LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Nuova Stazione Meteorologica nel Parco Nazionale del Pollino

Posted by Peppe Caridi su 11, ottobre, 2010

L’Associazione MeteoWeb O.N.L.U.S. (www.meteoweb.it) ha installato nei giorni scorsi una nuova stazione meteorologica nel Parco Nazionale del Pollino, nell’ambito del progetto avviato nell’estate 2007 per il monitoraggio delle conche carsiche in collaborazione con il centro valanghe di Arabba – unità operativa idrologia e idrometria dell’A.R.P.A. Veneto.
Sabato 9 ottobre, MeteoWeb ha installato un datalogger Hobo Onset ProV2 (lo stesso strumento utilizzato nel Programma nazionale ricerche in Antartide) in schermo solare Davis per registrare temperatura, umidità e dew point nel cuore del Piano Grande di Masistro, una conca carsica davvero suggestiva e affascinante tra i Monti dell’Orsomarso, all’interno del Parco Nazionale del Pollino, nel Comune di Saracena, in Provincia di Cosenza.
Siamo esattamente a 1.200 metri di altitudine sul livello del mare, in una dolina dalle tipiche caratteristiche del carsismo, un fenomeno ancora misterioso dal punto di vista meteorologico e quindi da studiare con entusiasmo.

E’ la terza stazione meteo che MeteoWeb installa sul Pollino, dopo quella – dello stesso modello – di Piano Ruggio, un’altra conca carsica a 1.510 metri sul livello del mare (attiva dal 2007, ha raggiunto negli inverni scorsi i -29°C!), e la Davis Vantage Pro attiva al Rifugio ‘Biagio Longo’ del Cai di Castrovillari, in contrada Campolongo, nei pressi di Campotenese, a 1.027 metri sul livello del mare.

I primissimi dati meteorologici della stazione del Piano Grande di Masistro sono davvero eloquenti.
Sabato 9 ottobre mattina, quando a Masistro la minima s’è fermata a +0,1°C, a Piano Ruggio la colonnina di mercurio non è scesa al di sotto di +1,8°C. Nonostante Masistro si trovi a ben 310 metri di altitudine più bassa rispetto a Ruggio, è riuscita a fare una minima inferiore di quasi due gradi centigradi!
La notte è stata abbastanza disturbata da nubi sparse, il cielo non è rimasto sereno e non c’è stata una vera e propria inversione termica. Infatti a Masistro la minima di +0,1°C è stata raggiunta alle 02:40 della notte, non in mattinata.
Quella notte la Davis del Rifugio Biagio Longo è scesa fino a +6,7°C.

Ancor più interessante quanto accaduto la notte successiva, dalle tinte invernali, tra sabato 9 e domenica 10 ottobre.
Ai 1.027 metri di quota del Rigugio Biagio Longo, la minima arriva addirittura a +1,3°C con estese brinate nelle campagne circostanti.
Ai 1.500 metri di Piano Ruggio la minima è scesa fino a -7,8°C.
Non abbiamo, ancora, il dato di Masistro ma la “sfida” è appena iniziata.
Nonostante Masistro possa esser penalizzata dall’altitudine inferiore, si potrà notare dalle fotografie che si tratta comunque di una dolina molto più caratteristica delle conche carsiche. E’ una vera e propria polje-modello, che quindi può raggiungere temperature più basse rispetto a Piano Ruggio nonostante la differenza di quota.

I dati della nuova stazione meteo saranno pubblicati nell’apposita rubrica “Progetto Orsomarso” che sarà a breve online su www.meteoweb.it accanto alla già esistente “Progetto Pollino “.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: