LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

MILAN, BERLUSCONI NON SI FERMA: “VOGLIO ROBINHO”

Posted by Peppe Caridi su 30, agosto, 2010

https://i1.wp.com/www.meteoweb.it/images/brlmil.jpg‘BORRIELLO ALLA JUVE? DECIDERA’ LUI LIBERAMENTE’ (di Paolo Cappelleri) (ANSA) – MILANO, 30 AGO – Dopo aver portato Zlatan Ibrahimovic in rossonero, Silvio Berlusconi e’ pronto a un nuovo colpo di mercato: l’attaccante del Manchester city Robinho. ”Chissa’…”, allarga le braccia il presidente del Consiglio circondato dai tifosi che lo attendevano all’uscita del ristorante dove ha cenato dopo la partita contro il Lecce, e poi aggiunge: ”Non dipende da noi, se dipendesse da noi…l’intenzione del Milan c’e”’, chiarisce Berlusconi, convinto che il brasiliano non avrebbe problemi ad adattarsi nella sua squadra. ”Dove puo’ giocare? Abbiamo tante possibilita’ e poi e’ meglio avere tre giocatori per due ruoli”, precisa Berlusconi che a questo punto sarebbe disposto a sacrificare Marco Borriello, richiesto dalla Juventus. ”Decidera’ Borriello, lui sa che c’e’ questa situazione e scegliera’ in base a cosa e’ piu’ giusto per la sua carriera”. Robinho si aggiungerebbe a Ronaldinho, Pato, Inzaghi e a Ibrahimovic in un attacco che, secondo Berlusconi, ”in un certo senso e’ il migliore che abbia avuto il Milan dopo quello con van Basten: Ronaldinho e’ il numero uno nella storia del calcio in assoluto, Pato e’ un grandissimo e Ibra – osserva – ha vinto otto dei campionati che ha giocato”. L’acquisto dello svedese ha permesso, inoltre, al premier di fare pace con la tifoseria, che negli ultimi mesi lo ha ripetutamente contestato. Fuori dal ristorante gli ultras della Curva Sud lo attendono con cori e striscioni di ringraziamento a cui Berlusconi risponde con sorrisi, strette di mano e una battuta: ”Voi gioite e vi amareggiate, ma alla fine il grano lo sgancio io”. ”Mi ero disamorato di questo Milan perche’ non mi riflettevo nella squadra che Leonardo metteva in campo – spiega Berlusconi -. Ronaldinho era troppo a sinistra e Pato troppo a destra. Poi, negli ultimi quindici minuti delle partite non avevamo mai il controllo della palla. Ancelotti e Leonardo non condividevano le idee della societa’; sono legato a loro – continua – da ottimi rapporti personali, ma non ero d’accordo con il loro modo di far giocare il Milan”. Un problema che non sussiste, invece, con il nuovo tecnico, Massimiliano Allegri, con cui Berlusconi ha cenato dopo l’esordio vincente in campionato: ”Ad Allegri ho detto che abbiamo cominciato bene e di andare avanti cosi’. Abbiamo un ottimo colloquio e l’importante – conclude il presidente del Milan – e’ che condivide le idee della societa”’.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: