LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Saguccio (Bagaladi, Rc) raccontata da Salvatore Marrari

Posted by Peppe Caridi su 3, dicembre, 2010

di Salvatore Marrari – Saguccio è una piccolissima frazione dell’area grecanica, ormai completamente disabitata, che fa parte del territorio di Bagaladi (dal dialetto greco-calabro: Vadalàdes) che è un comune di 1.184 abitanti della provincia di Reggio Calabria . È una delle porte di accesso al Parco Nazionale dell’Aspromonte.La frazione è situata lungo la strada percorsa da Garibaldi per raggiungere l’Aspromonte, si inserisce in un ambiente caratterizzato dalla numerosa presenza di uliveti,castagneti, querceti,alberi da frutta e dalle acque minerali. Il territorio presenta uno sviluppo altimetrico di circa 1100 s.l.m. sino a raggiungere i 1673 nel sito di Pantanizzi. Altre frazioni vicine sono i nuclei abitati di Ielasi, Embrisi e Gornelle.Il territorio di Saguccio, zona a verde boschivo lussureggiante,è raggiungibile anche in auto con stradine e sentieri sterrati che a tratti sono intersecati da sorgive e torrentelli che insieme alimentano e formano il torrente Tuccio sfociante a Melito Porto Salvo. Le poche abitazioni chiuse, ma visitate dai leggittimi proprietari, saltuariamente, sono una testimonianza della dura vita di montagna che le genti affrontavano con la pazienza e la caparbietà che è tipica dei popoli aspromontani. In fondo alla vallata, tra orti e pendii, spiccano i ruderi di un vecchio mulino che, per la sua grandezza era a servizio di molte frazioni vicine.
La nascita di Bagaladi, il comune primario, è pure legata, oltre che alla Magna Grecia, all’insediamento di monaci basiliani, i cui monasteri, anche in altri casi, diedero origini a successivi centri abitati nella valle del Tuccio; infatti, le fonti storiche ne testimoniano la presenza in diversi paesini , eretti tra il nono e il decimo secolo (San Michele, San Teodoro, San Fantino). Le splendide fotografie testimoniano quanto relazionato di una zona ricca di acque in una cornice di verde sacrale che il buon Dio ha voluto regalare a questa parte di calabria, povera di speranze, ma ricca di storia e di ideologie che hanno caratterizzato e plasmato ogni singolo abitante di questo vasto territorio montano: Gente d’Aspromonte !

Annunci

Una Risposta to “Saguccio (Bagaladi, Rc) raccontata da Salvatore Marrari”

  1. Fa piacere leggere detti servizi, essi dovrebbero essere di sttimolo e di conforto , aiuto per i politici.
    Aiutare tutta la provincia con le dovute segnalazioni di corrispondenti locali. IL politico coadiuvato con dei manager Urbanista, Ing, archietetto, Perito edile, geometra e …levatrice dovrebbe provvedere ad un riesame e ad una rivalutazione dei piccoli centri della provincia. Come mai le altre province riescono a risolvere i problemi e reggio rimangono insoluti? Il servizio giornalistico merita un plauso DBV

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: