LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Serie B: la capolista Siena fermata sul pari dalla Reggina al Granillo

Posted by Peppe Caridi su 22, gennaio, 2011

Per gli amaranto di Atzori è il terzo 0-0 consecutivo – Reggina-Siena è una partita di vertice per la serie B di quest’anno: al Granillo, in una delle gare più interessanti del campionato, i padroni di casa hanno ospitato la super-corazzata di Antonio Conte, arrivata in riva allo Stretto infarcita di ex (Brienza e Sestu su tutti, ma in totale erano ben 6!) con l’obiettivo di vincere per dare continuità alla “fuga” verso la serie A.
Per la Reggina era una partita importante per capire le potenzialità di questa squadra nella corsa play-off. Alla fine è finita 0-0, con indicazioni positive per entrambe le formazioni.
Per la Reggina è il terzo 0-0 consecutivo, dopo quelli con Sassuolo e Crotone: un risultato che smuove la classifica anche perchè tra le altre “grandi” che lottano per i primi posti non ha vinto nessuno: il Livorno è stato sconfitto in casa dall’Albinoleffe, Atalanta e Varese hanno pareggiato (sempre 0-0) nel Derby di Lombardia e il Torino è stato bloccato sull’1-1 in casa contro il Cittadella. 

La gara è stata molto tattica, con poche emozioni. Nel primo tempo entrambe le squadre hanno pensato più a difendersi che ad attaccare. Il Siena è stato pericoloso in un paio di occasioni sui calci da fermo, e ha anche colpito un palo a Puggioni battuto. La Reggina ha giocato in contropiede, chiudendosi in difesa con 5 uomini e impedendo al Siena di fare ciò che gli riesce meglio, e cioè sfondare sulle fasce. Rendendo inoffensivi gli avversari, gli amaranto hanno provato a pungere in contropiede ma senza mai impensierire troppo il portiere senese Coppola.
Nel secondo tempo la Reggina torna in campo con un piglio diverso, forte anche di un’evidente ottima condizione atletica. Nel primo quarto d’ora è padrona assoluta del campo e del gioco, il Siena va in difficoltà, ma nonostante un’evidente supremazia territoriale e di possesso palla, gli amaranto non riescono a pungere in area di rigore: il problema è sempre il solito, non c’è verso di buttare la palla dentro!
Il Siena tiene bene, addirittura nel finale con gli innesti di Calaiò e Reginaldo prova a vincere ma invano: lo 0-0 è un risultato già scritto e fa bene a entrambe le squadre, che escono dal campo tra gli applausi dei loro tifosi.

LE PAGELLE

Puggioni 6 E’ sempre sicuro tra i pali, anche se non è mai impegnato in interventi difficili.
Adejo 6,5 Bene, come tutte la difesa. Nonostante qualche sbavatura, è provvidenziale in diverse occasioni.
Cosenza 6,5 Ottima gara senza le indecisioni che a volte, in passato, lo hanno condizionato. Esce per infortunio, la speranza è che non sia nulla di grave.
Acerbi 6,5 Non è una novità, continua a brillare.
Laverone 6,5 Rispetto al solito sembra nascondersi, ma è impegnato in fase difensiva ed è ciò che oggi gli ha chiesto l’allenatore, che ha giocato con una difesa a cinque sin dalla partenza, in ogni momento della gara.
Barillà 7 E’ il migliore in campo e si rende protagonista della migliore partita del suo campionato. Difende in modo impeccabile sulla fascia sinistra e prova anche a pungere, specie nel secondo tempo, in fase offensiva.
Castiglia 5,5 Esce tra gli applausi dei tifosi del Granillo che lo adorano, ma neanche stavolta fa una partita memorabile, anzi …
Rizzo 6,5 Solita partita di grinta, lotta e tantissima quantità in mezzo al campo. Ottimo anche in fase propositiva.
Missiroli 5,5 Ennesima gara opaca,
Campagnacci 6 Sbaglia moltissimo negli ultimi 16 metri, anche in modo clamoroso. Non c’è nulla da fare, non riesce proprio a vedere la porta. Ma è protagonista di una buona gara, è sempre una spina nel fianco per la difesa avversaria e bisogna considerare il grande lavoro che fa in copertura, così come gli ha chiesto Atzori: in fase difensiva torna praticamente in linea con gli altri tre centrocampisti! Corre tantissimo, esce tra gli applausi.
Bonazzoli 6 E’ il solito grande lottatore e mette in campo tutta la sua qualità.
Burzigotti 6 Sostituisce l’infortunato Cosenza e non delude.
Adiyiah 5 Male, malissmo: sbaglia anche i passaggi semplici e non incide affatto sulla gara quando, invece, sostituendo Campagnacci nell’ultimo quarto d’ora, potrebbe – con la sua freschezza atletica – farsi valere molto di più.
Viola 5,5 Entra nel finale, va in difficoltà a centrocampo e non riesce a incidere in fase offensiva.
All. Atzori 6 Fermare questo Siena non era semplice, il bicchiere è mezzo pieno e l’impressione è che con questa rosa, soprattutto nel reparto offensivo, sia difficile fare di più. Bonazzoli a parte, in attacco la Reggina è davvero spuntata, e la società lo sa bene: sta operando sul mercato proprio per colmare queste lacune.

Serie B: i risultati della 23^ giornata

Livorno-Albinoleffe 1-2 (giocata ieri)
Atalanta-Varese 0-0
Frosinone-Piacenza 1-1
Grosseto-Sassuolo 1-0
Modena-Ascoli 0-0
Padova-Crotone 1-0
Pescara-Empoli rinviata per maltempo a data da destinarsi
Portogruaro-Vicenza 1-0
Reggina-Siena 0-0
Torino-Cittadella 1-1
Triestina-Novara si giocherà lunedì 24 gennaio alle ore 20:45

La classifica

Siena 44
Atalanta 44
Novara 43 *
Varese 39
Livorno 34 *
Reggina 34
Torino 34
Padova 32 *
Pescara 31 *
Vicenza 31
Empoli 29 *
Crotone 28
Grosseto 28
Modena 28
Albinoleffe 27
Cittadella 25
Sassuolo 24
Piacenza 22
Portogruaro 22
Triestina 21 *
Ascoli 21 **
Frosinone 20

* = una partita in meno
** = 5 punti di penalizzazione

Il prossimo turno (sabato 29 gennaio ore 15:00)

Albinoleffe-Ascoli
Crotone-Torino
Empoli-Varese (venerdì 28 gennaio ore 20:45)
Frosinone-Atalanta (lunedì 31 gennaio ore 20:45)
Novara-Cittadella
Padova-Modena
Pescara-Triestina
Piacenza-Reggina
Sassuolo-Portogruaro
Siena-Livorno
Vicenza-Grosseto

LA SALA STAMPA DI REGGINA-SIENA

https://i2.wp.com/www.strill.it/images/foto/adejo.jpgIl primo giocatore a presentarsi in sala stampa è il nigeriano Adejo: “Il Siena è stata in partita fino alla fine, ma non ho visto questa grande squadra, mi aspettavo qualcosa in più. Abbiamo giocato la partita alla pari, non penso che tra noi e loro ci sia la differenza di punti che c’è in classifica (10, n.d.r.). Noi giochiamo sempre con tutto il cuore e l’impegno possibile e immaginabile, purtroppo in questo periodo non riusciamo a fare gol ma l’importante è non prenderne“.

L’allenatore del Siena, Antonio Conte, nel post-partita del Granillo, in sala stampa, ha detto che “giochiamo sempre per cercare di ottenere il massimo, ci abbiamo provato anche oggi. Ma il Granillo è un campo molto difficile, la Reggina è molto organizzata, è una signora squadra. Il risultato finale non mi lascia l’amaro in bocca, noi specie nel primo tempo abbiamo giocato bene e anche nel secondo tempo, nonostante la Reggina avesse alzato il baricentro, non è che abbiamo sofferto più di tanto. Penso che il pareggio sia il risultato giusto per quanto s’è visto, con la consapevolezza che questo campo è molto ostico. Onore alla Reggina che sicuramente è un’ottima squadra che gioca a calcio bene come noi, per merito non solo dei calciatori ma anche di mister Atzori. Per noi è un turno comunque positivo anche alla luce dei risultati delle avversarie. La Reggina oggi s’è difesa bene, giocava in modo molto più offensiVO nel girone d’andata, come ha fatto a casa https://i2.wp.com/www.strill.it/images/foto/conte-antonio.jpgnostra, a Siena, quando è stata una partita molto più spettacolare. Noi non abbiamo giocato come sappiamo proprio perchè la Reggina si è difesa benissimo, con una specie di 5-4-1 visto che Campagnacci si abbassava sulla linea dei centrocampisti in fase difensiva. Penso che comunque anche la Reggina avrebbe dovuto rischiare qualcosa di più se vuole avvicinarsi a noi in classifica. E’ stata una partita molto tattica. La loro difesa è stata molto ermetica, i loro esterni, Laverone e Barillà, non hanno pensato ad attaccare ma solo a difendere sui nostri quattro attaccanti. Non so se la Reggina può competere per salire in serie A in modo diretto in uno dei primi due posti, ma sicuramente può lottare fino alla fine per i play-off“. Rispondendo a una domanda su Brienza, l’allenatore del Siena ha detto che “sicuramente Franco oggi ha pagato molto l’emozione di tornare nel suo stadio dove è stato per molti anni un giocatore rappresentativo. Brienza è un giocatore che mi ha colpito particolarmente per le soddisfazioni che riesce a darmi durante la settimana. Sta zitto, lavora, si sacrifica per la squadra, accetta le decisioni del mister: averne di giocatori così…“.

Il tecnico amaranto, Gianluca Atzori, è contento per aver bloccato il Siena capolista: “E’ colpa mia per com’è andata la partita, la Reggina nel primo tempo è stata molto bassa, s’è difesa troppo. Il baricentro doveva essere più alto, nello spogliatoio ho dato una strigliata ai miei ragazzihttps://i1.wp.com/www.strill.it/images/foto/atzori4.jpg ed è andata molto meglio. E’ colpa mia per il primo tempo, siamo stati troppo schiacciati in difesa perchè evidentemente mi ero espresso male prima della gara. Giocare così andava tutto sommato bene, ma bisognava farlo giocando 20-30 metri più avanti, avendo anche la possibilità di attaccare. Sono comunque contento della prova dei miei ragazzi, abbiamo annullato completamente i loro attaccanti. Il Siena non è riuscito, oggi, a giocare come gioca di solito. Io avevo detto ai miei ragazzi di giocare corti e un pò più indietro del solito, nel primo tempo, anche se pensavo comunque 20-30 metri più avanti, ma nel secondo tempo abbiamo cambiato atteggiamento, siamo stati più alti e abbiamo giocato di più nella loro metà campo. Conte ha detto che la gara dell’andata è stata molto più spettacolare? Certo, ha vinto lui … ognuno guarda alla sua squadra, e io oggi ho fatto la mia partita. Non vedo, nella nostra squadra, tutte queste cose negative. I miei ragazzi stanno dando il massimo, pretendere di più è praticamente impossibile. Sono ragazzi giovanissimi che hanno bisogno di crescere. Un giorno diventeranno come il Siena, oggi sono giovanissimi e devono lavorare per diventare come i vari Brienza, Calaiò, Mastronunzio, Reginaldo … Oggi la Reggina sta godendo di un ottimo momento in fase difensiva, un pò peggio è la fase offensiva ma i ragazzi sono sempre gli stessi e anche il modulo, è un periodo che può capitare. Probabilmente adesso questi ragazzi sentono di più la responsabilità della zona play-off, c’è una pressione differente rispetto all’inizio del campionato quando erano molto più tranquilli e avevano la voglia di dimostrare a tutti quanto valgono. Non penso che, vista l’età che hanno, siano in grado di sopportare la pressione data dalla stampa, dagli avversari, da questa categoria in genere“.

laveroneLorenzo Laverone è stato chiamato a una partita di grande sofferenza sulla fascia contro un giocatore come Alessio Sestu: “Sapevamo della forza degli avversari soprattutto sugli esterni, avevamo un compito particolare ma abbiamo risposto nel migliore dei modi al loro reparto offensivo. Oggi abbiamo lavorato più in copertura che nella spinta. Noi siamo una squadra giovane, siamo tanti ragazzi esordienti in serie B e siamo in zona play-off. Le critiche non ci fanno bene in questo periodo, abbiamo bisogno di sostegno perchè vogliamo continuare a fare bene. Penso che anche nelle ultime gare abbiamo dimostrato impegno e cuore“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: