LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Ibrahimovic è arrivato a Milano: “Siamo i più forti, al Milan per vincere tutto”

Posted by Peppe Caridi su 29, agosto, 2010

https://i0.wp.com/www.meteoweb.it/images/IBRA.jpgRoma, 29 ago. (Apcom) – E’ atterrato poco dopo le ore 15.30 a Linate l’aereo privato che ha riportato in Italia l’attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic. Il giocatore, che il Milan ha appena acquistato dal Barcellona, è arrivato a Milano accompagnato dal vicepresidente rossonero Adriano Galliani e dal suo procuratore Mino Raiola. “Il Milan ha fatto un grande affare”, ha detto Ibrahimovic a Sky appena sceso dall’aereo. “Sono venuto qui per vincere tutto e non me ne vado finché non ci riesco. Oggi siamo i più forti in Italia e forse nel mondo. L’attacco con Ranaldinho è Pato è fantastico, ci sono anche Borriello e Inzaghi, ma è tutta la squadra che è molto forte. Di certo c’é che i tifosi rossoneri si divertiranno molto”. Ibra torna in Italia dopo una sola, difficile stagione al Barcellona, segnata dal cattivo rapporto con l’allenatore Pep Guardiola. “Non pensavo che la situazione col ‘filosofo’ (Guardiola) fosse così grave, ma la vita è anche questa”, ha detto lo svedese. “Quando ho sentito dell’interesse del Milan mi sono molto emozionato, questo è un club come ce ne sono pochi altri. Ora finalmente sono qua e posso pensare solo a giocare. Mi dispiace non esserci stasera contro il Lecce, ho tanta voglia e motivazione, ma la squadra farà bene anche senza di me”. Ibrahimovic al Milan ha detto subito si: “Io sono sempre stato per le scelte semplici, poi era una questione fra i due club. La riunione con Galliani è stata decisiva, poi ho parlato anche con il grande presidente Silvio Berluscono, cose semplici, mi ha dato il benvenuto e invitato a cena, ma anche con l’allenatore”. Lo svedese, che ancora non ha scelto il numero della maglia, non si cura troppo della reazione dei suoi ex tifosi dell’Inter. “Hanno altre cose a cui pensare”, ha detto. “A quella maglia mi legeheranno sempre grandi ricordi, loro mi hanno dato tanto e io ho dato tanto, abbiamo vinto insieme, ma quello ora è il passato, come lo era la Juventus”. Ibrahimovic ha firmato un quadriennale. “Sono qui per restare a lungo, anche se, come abbiamo visto appena adesso, le cose nel calcio possono anche cambiare in fretta”.

Milano, 29 ago. – (Adnkronos) – “Sono molto felice dell’acquisto di Ibra, e’ un giocatore importante che tecnicamente ci da’ molto. Non voglio fare il tecnico ma credo che si sposi perfettamente con Pato e Ronaldinho. Il nostro e’ un attacco con molte bollicine, lo paragonerei con lo champagne”. Adriano Galliani e’ entusiasta dopo avere riportato in Italia Zlatan Ibrahimovic. L’amministratore delegato del Milan e l’attaccante svedese sono arrivati oggi a Linate, all’indomani della ‘fumata bianca’ nella trattativa con il Barcellona. “Con lui il Milan raggiunge il livello tecnico delle migliori d’Europa, torniamo al nostro ruolo abituale di squadra che puo’ competere con le prime, sia in Italia che a livello europeo”, sottolinea il dirigente rossonero ai microfoni di Sky. “Sono stati quattro giorni durissimi, passavo dall’euforia alla tristezza. E’ stata una trattativa molto difficile, complicata. Ma l’esperienza aiuta e i miei 25 anni di campagna acquisti sono serviti”, spiega Galliani. “Ci sono voluti tanti soldi, la cosa piu’ difficile e’ stato convincere il Barcellona al prestito gratuito per il primo anno”, prosegue il dirigente rossonero. “Io ho fatto del mio meglio e alla fine e’ stata trovata una soluzione credo buona per il Milan. Da tifoso rossonero voglio ringraziare Berlusconi che ha messo altro denaro nelle casse sociali, i nostri tifosi devono essere grati al presidente”. Il nome di Ibrahimovic e’ stato accostato gia’ diversi mesi fa al Milan: “Le operazioni vanni piu’ facilmente in porto se fatte a fari spenti, io sono stato zitto tutta l’estate e quando i tempi erano maturi ho cercato di fare l’affondo. E’ andata bene”, conclude Galliani.

Milan, 29 ago. – (Adnkronos) – “Quando ho sentito che il Milan era interessato a me, sono stato subito emozionato. Di club come il Milan non ce ne sono tanti, sono contentissimo che tutto e’ andato bene per me e e per il Milan, hanno fatto un grande affare. Sono contento di essere qui e ora posso pensare solo al calcio, mi dispiace solo che non posso giocare oggi”. Zlatan Ibrahimovic e’ giunto a Milano ed ha espresso tutta la sua soddisfazione ed emozione per l’arrivo in maglia rossonera. L’attaccante lascia il Barcellona dopo un solo anno. “Sono venuto qua per vincere -dice Ibra ai microfoni di Sky Sport 24- e sono sicuro che qui vinceremo, non lascio questa squadra finche’ non avremo vinto tutto, siamo la piu’ forte squadra in Italia e una delle piu’ forti del Mondo. Al Milan ci sono giocatori di grande esperienza che hanno vinto tutto”. I problemi tra Ibra e Guardiola sono iniziati qualche mese fa, ma lo stesso attaccante non pensava fossero cosi’ gravi. “Durante le vacanze ho pensato ai problemi ma non credevo fossero cosi’ gravi con il ‘filosofo’ Guardiola. Sono contentissimo perche’ sono qui per giocare con una delle piu’ grandi squadre del mondo”, ha spiegato lo svedese. L’idea Ibra per il Milan e’ partita da lontano. “Cosa mi ha convinto? Quello che ha fatto Galliani e poi i giocatori avevano tanta voglia di portare Ibra a Milano. Poi ho parlato con Berlusconi e con il mister, avevano grande voglia di fare tutto. Cosa mi ha detto Berlusconi? Benvenuto e mi ha invitato a cena”. Allegri ora ha a disposizione un attacco con Ibra, Pato e Ronaldinho e non solo. “Abbiamo un attacco fantastico, per il nome siamo i piu’ forti del mondo e ora dipende da noi. Oltre a Ronaldinho e Pato ci sono anche Borriello, Inzaghi e Huntelaar, attaccanti fantastici, ma tutta la squadra e’ forte”, spiega il nuovo bomber che non ha ancora scelto il numero di maglia. “Il numero non lo so, ancora non ho deciso”. Oltre a vincere il campionato Ibra vuole la Champions. “Ci penso, dove vado provo sempre a vincere, non ho avuto questa fortuna con la Champions, ma sono in un club dove hanno vinto tante volte questo trofeo e spero che lo vinciamo quest’anno e poi anche lo scudetto”. L’ex attaccante blaugrana ricorda gli anni passati all’Inter. “Ho grande memoria dell’Inter, abbiamo vinto insieme ma questo e’ passato. Sono stato anche alla Juve ed ho vinto anche li’. L’Inter sta pensando ad altre cose non a me, ma ricordero’ sempre l’Inter”. Ora Ibra si augura di restare a lungo al Milan, almeno i quattro anni di contratto. “Spero che sia lunga la storia con il Milan e spero di stare i 4 anni di contratto poi non so, spero di fare tanto, ma il calcio cambia velocemente e in 24 ore puo’ cambiare tutto. Qui ho un rapporto buono con tutti e spero di stare qua tutto il contratto. Quanti gol? Spero di farne ancora di piu’ dell’anno passato, la mia mentalita’ e’ sempre quella di crescere come giocatore”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: