LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

La Calabria protagonista nella costruzione del Ponte sullo Stretto

Posted by Peppe Caridi su 25, settembre, 2010

https://i0.wp.com/www.meteoweb.it/images/Ponte151009.jpg”La nostra Regione ambisce ad essere protagonista attiva nella realizzazione del Ponte sullo Stretto. Siamo consapevoli di quanto il Presidente Berlusconi e l’intero Governo abbiano puntato sulla costruzione di questa importante, e per tanti versi rivoluzionaria ed unica, infrastruttura. Anche per questo il Governatore Scopelliti e la sua Giunta vogliono fare la propria parte per contribuire alla vittoria in una sfida che impegna l’intero Paese accrescendone sviluppo socio economico ed immagine”. Lo ha detto l’Assessore alla programmazione della Regione Calabria, Giacomo Mancini, durante un’appositatavola rotonda, dedicata al Ponte sullo Stretto di Messina, partecipando, con il Dirigente generale del Dipartimento ”Lavori Pubblici”, Giovanni Lagana’, in rappresentanza della Calabria, a Venezia, al tavolo con i piu’ importanti esperti mondiali per la costruzione di ponti, alla sessione conclusiva del Congresso Mondiale dell’International Association for Bridge and Structural Engineering (IABSE) intitolato ”Large Structures and Infrastructures for Environmentally Constrained and Urbanised Areas”. ”Il Ponte sara’ un’opera – ha detto Mancini – da record planetario : 3300 metri di campata centrale, 60,4 metri la larghezza dell’impalcata, 382,60 metri l’altezza delle torri, 4 cavi nel sistema di sospensione, 1,24 metri il diametro dei cavi di sospensione. Per la sua progettazione saranno impegnati oltre cento professori e ingegneri di fama mondiale, 12 istituti scientifici e universitari, 39 societa’ internazionali ed estere e la sua costruzione avra’ ricadute occupazionali dirette ed indirette pari quarantamila unita’ per ogni anno, limitatamente alle sole regioni dello Stretto”. ”La Calabria – ha proseguito Mancini – non puo’ rimanere ai margini di questa impresa. Stiamo studiando, infatti, le soluzioni finanziarie per onorare l’impegno, sottoscritto in passato, finalizzato a contribuire alla ricapitalizzazione della Societa’ Stretto di Messina e stiamo approfondendo anche la possibilita’ di reperire nuove risorse per la costruzione dell’opera. In tal senso, abbiamo l’ambizione di allinearci a quanto gia’ definito dalla Regione Sicilia”. Mancini ha, poi, spiegato che ”la Calabria intende inserirsi e contribuire fattivamente alla realizzazione dei grandi itinerari di comunicazione europea: il Corridoio Berlino – Palermo, in particolare, di cui il Ponte e’ snodo fondamentale, cosi’ come il Corridoio VIII e il Corridoio V. Con la realizzazione del Ponte, la Calabria, da terra isolata e marginale, diventera’ regione centrale e protagonista del nuovo scenario mediterraneo ed europeo”. ”Ecco perche’ – ha sottolineato Mancini – vogliamo fortemente fare la nostra parte”. ”Dal punto di vista politico, il Presidente Scopelliti, da mesi, sta affrontando la questione Ponte con il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli. Scopelliti – ha aggiunto Mancini – e’ convinto del ruolo centrale che la nostra regione puo’ e deve esercitare nel Mediterraneo. Per farlo deve diventare appetibile ed attraente anche dal punto di vista commerciale. E le grandi opere come il Ponte sullo Stretto – conclude Mancini – sono per Scopelliti e per tutti noi imprescindibili per regalare alla nostra terra un futuro fatto di certezze”.

Annunci

3 Risposte to “La Calabria protagonista nella costruzione del Ponte sullo Stretto”

  1. rocco said

    Speriamo che il ponte lo costruiscano, stretto, stretto e basso basso così Brunetta ci sbatte la testa……e non ci passa.

  2. Vincenzo Francesco Giurgola said

    Sono fiero di Lei, illustre Governatore. Un vero esempio di infrastruttura pubblica. Non capisco come mai alcuni non sono entusiasti di questa moderna realizzazione. L’impatto ambientale inevitabilmente ci sarà ma non possiamo fermare il progresso terrestre per qualche “spauracchio” creato da qualcuno. Dobbiamo crescere. Dobbiamo lavorare tutti quanti insieme per un mondo migliore. Non possiamo pensare che la nostra “missione” sia stata la sola scoperta del fuoco! (Mi riferisco adesso a tutti quelli che non sono d’accordo per la costruzione del “Ponte sullo Stretto”). Oggi l’atomica domani chissà. Vorrei dire tante altre cose ma mi fermo qui. Distinti saluti a tutti.

    • Alberto Ieracitano said

      Se non capisce come mai, si informi. Ad ogni notizia che appare sensazionale, il lettore e navigatore critico controlla il web per trovarne una smentita.
      Lo stesso critico, trovando una contrarietà a qualcosa di “ovviamente positivo”, ne controlla le motivazioni.
      Mai documentato su un sito no-ponte? L’ambientalismo è “l’ultimo” degli “spauracchi”.
      Prima di “lavorare per un mondo migliore”, assicuriamoci di starlo facendo bene. Si documenti. Meglio.

      Cordialmente, uno studente di Ingegneria di Reggio.

      Ps: non si è capita la battuta sull’atomica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: