LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Serie B, la Reggina si ferma a livorno: brutta sconfitta 3-0 allo stadio Picchi

Posted by Peppe Caridi su 30, ottobre, 2010

Dopo un ottimo primo tempo, gli amaranto crollano nella ripresa. Tanti dubbi sulle scelte di Atzori – Dopo sette risultati utili consecutivi, la Reggina ritrova la sconfitta in campionato nel difficile campo del Livorno, adesso subito dietro gli amaranto in classifica. Atzori manda in campo una squadra che, seppur con due sole novità rispetto alla formazione delle ultime partite, rivoluziona gli assetti tattici: Montiel in regia di centrocampo al posto di Nicolas Viola (che non è neanche in panchina!) e Sy al posto di Campagnacci accanto Bonazzoli. Scelte che alla fine faranno discutere molto.
Nel primo tempo, dopotutto, è la Reggina ad essere padrona del match. Ha gran possesso palla e predominio territoriale, ma non riece a trovare il gol del vantaggio. Il Livorno è percoloso in contropiede e con i tiri da fuori, ma Puggioni è sempre attento.
Nella ripresa cambia tutto al terzo minuto: Cosenza è un pò ingenuo ma il rigore non è nettissimo, fatto sta che dal dischetto Iori sigla l’1-0. C’è tutto il tempo per organizzarsi e provare a pareggiare, ma stavolta la Reggina non riesce a reagire come altre volte è capitato in questa stagione fin qui brillante, e pur provando ad alzare il baricentro, non è mai pericolosa nell’area di rigore avversaria. Al 25° minuto, inoltre, Cosenza (già ammonito in occasione del rigore) commette un fallaccio al limite dell’area di rigore, e viene espulso.
E così, inevitabilmente, a dieci minuti dalla fine il Livorno raddoppia con Barusso e dopo due minuti l’ex Biagio Pagano segna il definitivo 3-0, concludendo un’azione nata da un clamoroso errore di Adejo.

Fanno discutere, come dicevamo, le scelte di Atzori: la partita di Frosinone, in cui Montiel e Sy avevano fatto bene, era pur sempre una gara di Coppa Italia, contro le riserve e i giocatori della primavera dei Ciociari. Un’occasione forse anche utile per avere determinate indicazioni tecniche e tattiche, ma non a livello da essere decisiva sulle scelte di una partita di campionato così importante e difficile come una trasferta a Livorno.
Viola è stato uno dei migliori in assoluto di questo primo scorcio di stagione, e la scelta di spedirlo in tribuna è alquanto incomprensibile, a meno che il centrocampista di Oppido Mamertina non abbia risentito di qualche affaticamento muscolare nell’ultima rifinitura. Mettere da parte Viola significa compromettere la coppia, già ben rodata da anni, con Rizzo sulla linea mediana, oltre a perdere il giocatore amaranto più abile sui calci piazzati. Non solo rigori e punizioni, ma anche calci d’angolo: quelli battuti oggi da Montiel sono stati tutti inguardabili, e questa Reggina sui calci da fermo ha costruito tante occasioni e tanti gol.
Montiel è sembrato troppo leggero e spaesato per la serie B, non ha messo in mostra i numeri di classe che certamente ha forse anche perchè ha giocato in un ruolo che non è il suo, ma a maggior ragione l’impressione è che qualora si volesse far riposare Viola, al suo posto avrebbero potuto dare di più sia Castiglia che Tedesco, entrambi lasciati fuori dal campo.
Anche la scelta di Sy lascia molti dubbi: il giovane attaccante francese deve ancora crescere, specie fisicamente, per affrontare di petto la sfida della serie B. Fin qui è sembrato l’attaccante meno concreto di questa Reggina. Anche oggi ha fallito la più clamorosa occasione della Reggina, a metà del primo tempo, su splendido assist di Bonazzoli, dopo il clamoroso errore di Bergamo dove nel finale aveva fallito il facilissimo gol del’1-2.
Inoltre Sy non riesce a intendersi con Bonazzoli così bene come Campagnacci, che crea spazi, fa gioco e rappresenta spesso un problema per le difese avversarie. Anche qui, la rosa fornisce ampie scelte: pur volendo far riposare Campagnacci, certamente Adiyiah e Zizzari, entrambi in tribuna, avrebbero fatto meglio. Almeno questo hanno dimostrato quando sono stati impegnati.

A Livorno, la Reggina è crollata nella ripresa. Nessuno può sapere come sarebbe andata a finire se avessero giocato i soliti titolari, ma il dato di fatto è che i nuovi innesti sono stati i peggiori in campo.

LE PAGELLE

Puggioni 6 Incolpevole sui gol, fa quello che deve sui pericolosi tiri da fuori che arrivano nel primo tempo.
Aejo 6 E’ il migliore per tutta la gara e sarebbe quello col voto più alto in assoluto se non compromettesse un’ottima prestazione con un’erroraccio da cui scaturisce l’azione del 3-0 livornese.
Cosenza 4,5 Ingenuo sul rigore e soprattutto nel secondo fallo che causa la sacrosanta espulsione.
Acerbi 5,5 Poche sbavature di una gara non certo da incornicare per l’intero reparto arretrato. Zero gol subiti nelle ultime tre gare, ma oggi tre gol subiti in appena 40 minuti di gioco.
Laverone 5 Dov’è finito quel “cavallo pazzo” d’inizio stagione?
Rizzo 6 Belle aperture, ottimo nel primo tempo. Cala nella ripresa. Soffre le indecisioni di Montiel e l’assenza di Viola.
Montiel 4 Inguardabile sui calci piazzati, debole e indeciso a centrocampo. Perde più palloni di quelli che riesce a giocare, nonostante qualche bella verticalizzazione nel primo tempo.
Rizzato 5,5 Come per Acerbi, la sua prestazione personale non è da rimproverare, ma paga la giornataccia della squadra, specie nella ripresa.
Missiroli 4 Non ne azzecca una, già a partire dal primo tempo, quando è il peggiore di una squadra che giocava bene, decisamente meglio dei padroni di casa. Continua il periodo-no, forse legato alla posizione tattica che il mister gli impone in campo. Sembra un giocatore diverso rispetto alla passata stagione, in cui ha trascinato la squadra all’importantissima e difficile salvezza.
Sy 4 Fallisce un gol facile su assist di Bonazzoli nel primo tempo, per il resto è sempre lontano dal vivo del gioco. Bocciato.
Bonazzoli 6 E’, come sempre, da applausi. Dà tutto ciò che ha, gioca di sponda, si trasforma in assist-man, sfiora il gol. Più di così … Il vero problema è che se non segna lui, la Reggina resta a secco.
Campagnacci 6 Entra nella ripresa, prova a vivacizzare le sortite offensive della Reggina ma il Livorno si chiude e poi, da quando ha l’uomo in più, diventa tutto più difficile.
Costa s.v. In campo 12 minuti, non tocca il pallone.
Colombo 5 In campo 12 minuti, tocca due palloni e commette due brutti errori.
All. Atzori 4 Ne abbiamo già parlato ampiamente, stavolta è protagonista di scelte quantomeno discutibili. Cambia una squadra vincente e il risultato è una sonora, meritata, sconfitta. Dubbi anche sulle sostituzioni.

Risultati 12′ Giornata di serie B

Atalanta-Padova 4-1
Cittadella-Grosseto 2-1
Empoli-Crotone 0-0
Frosinone-Triestina 1-0
Livorno-Reggina 3-0
Novara-Albinoleffe 3-0
Pescara-Modena 0-2
Portogruaro-Piacenza 0-0
Vicenza-Varese 0-1
Sassuolo-Siena lunedì ore 19:00
Torino-Ascoli lunedì ore 21:00

La classifica

Novara 28
Siena 22 *
Atalanta 21
Reggina 21
Livorno 20
Empoli 20
Padova 19
Varese 17
Crotone 16
Frosinone 16
Vicenza 16
Pescara 15
Modena 15
Torino 13 *
Grosseto 12
Triestina 12
Albinoleffe 12
Portogruaro 12
Piacenza 11
Cittadella 11
Ascoli 10 *
Sassuolo 9 *

Prossimo turno (sabato 6 novembre ore 15:00)

Reggina-Portogruaro (venerdì 5 novembre ore 19:00)
Triestina-Atalanta (venerdì 5 novembre ore 21:00)
Albinoleffe-Sassuolo
Ascoli-Novara
Crotone-Pescara
Grosseto-Torino
Modena-Livorno
Padova-Empoli
Piacenza-Vcenza
Siena-Frosinone
Varese-Cittadella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: