LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Reggina-Modena 4-0 : gli amaranto tra le mura amiche del Granillo sono spettacolari

Posted by Peppe Caridi su 18, settembre, 2010

https://i1.wp.com/www.meteoweb.it/images/Bonazzoli.jpgVittoria rotonda e prova da stropicciarsi gli occhi dei ragazzi di mister Atzori che hanno schiantato gli avversari con quattro gol nei primi trenta minuti e un calcio meraviglioso – Dopo la batosta di Padova, la Reggina reagisce nel modo migliore e torna a vincere di fronte al proprio pubblico con una prestazione entusiasmante. In vantaggio al secondo minuto con un bel gol di Riccardo Colombo a conclusione di un’azione personale, degli avversari rimangono solo le briciole già al 13° quando Nicolas Viola raddoppia direttamente da calcio d’angolo. La Reggina continua ad attaccare con azioni davvero spettacolari, come a Reggio Calabria non si vedeva dai tempi di Mazzarri nell’anno della miracolosa salvezza dopo la penalizzazione in serie A. Ancora Viola protagonista al 15° minuto, quando sfiora la prodezza da 50 metri lasciando l’urlo nella gola dei 3.812 tifosi presenti sugli spalti del Granillo. Ma il 3-0 è nell’aria e arriva al ventesimo minuto, con Bonazzoli che porta a termine nel modo migliore un’azione all’insegna del calcio-champagne. E lo stesso Bonazzoli sigla la doppietta personale dopo altri dieci minuti, siglando il definitivo 4-0 inflitto ai canarini.

Grande reazione, quindi, degli Amaranto che una settimana fa avevano subito un risultato altrettanto pesante sul campo del Padova, ma hanno saputo rialzarsi subito, evidentemente rinfrancati dal lavoro psicologico che Atzori ha svolto in settimana.

Adesso la Reggina è risalita al quinto posto in classifica: conta pochissimo dopo appena cinque giornate, ma un dato di fatto è che lo scorso anno mai era stata così in alto.
E, soprattutto, il Granillo sta tornando ad essere la roccaforte di un tempo: tre partite, due vittorie e un pareggio in questo campionato con sei gol fatti e zero subiti. Un bottino prezioso.
Bisogna migliorare molto in trasferta per dare continuità ai risultati e capire il vero ruolo della Reggina in questo campionato in cui regna ancora l’incertezza.
E sabato prossimo – a proposito di trasferte – la Reggina ne affronterà una proibitiva, in terra Bergamasca, contro la corazzata Atalantina zeppa di ex (Barreto, Amoruso, Ceravolo, Carmona, Capelli, Pettinari … ).
Come ha detto il Presidente Foti qualche settimana fa, gli amaranto andranno a Bergamo cercando di realizzare un “simpatico scherzetto” a una delle squadre più forti e attrezzate di questa serie B.

E’ soddisfatto Gianluca Atzori al termine di Reggina-Modena. “E’ fuori dubbio che sono contento, pensavo che avremmo fatto più fatica – dice il tecnico amaranto –  e vorrei che, però, questi ragazzi trovino l’equilibrio che ogni allenatore deve trasmettere. Mi riferisco al fatto che non bisogna esaltarsi per prestazioni come queste e a deprimerci per passivi come quelli di Padova. Non eravamo dei brocchi venerdì, non siamo dei fenomeni oggi. Il nostro obiettivo è fare un buon campionato“.
Inevitabile un commento su alcune delle scelte più importanti riguardanti la formazione titolare: “Quando ho due ragazzi che si impegnano come fanno Rizzato e Barillà in allenamento, chi prendo fra i due non lo sbaglio, per quanto mi dimostrano in settimana.   Oggi ho scelto Rizzato, ma se fra loro due continua questo sano dualismo  è un beneficio per la squadra. Campagnacci ha chiuso la partita con i crampi, mi sarebbe piaciuto vederlo realizzare una delle due occasioni che ha avuto per l’enorme lavoro di sacrificio che ha svolto. Le sostituzioni? Bonazzoli ha avuto un problema agli adduttori,  poi volevo premiare Josè Montiel per l’impegno che mi dimostra durante la settimana“.
Atzori parla anche del rapporto con la società: “Con il presidente e con Giacchetta c’è un confronto quotidiano.  E’ giusto che un allenatore di trentanove anni possa ascoltare il parere di un dirigente di grande esperienza come Foti. Detto, questo, la domenica le scelte le faccio io e continuerò ad andare avanti per la mia strada, fermo restando che qualora arrivassero dei consigli che io dovessi reputare buoni sarò il primo ad ascoltarli. Se però io ho un’idea diversa, continuo a percorrerla e mi prendo le mie responsabilità,  è il mio lavoro“.

LE PAGELLE:

Puggioni 6 Impegnato in una sola occasione nella ripresa, risponde “presente”.
Adejo 6,5 Padrone delle palle alte, svetta spesso di testa a liberare l’area. Unica piccola pecca, il cartellino giallo che era evitabile.
Cosenza 6,5 Non “serve” quasi mai, guarda la partita da spettatore. E per un centrocampista centrale, è una rarità: grande merito al centrocampo che ha coperto benissimo la difesa.
Acerbi b>6,5 Qualche bella giocata in propensione offensiva, ma in difesa è anche lui spettatore.
Colombo 7,5 Segna al secondo minuto un gol che è un capolavoro. Per tutta la partita è la spina del fianco avversaria sulla fascia destra, sforna cross che è una bellezza. Ottimo acquisto.
N. Viola 7,5 Segna direttamente da calcio d’angolo, come faceva Ciccio Cozza al Granillo fino a pochi anni fa. Sfiora il raddoppio con una prodezza da 50 metri e comunque regge il centrocampo con numeri d’alta classe.
G. Rizzo 7,5 E’ ancora una volta tra i migliori in campo. Ad appena 19 anni, non fa rimpiangere assolutamente Carmona anzi … Insieme a Viola regge il centrocampo con grande autorità e in interdizione è insuperabile.
Missiroli 6,5 Non riesce ancora a brillare, ma nelle trame di gioco offensivo riesce comunque ad essere efficace.
Rizzato 7 Domina la fascia sinistra con grinta e sostanza.
Campagnacci 6,5 Si fa in quattro, gli manca solo il gol ed esce tra i meritatissimi applausi del Granillo.
Bonazzoli 7,5 Doppietta strameritata per impegno e qualità. L’anno scorso ha segnato 5 volte in 40 partite. Quest’anno già 3 gol in 5 partite, e adesso è al secondo posto della classifica cannonieri di serie B.
Adiyiah 7 Gioca quasi tutta la ripresa, sfiora il gol quattro volte, si muove benissimo, è protagonista di 4-5 aperture ad occhi chiusi che denotano grande qualità e visione di gioco. Gli manca solo il gol e raccoglie gli applausi del pubblico.
Montiel 7 Entra nel finale al posto di Viola e lo sostituisce in modo degno, con tanti assist per le punte.
Zizzari 6,5 Grinta, impegno e cuore: gioca 30 minuti e sfiora il gol.
All. Atzori 7,5 Grandi meriti di questa vittoria sono suoi. La squadra non ha avuto strascichi della pesantissima sconfitta di Padova e si è rialzata subito nel modo migliore possibile. Non ha cambiato molto, specie nella difesa che tanto era stata discussa dopo il ko in terra Veneta. E i ragazzi hanno risposto benissimo. Inoltre al Granillo la Reggina ha assunto ormai una forma di squadra-padrona in modo assoluto, mettendo sempre sotto gli avversari già dai primissimi minuti di gioco con una grande voglia di fare gol. Applausi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: