ha parlato così: “Nei primi 25 minuti la Reggina era assatanata, abbiamo subito il loro ritmo, ci aggredivano altissimi ma non abbiamo subito un tiro in porta, sono contento che non abbiamo concesso nulla. Pur subendo il ritmo della Reggina, siamo rimasti sempre in partita e nel finale del primo tempo avevamo preso il pallino del gioco e averemmo potuto segnare il gol del vantaggio. Per noi questo è il decimo risultato utile consecutivo, è un buon punto che ci portiamo a casa e siamo felici anche perchè non abbiamo preso gol. Sul campo ci sono state due squadre che si sono annullate a vicenda. Negli ultimi 10 minuti non abbiamo giocato nè noi nè loro, avevamo tutti la paura di subire un gol occasionale dopo una partita equilibrata. Il punto fa classifica, per tutti, ve lo assicuro. Vorrei fare i complimenti a chi cura il campo perchè penso che sia il migliore della serie B, e in serie B non ci sono campi così. E’ un campo perfetto, bravi ai giardinieri della Reggina. La squadra amaranto? Sta facendo un ottimo campionato, penso che potrà lottare tranquillamente per i play-off fino alla fine“.

Atzori: “Sono sempre più orgoglioso di questi ragazzi, chi non credeva in loro si sta ricredendo”

Queste le dichiarazioni di mister Atzori in sala stampa dopo Reggina-Atalanta: “Oggi abbiamo dato tutto, abbiamo provato a fare tutto. Tenendo presente chi avevamo di fronte, penso sia andata molto bene. E’ un punto che oggi è giusto per quanto visto sul campo, è un punto che mi tengo stretto perchè sarebbe stato un peccato buttarlo via nel finale come c’è capitato spesso. I miei ragazzi mi sono piaciuti tanto, specialmente per lo spirito e per quello che abbiamo fatto vedere nel primo tempo. Ho fatto fare un lavoro durissimo ad Alessio Viola, gli ho chiesto di rimanere largo e allontanarsi dalla porta, impedendo di spingere al terzino destro dell’Atalanta, e lui ha interpretato la gara in modo eccellente. Dobbiamo imparare a sfruttare meglio le palle inattive, e mi piacerebbe un giorno riuscire a battere queste squadre come Siena e Atalanta, ma volerlo fare oggi sarebbe da presuntuosi, quindi sono contento così. I ragazzi sono stati molto bravi, specie in fase di non possesso, e non posso rimproverargli nulla. Oggi Tedesco mi è piaciuto tantissimo, riproporre una formazione del genere? Sì, potrei farlo, i ragazzi mi sono piaciuti molto. Alessio Viola? Fa un grandissimo lavoro durante la settimana. Appena è tornato da Benevento, ho detto al Presidente che ero contento perchè sapevo delle sue grandi qualità che io avevo visto d’estate. Purtroppo a Benevento non è andata bene, doveva andare lì per giocare ma ora è tornato ed è un buon giocatore per questa squadra, dialoga bene con Bonazzoli, sa tenere bene la palla al piede. Non voglio che cambi una virgola da quello che ha fatto in queste due settimane, non voglio che si monti la testa o che pensi chissà che, deve solo continuare così, ha ottime qualità. Oggi sono contento perchè questi ragazzi mi sembrano ritrovati: ho ritrovato quella squadra aggressiva e sbarazzina dell’inizio del campionato. La testa fa la differenza, e quando si è liberi da pressioni, pesi e giudizi inevitabili, si fa meglio. Nel primo tempo di oggi avete visto con che spirito e con che voglia siamo andati ad aggredire l’Atalanta … io voglio questo, non ho paura di giocarmela con nessuno, naturalmente badando ad ogni particolare e dando equilibrio alla squadra, però non bisogna mai essere rinunciatari. Sono soddisfatto della prestazione, del gruppo che ho creato, delle ‘bocche storte’ che a inizio stagione non credevano nelle nostre potenzialità“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: