LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

UDC CONTRO BOSSI: “TRAFFICANTE”. SENATUR: “VI POLVERIZZEREMO”

Posted by Peppe Caridi su 23, agosto, 2010

https://i0.wp.com/www.meteoweb.it/images/bossiunbig.jpgCENTRISTI, BOCCHINO? PREMIER APRA CRISI; NOI DETERMINANTI – (di Paola Spadari) (ANSA) – ROMA, 23 AGO – Alta tensione tra Udc e Lega. Mentre il Carroccio insiste per il ricorso alle urne (‘magari gia’ a dicembre’, ripete Umberto Bossi), indirizzando un altola’ al premier contro ogni ipotesi di nuove alleanze con i centristi, l’Udc risponde con durezza agli attacchi del senatur: ”Che Bossi, noto trafficante in banche e quote latte, insulti l’Udc – afferma in una nota la segreteria centrista – lo riteniamo molto utile per far capire agli italiani chi ostacola davvero i suoi progetti di occupazione del potere”. ”Si svegli chi ha votato questa legge sul federalismo – proseguono da Via due Macelli- che e’ solo uno spot per la Lega, e chi nel governo viene messo sempre piu’ ai margini dal Carroccio”. Una provocazione agli occhi di Bossi che ha lanciato il suo anatema elettorale contro i centristi ma anche contro Fini: si vada subito al voto – ha detto – e ”polverizzeremo tutti questi qua”; basta ”pagare dazi troppo alti” per ogni cosa che il governo intende fare subendo i condizionamenti di certi alleati che e’ meglio perdere che trovare. Meglio dunque andare ”subito al voto”. I ferri corti tra centristi e Lega non sono una novita’ : il filo conduttore della critica da tempo mossa dal partito di Casini al Pdl e’ stato proprio di essere troppo filo-leghista. E oggi il muro contro muro tra Udc e Lega chiude anche i margini per un accoglimento della proposta avanzata dal finiano Italo Bocchino a Berlusconi di allargare la maggioranza ai centristi, ai moderati del Pd e all’Api di Rutelli. E a stretto giro di posta arriva infatti la risposta di Lorenzo Cesa secondo il quale ”o Berlusconi apre la crisi o e’ solo chiacchericcio”. Il segretario centrista si chiama quindi fuori dai problemi arrecati alla maggioranza dalle divergenze tra i Fini ed il premier (riguarda gli interessanti) e ribadisce la posizione del suo partito: ”il problema dei rapporti tra la maggioranza e l’Udc, per quanto ci riguarda – dice – e’ chiaro da tempo, almeno da quando due anni fa abbiamo iniziato la nostra opposizione repubblicana in Parlamento. Il giorno in cui Berlusconi aprisse la crisi dimettendosi, valuteremo i nuovi scenari. Tutto il resto rientra nel pur legittimo chiacchiericcio estivo, ma non ci riguarda”. Quindi i centristi restano determinati nel non voler offrire alcuna stampella all’attuale maggioranza. Precondizione per qualsiasi altra ipotesi e’ l’apertura della crisi dell’attuale maggioranza che di fatto sancisce la crisi del bipolarismo. Sulla quale il partito di Casini ha puntato le sue carte da tempo. I centristi ora sanno bene di essere determinanti per il destino dell’attuale legislatura ed intendono usare questa posizione di favore per convincere gli altri partiti – sottolinea Rocco Buttiglione – che l’unica strada per uscire dalla crisi economica e politica del paese e’ quel ”governo di responsabilita’ nazionale” da tempo caldeggiato da Casini. Ferme restando le prerogative del Capo dello stato – precisa Buttiglione – nel ricercare un’altra maggioranza in parlamento- ”Abbiamo tempo fino a dicembre – dice – per spiegare e …convincere”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: