LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Coppa Italia: la Reggina fa il bis a Frosinone, espugna il Matusa 2-4 ai tempi supplementari e si regala la sfida con la Fiorentina

Posted by Peppe Caridi su 27, ottobre, 2010

https://i0.wp.com/www.meteoweb.it/images/Sy.jpgVittoria sofferta degli amaranto: Atzori ha schierato tutte le “riserve”, i giocatori che fin qui in campionato hanno trovato poco spazio. Segnali positivi da Sy e Adiyiah – La Reggina espugna il Matusa di Frosinone per la seconda volta in questo ottobre 2010: 17 giorni dopo la vittoria per 1-2 nella gara valida per il Campionato di serie B, oggi pomeriggio ha battuto i ciociari per 2-4 nella partita a eliminazione diretta del secondo turno di Coppa Italia.
La posta in palio non era certo paragonabile a quella del campionato, e per questo mister Atzori ha schierato una formazione inedita, con 11 giocatori che in campionato non stanno trovando spazio tra i titolari, cogliendo questa partita anche come occasione per esperimenti tattici provando anche a stimolare le “riserve” di questa Reggina, carpendone i vari possibili segnali e immaginando nuove soluzioni alternative per le partite che contano. Come ad esempio quella di Sabato a Livorno: la testa di Atzori è già lì, all’importante gara di campionato in programma tra tre giorni.
La partita con il Frosinone, per quanto poco importante, è stata comunque emozionante e spettacolare. Il primo tempo è stato molto aperto e ben giocato da entrambe le squadre. Al 13° minuto viene annullato un gol a Zizzari ma la Reggina insiste e prova a colpire al 24° con Barillà che sfiora il palo. Poi, però, al 33°, il Frosinone passa in vantaggio con Basso e dopo due minuti sfiora il raddoppio con Di Carmine lanciato in porta, solo verso Kovacsik ma incredibilmente recuperato da Burzigotti.
La Reggina reagisce subito, ha grande voglia di vincere e lo dimostra. Zizzari sfiora il gran gol con un pallonetto da 40 metri, ma il portiere ciociaro, Pierluigi Frattali, inizia a dar bella mostra di sè: nel secondo tempo sarà infatti protagonista assoluto.
Nulla può, però, al 40° del primo tempo quando Sy, servito da Colombo, pareggia. Un 1-1 che dura pochissimo: al 43° minuto ancora Basso batte Kovacsik con un gran gol, siglando la doppietta personale.
Nel secondo tempo la Reggina è ancor più agguerrita, e riesce a pareggiare subito ancora con Sy sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 6° minuto della ripresa è già 2-2.
Per Ousmane Sy, 22enne francese che lo scorso anno con l’Andria ha fatto 11 gol in 27 presenze nella serie C1, è la prima doppietta in amaranto.
https://i1.wp.com/www.meteoweb.it/images/Adiyiah.jpgLa Reggina, però, non si accontenta. All’11° minuto della ripresa, cinque minuti dopo il pareggio, Zizzari si conquista un calcio di rigore che però viene parato da un sempre più sontuoso Pierluigi Frattali, che nel secondo tempo bloccherà tutti gli attacchi amaranto. La Reggina dà spettacolo, colleziona almeno 10 nitide palle gol negli ultimi 30 minuti, di cui 5 clamorose, tutte sventate da un Frattali davvero strepitoso. Sy sfiora la tripletta, Atzori manda in campo Castiglia, Adiyiah e il 16enne della primavera Louzada al posto di Verruschi, Zizzari e un deludente Danti. Gli amaranto ci provano fino al 90° ma Frattali è davvero insuperabile, e allora si va ai tempi supplementari: la gara, infatti, è a eliminazione diretta.
Nel primo tempo supplementare sembra di vedere un refrain del secondo tempo: la Reggina attacca a testa bassa, Sy e soprattutto un devastante Adiyiah sono pericolosissimi ma Fratttali colleziona miracoli, sembra praticamente insuperabile.
All’ultimo minuto di gara, però, Castiglia di testa su calcio d’angolo di un frizzante Montiel segna finalmente il meritatissimo 2-3. Nel secondo tempo supplementare, com’è ovvio, è il Frosinone ad attaccare, e la Reggina prova a colpire in contropiede. A cinque minuti dal termine, Frattali si supera ancora con un doppio intervento davvero prodigioso prima su Louzada, poi su Adiyiah. Un minuto dopo Tedesco colpisce la traversa da trenta metri: la partita non si chiude e così il Frosinone è ancora pericoloso. Al 118° minuto il portiere amaranto Kovacsik diventa protagonista con una grandissima parata che non lo fa sfigurare di fronte all’incredibile avversario ciociaro, e nega ad Aurelio il gol del 3-3. Allo scadere, al 120° minuto, Adiyiah (migliore in campo e decisivo) chiude la gara con una splendida progressione in contropiede, siglando il 2-4 finale.

Questa Reggina è piaciuta tantissimo, non solo per la vittoria ma per il modo di gioco a tratti spettacolare. Gli amaranto hanno dimostrato grande carattere, recuperando per ben due volte allo svantaggio per poi colpire nei tempi supplementari grazie a un grande Adiyiah, in campo 50 minuti e davvero devastante negli spazi.

La Reggina ha conquistato così i sedicesimi di finale: la partita si giocherà molto probabilmente il 30 novembre all’Artemio Franchi di Firenze, in turno unico, contro la Fiorentina. Chi vincerà, approderà ai quarti dove affronterà il Parma.

La vittoria di Frosinone, a prescindere da voli pindarici sul futuro della Coppa Italia, ha comunque confermato che le scelte di Atzori sono le più giuste perchè legate alle reali condizioni fisiche e atletiche dei giocatori. Danti ha deluso, mentre Sy, Zizzari, Adiyiah, Montiel, Burzigotti, Costa e Colombo hanno dimostrato di meritarare il ruolo che il mister gli ha concesso, spesso e volentieri, in campionato.

E, a proposito di campionato, Atzori sta sicuramente già pensando alla sfida di sabato a Livorno. Nel dopo-gara del Matusa s’è dimostrato soddisfatto ai microfoni dei giornalisti, non solo per la vittoria e il passaggio del turno ma anche per l’evidente crescita della squadra. “Più che un buon allenamento direi che quello di oggi – ha dichiarato – è stato un test importantissimo per i calciatori che hanno giocato poco in campionato. Ho a disposizione una rosa molto ampia, tutti ragazzi con ottime qualità che si allenano, dal primo all’ultimo, con la massima intensità. Oggi lo hanno dimostrato raccogliendo i frutti di quanto fatto da loro in questi mesi. Questi ragazzi così hanno potuto mettere minutaggio nelle gambe ed hanno dimostrato grande volontà. Come sempre ho inserito chi mi ha dimostrato di avere energia fisica e mentale: sono contento per loro, se lo meritavano, hanno dimostrato carattere e mentalità, qualità importanti per una rosa giovane. Adesso però pensiamo al Livorno”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: