LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

RAIDUE: DA DOMANI I SAURINI, PRIMO CARTOON IN 3D

Posted by Peppe Caridi su 26, ottobre, 2010

ROMA, 26 OTT – Da domani, e per tutto il mese di novembre, in esclusiva su Raidue va in onda il primo cartoon realizzato in 3D stereoscopico prodotto da Rai Fiction e Animundi. Realizzato con l’innovativa tecnologia Stereotoon per la visione in 3D, il cartone animato racconta la storia di cinque cuccioli di dinosauro in cerca dei loro genitori scomparsi a causa dell’impatto di un meteorite con la terra. I piccoli dinosauri, Saro, Bronto, Stego, Ranu e Nunzy scoprono il modo di viaggiare nel tempo grazie ai meteoriti neri, e si troveranno a vivere mille avventure in straordinarie epoche storiche e in fantastiche leggende. Dall’antico Egitto alla Transilvania, dal Far West all’isola dei Pirati, i Saurini incontreranno molti amici animali che li accompagneranno nella ricerca dei loro genitori. Realizzato con animazione tipicamente disneyana, il cartone prevede gia’ una seconda serie, sempre su Raidue, nella primavera del 2011. (ANSA)

Annunci

6 Risposte to “RAIDUE: DA DOMANI I SAURINI, PRIMO CARTOON IN 3D”

  1. GUGLIELMO TRUSSO CAFARELLO said

    LETTERA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
    ON. SILVIO BERLUSCONI
    Salve,
    sono Guglielmo Trusso Cafarello, cittadino della Repubblica Italiana. Sono Siciliano. Non ho votato PDL, però quando avete vinto le elezioni, per il mio modo di pensare democratico, mi sono detto: che governino pure, il popolo li ha eletti. Io sono profondamente convinto che noi siamo un grande Paese in quanto abbiamo la possibilità di mandare a casa coloro che hanno dimostrato di non sapere governare, a prescindere dal colore politico. Sono d’accordo che l’attacco mediatico nei Suoi confronti spesso sia esagerato. Come cittadino mi sono sempre chiesto come sia possibile che dei giornalisti istruiti e, suppongo anche intelligenti, ad un certo punto comincino a raccontare il dieci per cento di verità e l’ottanta per cento di frottole. La cosa grave è che era così negli anni 80, era così negli anni 90 ed è così nel 2010 . Ma questo accade nei confronti di tutto: politica, catastrofi, tragedie umane ( vedi SARA SCAZZI ), e mi fermo a questo perche se dovessi fare un elenco non finirei mai. Noto la vergognosa differenza nel linguaggio usato per una cosa che succede nell’Italia meridionale o per una cosa che succede nell’Italia settentrionale. Sono sempre gli stessi giornalisti italiani, non quelli del Brasile o del Giappone. Ma torno a Lei, signor PRIMO MINISTRO: che al mondo esistono le puttane è una cosa che si perde nella notte dei tempi. Tutti fanno finta di scandalizzarsi in un orgia di ipocrisia collettiva. La cosa che più mi delude, e sotto certi aspetti mi amareggia, è il fatto che una persona arrivi alla soglia di 80 anni, o giù di lì, e invece di diventare una fonte di sapienza e di positività dalla quale tutti dovrebbero attingere per trasmetterle alle generazioni future, si riduce ad una fonte di squallore, con annesse donne o simili che per fare successo ed ottenere denaro si farebbero scopare anche da un cane su una panchina di un posto qualsiasi. La cosa più spaventosa è che tutto questo, nella società odierna, sta diventando normale. E’ normale avere una prostituta sotto casa, è normale avere un trans all’angolo, è normale avere un trans in Parlamento, è normale avere una porno star in Parlamento, è normale avere degli inquisiti in Parlamento, è normale fare uso di stupefacenti, o abusare di alcol, è normale avere dei ladri liberi. Anche a Sodoma e Gomorra tutto questo era normale, ci dice la storia. Certo, Signor Berlusconi, Lei sicuramente sa bene che quando viene corteggiato da una ventenne o da una quarantenne, o peggio da una novantenne, prima della Sua persona viene corteggiato il suo portafoglio, che è bello GRASSO. Ma se il suo portafoglio e il suo potere per magìa (che non le auguro) dimagrissero a 600-700 euro al mese, tutte queste puttane che Le corrono dietro cercherebbero immediatamente un altro zio Silvio. Egregio Signor Presidente del Consiglio dei Ministri DEL MIO PAESE, Le consiglio, da uomo a uomo, prima di amare le donne le selezioni: un conto è la Donna, e ben’altro e’ una puttana. Le consiglio ancora di amare il Nostro Paese, la gente che l’ha votato e che in Lei ha riposto grandi speranze. Oppure si dimetta e vada non con una sola puttana, ma con 100, 1000, 2000, almeno da questo punto di vista i giornali e la MAGISTRATURA, da Lei tanto denigrata, non le daranno fastidi.
    Distinti saluti.

    • Francesca said

      Carissimo Gugliemo,
      Concordo su alcune cose che scrivi. Quello che non comprendo è come mai ci stiamo accorgendo solo adesso, visto i piccanti gossip,di tutti i limiti valicati dal nostro presidente del consiglio dal primo giorno del suo insediamento. Desidero anche puntializzare che con l’attuale legge elettorale non siamo in grado di mandare a casa nessuno, ma solo di scegliere tra un partito e l’altro. E’chi vince si sceglie i propri “gregari” elargendo compensi e promozioni, così puo governare indisturbato e poco democraticamente, qualunque cosa faccia. Questa è l’attuale legge elettorale! I cittadini non hanno più il potere di mandare via con la prossima legislatura il candidato che non non gli piace, perchè può sempre essere richiamato da chi ha vinto le elezioni! Il nostro è un po un voto alla cieca…
      Quello che invece è sotto gli occhi di tutti è; la crescita della disoccupazione, il precariato, il costo della vita, i giovani senza futuro, i pensionati alla fame che rovistano nei rifiuti dei mercati, l’emarginazione, la xenofobia, leggi ad personam ecc ecc. Ma di questo ce ne siamo accorti solo a casua del “bonga bonga”??? Siamo seri!!
      Relativamente ai giornalisti cosa vuoi che ti raccontino, se non “la storia di paperino”? Il 50% lavora per mediaset …l’altro 50% per la Rai legata a doppia mandata con la politica. Si, è vero, cè qualche voce fuori campo che viene sempre querelata solo perchè espone dei fatti, o licenziata, come ad esempio la Signora Milena Gabanelli di Report, la Busi che è andata via indignata e altri giornalisti coscenti del proprio mestiere ma non voglio fare un elenco. Li conosciamo.
      Replicando invece su quanto asserisci sulle donne voglio farti notare che non tutte sono veline , puttane e transessuali, nè sono tuttte in vendita, .. Questo è solo quello che vogliono farci credere e che diventa realtà falsata passando attraverso il sistema mediatico. Dico questo perchè desidero che sia chiaro e lampante, che le donne in italia lavorano sodo e crescono i figli senza alcun genere di servizi degni d’un paese europeo. Un paese dove asili nido, e scuole pubbliche qualificate ed all’avanguardia sono miraggi. Parlo a nome di milioni e milioni di donne. Non dimentichiamo che escort e similari sono davvero una piccola minoranza che ha il vantaggio di stare sempre sulle prime pagine e guadagnare tanti soldi.
      Che ci vuoi fare è stata rivalutata l’importanza del mestiere piu vecchio del mondo! 😉
      Come dici tu carissimo Guglielmo quello che scandalizza è il fatto che è tutto normale, che siamo tutti oramai abituati a vedere e sopportare tutto. Abbiamo dimenticato di indignarci fino al punto che, chi deve essere d’esempio per tutti noi, correndo dietro alle gonnelle ci fa ridere….! (Personalmente al mommento non oso guardare i tg europei …)
      Quello che voglio dire a tutti gli italiani, se posso permettemi è: che crediamo sempre che tutto succede agli altri…non siamo noi il disocupato, non siamo noi la madre senza servizi, non siamo noi ad essere costretti a lavorare all’estero, non siamo noi ad avere la pelle nera… ecc ecc. … invece, un giorno, se non fermiamo questa biglia in discesa libera i prossimi saremo noi. Impariamo ad indignarci anche quando ci portano via pezzo per pezzo quello per cui hanno lottato i nostri padri ed i nostri nonni e non consegnamo ai nostri figli macerie di diritti che non siamo stati capaci tutelare per loro.
      ..del nostro presidente?… che dire?….se ha versato tutti e contributi allo stato è meglio che vada in pensione!!

      Buona serata a tutti
      Francesca

  2. GUGLIELMO TRUSSO CAFARELLO said

    ESPOSTO
    C.A.
    DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO

    DEL SINDACO DEL COMUNE DI CAPRI. (NA)

    OGGETTO : Sito archeologico di VILLA JOVIS situato nella parte orientale dell’isola di Capri.

    Con la presente desidero segnalare lo stato di abbandono nel quale si trova il sito in oggetto. Il 14-11-2010 ho visitato il sito pagando un biglietto d’ingresso di € 2,00 a persona, per scoprire poco dopo che l’accesso all’area e’ incontrollato: si può accedere indisturbati da altri punti, come ho potuto constatare incontrando altri visitatori che non avevano pagato il biglietto in quanto si erano introdotti nel sito da tutt’altra parte, ed ignoravano l’esistenza di una biglietteria. Le staccionate che delimitano il perimetro sono fatiscenti, i percorsi sono devastati, i vetri di quelle poche bacheche informative esistenti sono stati frantumati da vandali che possono sicuramente agire indisturbati. Ho chiesto in biglietteria una guida sul sito, e mi è stato venduto ( per € 1,00 e senza scontrino ) un foglio fotocopiato che vi allego.
    Alla luce delle recenti polemiche scoppiate dopo il crollo della DOMUS DEI GLADIATORI di Pompei, come cittadino mi chiedo come sia mai possibile che in questo paese ci accorgiamo sempre dopo che le cose accadono, per poi chiedere finanziamenti, fare lo scarica barile sulle competenze e le responsabilità, strumentalizzare politicamente l’accaduto e chiedere le dimissioni del Ministro in carica, vedi il caso del MINISTRO BONDI. Ma in merito al crollo della DOMUS DEI GLADIATORI credo che, per onestà politica, e coerenza, bisognerebbe chiedere le dimissioni dei Ministri ai Beni Culturali dei governi che si sono succeduti negli ultimi 50 anni.

    TAORMINA -18-11-2010 Distinti saluti
    Guglielmo Trusso

  3. GUGLIELMO TRUSSO CAFARELLO said

    Lettera aperta al Signor Sindaco del Comune di Randazzo ( C T )

    Oggetto: Parco eolico sui monti Nebrodi e Peloritani

    Sono Guglielmo Trusso Cafarello, di Tortorici (ME)

    Egregio Signor Sindaco, sono venuto a conoscenza, attraverso i mezzi d’informazione, della sua presa di posizione, e di quella di altri esponenti politici, riguardo al parco in oggetto. Mi permetto di manifestare la mia opinione da cittadino Oricese e da cittadino Europeo. Sottolineo che non ho nessuno tipo d’interesse nel mondo dell’energia eolica. Conosco benissimo la zona interessata dalle torri eoliche, altrettanto bene la fauna, la flora, ed i paesaggi, da Polverello a Rocca Bianca, da Favo Scuro a Santa Domenica Vittoria, da Motta Camastra a Castiglione, da Cesaro’ a Floresta, a Monte Soro, a passo di Femmina Morta……. Da anni percorro in moto queste zone in tutte le stagioni, conosco a memoria ogni dosso ed ogni buca delle strade comunali, provinciali e statali che attraversano un territorio che definire bellissimo è riduttivo. Camminando in moto mi fermo sempre nei punti piu’ panoramici: in molti paesi vedo serbatoi per l’acqua in plastica blu posizionati sui tetti che, oltre a deturpare il paesaggio, mi fanno pensare che in questa terra per anni si è ignorato il decoro urbano e l’ambiente, la sicurezza delle strade, la rete idrica colabrodo, cavi elettrici penzolanti da una costruzione all’altra. Ho educato i miei occhi ad non assuefarsi a tutto questo. Quanta estetica porterebbe a tutta la valle dell’Alcantara il ripristino della ferrovia Randazzo Giardini Naxos? Quanto disordine edilizio sfregia paesini da favola? Le torri certo non sono bellisime, ma neanche bruttissime.
    A mio avviso, gli stessi politici che si ergono a paladini dell’estetica, e che si lamentano quando qualcuno monta le torri, o quando qualcun’altro fa’ il Ponte sullo Stretto (cosa per la quale sono d’accordo), dovrebbero piuttosto attivarsi nel favorire iniziative che incrementino lo sviluppo ( ad es. l’impiego di Biomasse ), nel limitare gli sprechi nella publica amministrazione, e nel creare una informazione corretta piuttosto che diffondere caos.
    E non ci scordiamo che le torri si possono sempre smontare, ammesso che si trovino sistemi alternativi validi allo sfruttamento del vento.
    In questi giorni è stato pubblicato il risultato di una ricerca che ci ricorda che tre quarti dell’umanita’non ha accesso all’energia elettrica: altro che torri eoliche antiestetiche sul crinale dei monti ! !

    Tortorici, 25 – 11- 2009 Cordiali saluti

    Trusso Cafarello Guglielmo

    Tel. 3 4 8 3 5 0 1 5 3 8

  4. Faccio notare che i monti Peloritani sono tutti ad alto rischio idrogeologico, e lo si vede.
    Condivido le osservazioni sull’aspetto estetico dei paesi, e c’è anche di peggio.
    Ciò non significa che si deve guastare ambiente e paesaggio per assecondare gli affari.

    • GUGLIELMO TRUSSO CAFARELLO said

      Salvatore sono d’accordo su quello che dice.E’altrettanto vero che non possiamo fare più gli “struzzi”, il bisogno di energia cresce è nessuno è disposto a rinunciare in qualche modo bisogna produrla: quale è il male minore ? ? ? ? fermo restando il rispetto per l’ambiente è la condanna assoluta per qualsiasi forma di speculazione. MAGARI POTESSIMO VIVERE SOLO DI PAESAGGI…………………

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: