LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Serie B: una splendida Reggina perde a testa alta sul campo della capolista Novara

Posted by Peppe Caridi su 22, novembre, 2010

Il 3-1 finale non rispecchia quanto visto durante la gara, dominata a lunghi tratti dagli amaranto. Migliore in campo il portiere del Novara Ujkani – L’assenza di Bonazzoli, infortunato probabilmente fino a Natale, pesa in casa Reggina. Eccome se pesa: in una gara splendida come quella giocata sul campo in erba sintetica dello stadio Piola di Novara, agli amaranto è mancata solo la concretezza in area di rigore che a un bomber come Bonazzoli certo non manca. E così, come già accaduto con il Torino nove giorni fa, la Reggina gioca bene, crea tantissime clamorose occasioni da gol ma non riesce a buttarla dentro. E il Novara ha vinto così. La partita è stata dominata dalla Reggina, che ha battuto ben 10 calci d’angolo contro i 3 degli avversari, che ha avuto il 60% del possesso palla e un grande predominio territoriale, che ha grande rammarico per le tantissime occasioni da gol non sfruttate al contrario dei padroni di casa che hanno fatto tre gol con quattro tiri nello specchio della porta di Puggioni.

Già nei primissimi minuti di gioco la Reggina parte fortissimo, va al tiro con Viola ma Ujkani, portiere albanese del Novara, inizia a metter subito le cose in chiaro: sarà strepitoso per tutto il match. La partita è fatta dalla Reggina che, però, va subito sotto al primo contropiede dei padroni di casa: Marianini è liberissimo sulla destra e allora può crossare per Schiavone che segna di testa al sesto minuto di gioco.

Ma per la Reggina è come se niente fosse. Senza subire il colpo, i ragazzi di mister Atzori reagiscono, continuano a macinare gioco e si rendono più volte pericolosi dalle parti di Ujkani. E’ davvero clamoroso quello che succede a cavallo del quarantesimo: per oltre cinque minuti il Novara non riesce a uscire dalla propria area di rigore, la Reggina va vicinissima al pareggio prima con Sy, poi con Rizzato che già in precedenza aveva sfiorato l’1-1, e poi in modo ancor più clamoroso con Acerbi e Cosenza: merito di Ujkani, miracoloso.

Il Novara, così, riesce ad andare al riposo sul risultato di 1-0. L’avvio di secondo tempo è sulla falsariga del primo: la Reggina ricomincia ad attaccare ma dopo appena tre minuti con un altro contropiede il Novara conquista un calcio di punizione battuto da Gemiti che crossa per Bertani, perso in area da Cosenza: l’attaccante segna così facilmente la rete del 2-0.

La Reggina prova ancora a reagire, non si dà per vinta e continua ad attaccare a testa bassa. Clamorosa occasione per Sy che, al 7° minuto, avrebbe potuto riaprire il match da solo nell’area piccola davanti al portiere, ma cicca il pallone. Al 20° minuto Atzori manda nella mischia Tedesco e Adiyiah e ma a sfiorare il 2-1 è Campagnacci che con un grande gesto balistico, estrae dal cilindro una meravigliosa rovesciata con la palla che sfiora il palo a portiere battuto.
La Reggina non è neanche fortunata.
Il gol del 2-1 arriva a otto minuti più recupero dal termine, con Cosenza che svetta più alto di tutti su un calcio d’angolo. A quel punto, il Novara inizia ad avere paura, si chiude in difesa e la Reggina assedia la porta di Ujkani. Tre minuti dopo il gol Missiroli ha la palla del 2-2: si ritrova solo nel cuore dell’area di rigore e riceve un cross al bacio su punizione di Tedesco, ma sbaglia clamorosamente. La Reggina ci prova anche nei minuti di recupero, riversandosi in avanti anche con i difensori ma il Novara con una grande azione personale del fenomeno Gonzalez (che però fa fallo su Acerbi) chiude definitivamente i conti sul 3-1, scatenando la festa dei tifosi di casa.

Il mister Gianluca Atzori si è detto orgoglioso della prova offerta dalla sua Reggina. Nell’immediato dopo gara il tecnico amaranto ha raccontato le sue emozioni ai microfoni della radio ufficiale della Reggina, Touring 104: “Ho davvero l’amaro in bocca, dispiace. Naturalmente speravo di riuscire a riprendere la partita anche in virtù delle tante occasioni create. Abbiamo offerto una grandissima prestazione ma dobbiamo accettare il risultato. Abbiamo messo in grande difficoltà la capolista, usciamo a testa altissima da qui e guardiamo avanti. Ricominciamo! Specie nel primo tempo meritavamo di trovare il pari, poi ad inizio secondo tempo abbiamo commesso un errore incomprensibile. Lo farò vedere 1500 volte ai ragazzi, non possiamo concedere un vantaggio del genere. Nonostante tutto siamo riusciti a rimetter la gara in carreggiata ed abbiamo avuto l’occasionissima con Missiroli, i miei ragazzi meritavano almeno il pareggio. Sul terzo gol c’era un fallo anche piuttosto evidete ma, pazienza: erano le battute finali. Questi ragazzi sono giovani, devono crescere: hanno vent’anni e bisogna aspettarli, non abbiamo cambiato i nostri obiettivi. Abbiamo grande carattere, penseremo alla Fiorentina in Coppa Italia che è un traguardo che ci siamo guadagnati e vogliamo trarre il massimo anche da quella partita. Poi ci aspetteranno tre gare ravvicinatissime in campionato: Varese, Albinoleffe e Grosseto, staremo a vedere. Questa Reggina – ha concluso il mister – gioca al calcio, i nostri 28 punti sono arrivati attraverso il gioco, l’attacco alla porta, il fraseggio esattamente quello che abbiamo fatto anche oggi a Novara”.

LE PAGELLE

Puggioni 6 Deve fare praticamente solo una parata, ed è sicuro. Incolpevole sui gol.
Adejo 6,5 Dopo la clamorosa sbavatura in area di rigore al terzo minuto, si rende protagonista di una gara impeccabile.
Costa 6 E’ costretto a uscire per infortunio nella prima parte del match: sfortunato, fino a quel momento stava tenendo bene la difesa. La speranza è che non sia un infortunio grave, nonostante sia uscito dal campo in barella.
Acerbi 6,5 Altra splendida gara, ormai è una certezza tra i migliori difensori in assoluto di questa serie B. Sempre pericoloso di testa sui calci piazzati, nella fase difensiva è una garanzia. E, fino al 90°, riesce ad annullare Gonzales che poi lo beffa nel recupero proprio su un contrasto fisico, lì dove Acerbi non avrebbe dovuto alcun problema a sovrastarlo. Ma a quel punto della gara era ormai praticamente distrutto e la “spallata” di Gonzales è sembrata davvero eccessiva, molto probabilmente l’arbitro avrebbe dovuto fischiare il fallo.
Rizzato 6 Ma dov’era finito in occasione del primo gol del Novara? A coprire la fascia sinistra doveva esserci proprio lui. Da lì in poi, si dà molto da fare in fase offensiva, sfiora due volte il gol e anche nel secondo tempo prova a vivacizzare il gioco, seppur con meno risultati.
Rizzo 6 Buona prova, la Reggina domina a centrocampo ed è anche merito suo.
Viola 6 Pennella palloni a destra e sinistra con geometria e precisione: da applausi.
Missiroli 5 Senza Bonazzoli, dovrebbe essere lui a prendere la squadra sulle spalle e trascinarla nei momenti di difficoltà. Invece l’impressione è che siano gli altri compagni di squadra a dover fare lo stesso con lui. Clamoroso l’errore nel finale, sulla sua testa c’era il pallone del 2-2.
Colombo 5 Male: a una lentezza tecnica e tattica aggiunge anche eccessivo nervosismo rischiando il cartellino rosso dopo quello già rimediato a Cittadella.
Sy 5 Nei primi 20 minuti è inguardabile, sbaglia tutti i palloni che tocca. Poi cresce, nel finale del primo tempo si rende anche pericoloso, ma nella ripresa si spegne.
Campagnacci 6,5 E’ l’unico attaccante di questa Reggina che ha dimostrato di poter meritare il posto da titolare accanto a Bonazzoli, e lo ha confermato anche stasera. Certo, gli manca ancora il gol (ne ha fatto solo uno in questo campionato), deve migliorare in questo, provando a “vedere” di più la porta. Sfortunato in occasione della rovesciata, sarebbe stata una rete bellissima.
Cosenza 6,5 Si perde Bertani in occasione del 2-0, ma rimedia con il bel gol del 2-1 e nel primo tempo Ujkani gli toglie dall’incrocio un pallone fantastico.
Tedesco 5 Chi si chiede ancora come mai al “suo posto” gioca titolare Nicolas Viola, stasera forse avrà avuto le risposte che attendeva. Entra ma è lento, sbaglia tanti palloni e non riesce a dare la scossa. Per giunta, da una sua grave ingenuità nasce il contropiede del definitivo 3-1.
Adiyiah 5,5 Gioca praticamente da ala sinistra, non cerca quasi mai l’area di rigore.
All. Atzori 6,5 Che dire? Questa Reggina gioca benissimo. Fosse andata a Novara per chiudersi, probabilmente non avrebbe preso in quel modo il gol dell’1-0 ma chi può dire che partita avremmo visto? Il modo di giocare della Reggina è questo, e gioca così su tutti i campi e con tutti gli avversari, com’è giusto che sia. Se poi, a maggior ragione, riesce anche a farlo così bene, c’è poco da rimproverare all’allenatore. Il risultato è un’altra cosa, determinato dagli episodi che stasera a Novara sono stati tutti sfortunati. Ma “la ruota gira”, come si suol dire, e se si gioca sempre così bene la Reggina rimarrà nei primissimi posti della classifica a lungo. Soprattutto se a gennaio arriveranno gli innesti giusti lì, in area di rigore, come validi sostituti di Bonazzoli. Unico appunto per il mister: forse – ma lo scriviamo col senno di poi – l’ingresso di Laverone al posto di Colombo per avere velocità sulla destra anzichè togliere un ottimo Viola per un Tedesco che ha fatto praticamente solo danni, sarebbe stato meglio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: