LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Consiglio Regionale, il Presidente Talarico apre lo scrigno della ragioneria: “Non abbiamo speso un cent. in più rispetto allo scorso anno”

Posted by Peppe Caridi su 15, settembre, 2010

https://i1.wp.com/www.meteoweb.it/images/tala1.jpgdi Peppe Caridi – Il Consiglio Regionale della Calabria all’insegna della trasparenza per volontà del suo Presidente, Francesco Talarico: è questo il messaggio trasmesso stamani nel corso di una conferenza stampa molto intensa, in cui Talarico ha – di fatto – aperto lo scrigno della ragioneria di Palazzo Campanella illustrando voce per voce le spese del Consiglio Regionale.
Ho deciso di convocarvi qui per questa conferenza stampa – ha spiegato il Presidente Talarico in apertura – perchè considero voi giornalisti molto importanti come tramite per far vedere ai Calabresi quello che sta succedendo nelle stanze dell’Amministrazione Regionale. La scorsa settimana una testata calabrese pubblicava un articolo in cui c’era scritto che ai Calabresi il nuovo Consiglio Regionale costa di più. Avrei potuto rispondere singolarmente a quella testata, smentendo l’articolo, ma ho preferito farlo con questa conferenza stampa incontrando tutti i giornalisti per combattere la disinformazione e chiedere un’informazione oggettiva, riportando fedelmente ciò che avviene, smascherando sì gli imbrogli e gli intrighi di palazzo, quando ci sono, ma anche dando merito a chi fa delle cose positive“.
Dopo quest’introduzione, Talarico è entrato subito nel merito della vicenda: “La nostra nuova legislatura è stata sin da subito all’insegna della trasparenza. E in grande sintonia con il Presidente della Giunta Scopelliti, stiamo portando avanti un’azione di riforma delle spese volta a eliminare gli sprechi. Ciò che c’era scritto in quell’articolo è falso. Il bilancio del Consiglio Regionale è esattamente inalterato rispetto a quello dello scorso anno: nella nostra manovra di assestamento finanziario approvata a maggio non c’è un solo euro in più rispetto alla precedente, del 2009. Dalle tasche dei Calabresi non stiamo togliendo neanche un centesimo in più“.

Talarico, poi, ha fatto un riassunto delle attività del nuovo Consiglio Regionale: “Da parte nostra c’è grande trasparenza. Abbiamo ripristinato la diretta in aula, la gente può seguire in diretta i nostri lavori, e su internet abbiamo messo a disposizione i nostri indirizzi di posta elettronica per avere un contatto diretto che ci fa sentire ogni giorno sempre più vicini ai cittadini, che ci scrivono, ci chiedono domande e ci pongono riflessioni. Abbiamo fatto normative di grande trasparenza: tutti i rappresentanti degli enti cui fanno capo la Giunta e il Consiglio Regionale dovranno produrre una situazione patrimoniale pubblica di anno in anno. Rispetto alle altre Regioni abbiamo aggiunto la possibilità che questo sia pubblicato su internet, sul sito del consiglio. Chiunque potrà vedere la situazione patrimoniale dei consiglieri. E’ un’indubbia novità in Calabria, perchè tutti i cittadini potranno consultare il patrimonio di ogni eletto.  Poi c’è la novità delle interrogazioni che, fino alla precedente legislatura, in questo Consiglio Regionale non erano neanche considerate. Noi, invece, le abbiamo elevate sul modello del question-time della camera dei deputati, coinvolgendo consiglieri di maggioranza e minoranza, alimentando dialettica e considerazione politica. E’ mia intenzione inserire anche questo sul sito della Regione. Queste cose in Calabria non si erano mai fatte e penso siano novità importanti. Nell’ultima seduta del consiglio, inoltre, abbiamo abrogato 100 leggi per snellire la legislatura, perchè vogliamo arrivare a testi unici, che sarebbe un messaggio importante da dare ai Calabresi. Nei primissimi mesi di legislatura abbiamo fatto 3 provvedimenti importanti per ridurre i costi della politica: abbiamo ridotto del 25% degli accessi forfettizzati dei consiglieri regionali, del 10% il finanziamento ai gruppi regionali e del 10% i costi delle strutture dei consiglieri regionali e dell’ufficio di presidenza. I risparmi sono evidenti e chiari: si tratta di numeri. Abbiamo ridotto di due milioni di euro la struttura del consiglio Regionale, riorganizzando uffici, settori e servizi. In appena tre mesi abbiamo fatto tantissimo, ed è merito di tutta la squadra di governo e la maggioranza che ha vinto le elezioni in modo plebiscitario, ma anche della minoranza perchè molti provvedimenti sulla trasparenza li abbiamo votati all’unanimità“.

Detto questo, il Presidente Talarico ha sottolineato quelle che devono essere le prospettive future: “un consiglio Regionale deve caratterizzarsi per la produttività, per quello che riesce a dare: dobbiamo costruire un consiglio regionale moderno, efficiente, rinnovato. Dobbiamo scrollarci di dosso l’immagine di un consiglio regionale inquisito e poco trasparente. Rimandiamo al mittente le accuse di Brunetta che, evidentemente, non ci conosce. Siamo una classe dirigente nuova e giovane e stiamo facendo grandi sforzi affinchè la Calabria possa stare al passo dei tempi ed essere concorrenziale con le altre Regioni. Dobbiamo creare un “Modello-Calabria” che sia produttivo. Dobbiamo snellire la nostra legislazione, non ha senso approvare 200 leggi e vantarsene: bisogna invece rendere sempre più comprensibile ai cittadini la macchina amministrativa. Vogliamo la rinascita della Calabria, e per questo speriamo nell’impegno di tutta la classe dirigente che non è solo la politica, ma anche molti altri settori tra cui anche voi giornalisti a cui chiediamo semplicemente di raccontare le cose come stanno, senza fare disinformazione. La stragrande maggioranza dei Calabresi è gente per bene che la mattina si alza per andare a lavorare. Troppo spesso, invece, traspare fuori dai confini Regionali un’immagine della nostra terra diversa e negativa, ma anche falsa e bugiarda. Bisogna far emergere il bello che c’è, mentre noi lavoriamo per risolvere i tanti problemi che abbiamo ereditato a causa di anni e anni in cui sono stati fatti tantissimi errori. Continueremo su questa strada. Per risparmiare ancora, ad esempio, stiamo pensando a nuove soluzioni. Una potrebbe essere il tetto fotovoltaico in questo Palazzo, la sede del Consiglio Regionale, che ci consentirebbe di risparmiare 600 mila euro“.

Rispondendo, infine, alle domande dei giornalisti, Talarico è entrato nel merito delle spese spiegando che “il bilancio del Consiglio Regionale ammonta a 77,5 milioni di euro, esattamente come quello dello scorso anno. Il bilancio complessivo della Regione Calabria è di 9,6 miliardi di euro, quindi il bilancio del consiglio regionale è appena lo 0,8% di quello dell’intera Regione. Noi con questi 77,5 milioni di euro stiamo anche pagando i 130 nuovi dipendenti regionali, assunti da poco: prima di noi non c’erano, eppure noi riusciamo a stipendiarli senza aumentare le spese che aveva il Consiglio nella precedente legislatura. Il bilancio, inoltre, inizia a gennaio. Noi, invece, ci siamo insediati a maggio: le spese dei primi mesi gravano sul nostro bilancio ma sono state fatte da altri. Abbiamo ereditato capitoli in cui non ci sono più fondi, totalmente azzerati dal precedente ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale e abbiamo dovuto adempiere anche a obbligazioni precedenti. Per questo siamo stati costretti a utilizzare ulteriori 8 milioni e 700 mila euro che erano fondi in avanzo di amministrazione con cui abbiamo rimpinguato questi settori, senza alcun aumento nè aggravio nei confronti dei cittadini“.

Talarico ha anche elencato i capitoli di spesa, dagli indennizzi ai consiglieri Regionali uscenti andati in pensione così come previsto dalla legge fino ai patrocini per le feste patronali e le iniziative delle varie associazioni sparse sul territorio dei 409 comuni calabresi: tutti dati pubblicati nei bollettini del Consiglio Regionale, e quindi fruibili a tutti. Anche qui, all’insegna della trasparenza.

https://i0.wp.com/www.meteoweb.it/images/tala2.jpg
https://i2.wp.com/www.meteoweb.it/images/tala3.jpg
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: