LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Il mondo ricorda Ronald Reagan: 100 anni fa anniversario della nascita dell’ex presidente Usa

Posted by Peppe Caridi su 6, febbraio, 2011

L’ex presidente degli Stati Uniti, Ronald Reagan, ha lasciato un’impronta indelebile sugli anni Ottanta. Il 40/o presidente americano (dal 1981 al 1989) nacque a Tampico, nell’Illinois, il 6 febbraio 1911, figlio di un venditore ambulante di scarpe. Per pagarsi gli studi universitari (si laureo’ nel 1932 in scienze sociali) dovette far ricorso alla sua bravura nel football. Da qui il passaggio al giornalismo sportivo, in cui divento’ un apprezzato radiocronista. La notorieta’ acquisita come cronista lo spinse verso il cinema. Reagan comincio’ cosi’ nel 1937 a lavorare come attore in numerosi film.

Di alta statura e voce gradevole, che sfrutto’ poi come presidente guadagnandosi l’appellativo di ‘grande comunicatore’, Reagan giro’ in 28 anni 53 film, tra i quali si ricorda ‘Bonzo la scimmia sapiente’, in cui recita accanto a uno scimpanze’. Fu un attore, a giudizio dei critici, prestante e simpatico ma mediocre. Durante la Seconda guerra mondiale si arruolo’ come capitano dell’Air force. Tornato ad Hollywood, Reagan venne eletto presidente del sindacato attori dal 1947 al 1952 e negli anni del maccartismo, prese parte attiva alle campagne di epurazione dagli ‘studios’ degli elementi ritenuti filocomunisti e anarchici.

In questo periodo divorzio’ dalla moglie Jane Wyman, un’attrice dalla quale aveva avuto la primogenita Maureen – morta di cancro nel 2001, all’eta’ di 60 anni – e con cui aveva adottato Michael. Nel 1952 si risposo’ con Nancy Davis, che gli sara’ accanto peril resto della vita. Da ‘Mommy’, come Ronald chiamava in privato la moglie nasceranno altri due figli, Patty e Ronald jr.

Il lancio di Reagan nella politica attiva risale al 1954 con la proposta fatta gli dalla ‘General Motors’ di compiere un giro di conferenze nelle fabbriche. Il futuro presidente si creo’ in quegli anni un’importante rete di conoscenze, soprattutto trafinanzieri e industriali, che nel 1964 lo spinse nella politicaa tempo pieno.

Le occasioni furono la campagna presidenziale asostegno della candidatura del repubblicano Barry Goldwater enel 1966 la sua stessa candidatura a governatore della California. La vittoria di Reagan fu schiacciante. Fu quindi rieletto governatore nel 1970. Dieci anni dopo ottenne la nomination repubblicana nella corsa alla Casa Bianca. La sua vittoria contro il presidente democratico Jimmy Carter, massiccia, avvenne sullo sfondo della cattura degli ostaggi all’ambasciata Usa a Teheran (liberati mentre Reagan prestava il suo giuramento a Capitol Hill il 20 gennaio 1981).

Solo 69 giorni dopo il suo insediamento, il 30 marzo, Reagan fu ferito al torace da un colpo di pistola. Il presidente guari’ presto dall’attentato, ma la sua salute durante gli anni alla Casa Bianca fu spesso segnata da malattie.Venne operato a due riprese, per forme di cancro, nel 1985 e1987. La sua presidenza si caratterizzo’ per l’ottimismo e il sensodi fiducia che sapeva emanare. Nacque la ‘Reaganomics’, con lepiu’ ampie riduzioni fiscali nella storia Usa, e l’industriabellica ricevette un impulso senza precedenti. In politica estera, Reagan scelse la parte del ‘duro’.

Nel 1983 ordino’ l’invasione di Grenada e nell’aprile 1986 il bombardamento di installazioni militari in Libia. Sostenne la guerriglia dei Contras in Nicaragua e dei mujaheddin afghani in lotta contro l’occupazione sovietica. Incoraggio’ il programmaSdi (Iniziativa di difesa strategica), noto come ‘guerrestellari’ che contribui’ al deteriorarsi dei rapporti con l’Urss, da lui definita ‘impero del male’. Per combattere ilterrorismo arabo-islamico, ordino’ una vasta quanto fallimentare operazione militare a Beirut.

Reagan ottenne il suo secondo mandato nel 1984 diventando il piu’ anziano presidente americano. Fu il periodo dei grandi vertici Usa-Urss: Reagan si incontro’ con Mikhail Gorbaciov aGinevra, Reykjavik, Mosca, Washington, raggiungendo un’accordo per l’eliminazione dei missili a corto e medio raggio dall’Europa (i cosiddetti euromissili). Verso il termine del secondo mandato, la politica di Reagan comincio’ a subire i primi contraccolpi: si iniziarono avalutare i guasti della deregulation e del pesante deficit dibilancio, accompagnati dal crollo di Borsa del 1987. Tra il 1986 e il 1987 vennero alla luce documenti su vendite di armi Usaall’Iran per finanziare i Contras. Lo scandalo investi’ la Casa Bianca ma Reagan ne usci’ indenne. Il presidente concluse ilmandato con una popolarita’ altissima. Si ritiro’ in Californiada dove nel ’94 annuncio’ di essere affetto dal morbo di Alzheimer. Da allora non fu piu’ visto in pubblico fino alla morte avvenuta a Los Angeles il 5 giugno del 2004 a 93 anni. (ANSA)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: