LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Serie B: tra Reggina e Torino un gran bel pari in una partita dalle grandi emozioni

Posted by Peppe Caridi su 13, novembre, 2010

I gol sono dei due bomber, Bonazzoli e Bianchi, nei primissimi minuti della gara. Poi sono costretti entrambi a uscire per infortunio, e senza di loro Reggina e Torino pur dando spettacolo e creando tantissime occasioni da gol, non riescono a mettere la palla in rete – Grande partita al Granillo tra Reggina e Torino: uno spettacolo del genere meriterebbe ben altri palcoscenici rispetto alla serie B, almeno per quanto visto in campo.
I circa settemila spettatori del Granillo sono tornati a casa soddisfatti.
La Reggina parte fortissimo, conquista un calcio d’angolo dopo 20 secondi dal via e passa in vantaggio al quarto minuto. L’azione del gol è da accademia del calcio: Adejo si invola sulla destra con una giocata pregevole, dà in mezzo a Campagnacci che dal limite dell’aria appoggia a Bonazzoli. Il bomber gira a sua volta il pallone a Viola, che apre benissimo per Barillà sulla sinistra. Dal piede del giovane reggino arriva un cross preciso per la testa di Bonazzoli, che intanto si era in serito sul secondo palo: grande stacco di testa e palla in rete.

Il vantaggio, però, dura poco. Il Torino si dimostra ostico e roccioso e reagisce con rabbia, e al 12° minuuto trova un rocambolesco pareggio del fischiatissimo ex Rolando Bianchi, che si ritrova solo davanti al portiere col pallone tra i piedi dopo uno sfortunato svarione difensivo della Reggina.

Dopo il gol, il Torino di Franco Lerda è costretto a sostituire per infortunio prima Pratali e poi lo stesso Bianchi e al 16° minuto ha già effettuato due cambi.
La Reggina pare subire il colpo dopo l’1-1, ma dura poco: giusto il tempo di riorinare le idee e gli amaranto tornano a spingere.
Clamorosa occasione al 22° minuto per Campagnacci che, lanciato da uno splendido assist di Bonazzoli, spara alto da posizione ravvicinata.

Al 34° minuto anche Atzori è costretto a un cambio pesante: Bonazzoli, ancora infortunato, esce tra gli applausi e viene sostituito da Zizzari, che va ad affiancare Campagnacci come col Portogruaro e a Cittadella.

Il finale di primo tempo, con tre minuti di recupero per i tanti cambi e le numerose interruzioni, è tutto amaranto.

Al 40° minuto, Ogbonna salva miracolosamente su Zizzari dopo una bell’azione di Campagnacci, lanciato da Rizzo.
Al 42° Missiroli di testa sfiora la traversa su cross al bacio proveniente da una punizione di Viola.
Al 43° la Reggina reclama un calcio di rigore per un fallo di mano che stoppa un bel triangolo tra Adejo e Missiroli, ma l’arbitro non lo concede. Dopo qualche secondo, Rizzo si inserisce in mezzo a quattro avversari e arriva a crossare dal fondo, ma sul secondo palo non c’è nessuno.
Al 46° Missiroli vene steso in area dopo una travolgende azione personale, ma anche qui l’arbitro decide di non assegnare il calcio di rigore.
Al 48° esplode lo stadio perchè Barillà riesce a segnare su assist ravvicinato di Zizzari, ma il gol viene annullato per fuorigioco.
E allora si va al riposo sull’1-1.

La Reggina torna dagli spogliatoi scatenata, così come aveva chiuso il primo tempo.

All’8° minuto Bassi salva su Zizzari.
Al 10° Adejo recupera un gran pallone e lo fornisce a Zizzari che però, solo davanti al portiere e con la possibilità di servire Campagnacci solo nel cuore dell’aria piccola, tira di molto fuori divorandosi un gol facile.

La Reggina continua a giocare bene, ma il Torino non si accontenta del pareggio e ne viene fuori una partita davvero emozionante e spettacolare. Gli ospiti granata sfiorano più volte il gol del vantaggio su contropiede, la Reggina sembra andare nel pallone e alterna momenti di sbandamento ad azioni travolgenti che esaltano lo stadio.

Dopo il 20°, il Torino si rende pericoloso più volte in modo davvero clamoroso, ma la Reggina riesce a salvarsi.

Al 25° Laverone mette in mezzo dalla destra, impegnando Bassi in un doppio intervento.
Zizzari in attacco sembra poco concreto, così come Campagnacci che non è certo cinico, ma fa un gran lavoro. L’impressione è quella che, senza Bonazzoli, lì in mezzo all’aria manchi un finalizzatore che possa portare a termine nel modo migliore la grande mole di gioco della squadra.
Al 93° De Feudis fa venire i brividi al pubblico, ma Puggioni respinge benissimo in angolo, e la partita si conclude sull’1-1 dopo 96 minuti di autentico spettacolo.

LE PAGELLE

Puggioni 7 C’è sempre, con sicurezza. Prodigioso nel finale, salva il risultato.
Cosenza 6 La competizione con Costa, evidentemente, gli consente di rendere ancora meglio. Ennesima buona gara.
Costa 6,5 Ancora una grande prova in mezzo alla difesa. Definitivamente ritrovato. Alla fin fine, lo scambio con Bellusci del Catania saltato all’ultimo secondo del calciomercato si sta rivelando un gran colpo di fortuna.
Acerbi 7 Ancora una volta tra i migliori. E’ impeccabile, non sbaglia nulla.
Adejo 6,5 Ottima prova da ala destra.
Rizzo 6,5 Torna dopo la squalifica e torna a far macinare bene il centrocampo.
Viola 6,5 Lotta con grande grinta su ogni pallone, instancabile.
Barillà 6,5 Splendido l’assist, gioca molto bene specie nel primo tempo.
Missiroli 6,5 Alterna grandi giocate con qualche sbaglio anche molto ingenuo, dovuto alla poca lucidità in quanto corre tantissimo ed è una costante spina nel fianco tra i reparti degli avversari.
Campagnacci 6 Ahhh se fosse un pò più concreto in zona-gol, il paragone con Rooney davvero sarebbe realistico …
Bonazzoli 7,5 Un voto così alto è insolito per un giocatore che sta in campo solo 34 minuti. Ma se basta per un bel gol, tanto gioco, sacrificio e assist smarcanti beh … allora è tutto meritato, a maggior ragione se si considerano le conizioni atletiche non ottimali.
Zizzari 5 Sostituisce Bonazzoli ma non sembra proprio all’altezza.
Laverone 5,5 Entra nella ripresa ma non è incisivo.
Sy 5,5Vedi Laverone.
All. Atzori 6,5 Mette in campo la squadra migliore e si vede una delle migliori Reggina della stagione, nonostante alcune amnesie nella ripresa su cui bisogna lavorare. Insieme a quella della partita col Crotone, anche stavolta la squadra ha dato grande spettacolo dall’inizio alla fine. Peccato che, come in quell’occasione, è finita in pareggio: un punto comunque prezioso nell’ottica della stagione, anche perchè ottenuto contro una grande squadra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: