LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Roma e la Calabria insieme per la storia

Posted by Peppe Caridi su 20, settembre, 2010

https://i2.wp.com/www.strill.it/images/foto/a-d/arapacisroma.gifI fasti della Roma imperiale augustea ,le iniziative di dialogo  e di cooperazione con i territori del Mezzogiorno  daranno vita all’evento storico “Roma e la Calabria insieme per la Storia” che si svolgerà il prossimo mercoledi  22 settembre alle ore 18.00 nei Saloni dell’Auditorium dell’Ara Pacis a Roma. Organizzato  dalla Città di Roma e fortemente voluto dal sindaco Gianni Alemanno e dal Governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti, l’evento  è stato realizzato dal consigliere comunale Domenico Naccari, delegato ai Rapporti con la comunità calabrese,  in collaborazione con  Antonella Freno, Presidente della Commissione Nazionale Patrimonio Artistico di Federproprietà.

Hanno dato adesione Umberto Broccoli, Sovrintendente Beni Culturali della  Città di Roma, Nazzareno Salerno, Presidente Commissione consiliare Cultura Regione Calabria e Felice Costabile, Ordinario di Diritto Romano e Direttore Scuola Archeologica dell’Ateneo reggino, che terrà la relazione “I Vangeli  di Augusto e l’ars amandi di Giulia”.

L’iniziativa, che si colloca nella ricorrenza del 140 anniversario di Roma Capitale, si articolerà in un focus riepilogativo della figura dell’Imperatore  Augusto, nel delicato periodo di transizione dal Principato alla Repubblica, con gli effetti evidenti  di  svolta sociale,economica e culturale, all’interno dei quali si sono articolati  attività  e rapporti con l’ attuale Regione   Calabria.

Il rinvenimento della  lucerna romana del IV° secolo, recante il fregio della Vittoria augustea, oggi custodita al Museo Nazionale della Magna Grecia;  il ritrovamento a Reggio Calabria, nel centro storico della Città, dopo il terremoto del 1908, della base marmorea di statua con iscrizione di Augusto, oggi custodita nelle Mura di Cinta; le iscrizioni funerarie su pietra dei liberti di Scribonia e di Giulia, rispettivamente moglie e figlia di Augusto; l’epigrafe di Vipsanio, oggi custodita  al Museo Nazionale, rinvenuta negli anni ’50 nella necropoli di Santa Caterina; i proiettili di piombo con il nome di Salvidieno, comandante agli ordini di Ottaviano nell’invasione della Sicilia del 42 a c,r invenute a Capo D’Armi e Vibo; il Ritratto di Agrippa  da Vibo, secondo marito di Giulia e ammiraglio di Ottaviano; la stessa provenienza familiare dell’ Imperatore Augusto da Copiaturi, odierna Sibari, raccontano di un forte legame tra la Roma di Augusto e la Calabria.

L’evento dell’Ara Pacis Augustae, che ha già riscosso adesioni e consensi da esponenti della storia, della cultura e dell’economia nazionale, rafforza il tema dell’unità e dell’identità nazionale attraverso la valorizzazione della storia e l’esaltazione del patrimonio artistico aprendo il significativo percorso celebrativo  del 150 anniversario dell’unita’ del Paese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: