LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Negare negare sempre anche l’evidenza

Posted by Peppe Caridi su 24, settembre, 2010

https://i2.wp.com/www.ilcalcestruzzo.it/images/stories/9settembre/fini%20accigliato.jpgdi Giovanni Alvaro – C’è una vecchia e collaudata massima che impone, al marito puttaniere, onde evitare guai con la propria consorte, di negare, negare sempre, negare anche l’evidenza, anche quando si viene sorpresi con un’altra, addirittura dentro un letto. Sembra che Fini e i suoi pretoriani abbiano deciso di applicarla integralmente in riferimento alla vicenda della casa di Montecarlo.  Del resto se essa funziona con mogli gelosissime, alla fin fine, disposte a credere ad ogni panzana che il fedifrago riesce a collezionare, pur di tenersi saldo il proprio uomo, e con esso il tran tran domestico, perché non dovrebbe funzionare con chi ha deciso di non vedere (leggi Napolitano), o con chi difende a denti stretti la barca sulla quale è finito e dalla quale dipende la propria sopravvivenza politica? Fini gioca, quindi, come il marito fedifrago sperando di farla franca o per quieto vivere o per semplice interesse
Sbaglia però enormemente. Perché nella vicenda non giocano solo gli ‘stanchi’ della vita, o gli interessati allo status quo, ma anche altri protagonisti che non hanno le riserve di chi vive ‘tentennando’ o gli interessi dei finidipendenti.  Ci sono soggetti che gli occhi non sono disposti a chiuderli e che anzi spingono acché la verità venga totalmente a galla. Sono principalmente quei soggetti vittime dell’autoritarismo del protagonista, scaricati per la sua megalomania, massacrati anche pubblicamente per i ‘delitti di lesa maestà’ compiuti.

Se ad essi si aggiungono giornalisti con le palle, liberi e non condizionati dalla paura di restare senza lavoro, e che fanno il loro mestiere senza veline delle procure, ma con caparbia capacità descritta memorabilmente in films che hanno fatto la storia del giornalismo libero e non asservito, se ad essi si aggiungono dicevamo questi formidabili giornalisti d’inchiesta, la partita è decisa in partenza: il tradimento del fedifrago non potrà essere coperto. Ci vorrà tempo, bisogna superare mille ostacoli, ma alla fine non potrà non emergere tutta intera la verità che si tenta di occultare con una protervia senza pari.

Non serve, quindi, a nulla rifugiarsi nel tradizionale terreno della sinistra italiana, chiamando in ballo i servizi segreti, qualificati come deviati  e andando, super li rami’, fino alla Cia, all’FBI, al Kbg o al Mossad autori di dossier redatti per colpire un povero innocente, colpevole di pensarla in modo diverso da Silvio Berlusconi, proteso a difendere la Costituzione del Paese, impegnato a battersi per codici etici, per la legalità e quant’altro piace, sul piano nominalistico, all’estrema sinistra. Ed essa, la sinistra, che per anni accusava socialisti e democratici del delitto di alleanza con il ‘fascista’ Fini, oggi lo osanna come il messia. Anche per questo, questa sinistra non potrà mai essere credibile.

Intanto le istituzioni dello Stato stanno ricevendo terribili colpi. La terza carica dello Stato, e cioè il Presidente di uno dei rami del Parlamento italiano, la Camera dei Deputati, è al centro di un affaire incredibile, e la prima carica (il Presidente della Repubblica), così sollecita ad intervenire su ogni inezia che gli viene segnalata via mediatica, sta facendo la figura della scimmietta che non vede, non sente e non parla.

Al Presidente Napolitano una semplice domanda: Egli, Presidente della Repubblica, può essere esautorato dall’incarico per i motivi contemplati dalla Costituzione, crede sia giusto che nei confronti della seconda e della terza carica dello Stato ciò non sia possibile? E che sia legittimo che la terza carica si prenda gioco del Parlamento, che dovrebbe presiedere con imparzialità, negando anche l’evidenza? Ma di quali consulenti si avvale il nostro Primo cittadino?

Annunci

Una Risposta to “Negare negare sempre anche l’evidenza”

  1. Anonimo said

    […] […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: