LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Sondaggi sulla situazione politica: Pdl e Lega inarrestabili, Fini inconsistente

Posted by Peppe Caridi su 23, agosto, 2010

https://i2.wp.com/www.meteoweb.it/images/mannheimer3ym4.jpgRoma, 23 AGO (Il Velino) – Buona affermazione dell’alleanza Popolo della Liberta’-Lega Nord, con maggioranza assoluta alla Camera e forse anche al Senato. In calo le quotazioni del partito di Gianfranco Fini. Male l’opposizione in generale e il Partito Democratico in particolare. Ma attenzione agli indecisi, che sono ancora circa un terzo degli elettori. Renato Mannheimer, presidente dell’Ispo, sceglie Affaritaliani.it per rivelare le sue previsioni nel caso in cui si tornasse a votare in autunno. PDL – “Devo premettere che e’ da fine luglio che non faccio sondaggi, ma la mia impressione e’ che se ci fossero elezioni anticipate l’alleanza tra Pdl e Lega otterrebbe una buona affermazione e con questa legge elettorale avrebbe certamente la maggioranza alla Camera dei Deputati. Pero’ al Senato la situazione e’ piu’ complicata, proprio perche’ l’unico alleato di Berlusconi sarebbe Bossi e’ ipotizzabile una difficolta’ del Centrodestra nel Mezzogiorno, che invece e’ molto piu’ vicino a Fini del Nord”. FINI – “Quanto al partito del presidente della Camera, Futuro e Liberta’ per l’Italia, a fine luglio era tra l’8 e il 10%. Poi un sondaggio non mio dell’8 agosto lo dava al 6%, in discesa dopo i fatti legati all’appartamento di Montecarlo. La tendenza per il Fli di Fini e’ in discesa”. E un centro con Casini e Rutelli? Il massimo che potrebbe ottenere a livello nazionale e’ il 20%, ma credo piu’ plausibile una percentuale attorno al 18%”. LEGA – “Da segnalare l’ottimo stato di salute del Carroccio. Secondo alcuni osservatori il movimento del Senatu’r veleggia nettamente sopra il 10%, secondo altri addirittura e’ oltre l’11. E non manca chi parla di cifre superiori. La forza della Lega e’ soprattutto nelle sue roccaforti, in Veneto si confermerebbe nettamente il primo partito, ma sta scendendo anche verso il Centro e nelle Regioni rosse”. SINISTRA – “Il Partito Democratico, ‘poverino’, e’ in grossa difficolta’. A differenza della Lega, che una leadership forte e riconosciuta da tutti, il problema del Pd e’ il continuo dibattito interno e il grande senso di debolezza che trasmette agli italiani. Per questo motivo il voto anticipato non conviene al Centrosinistra, che non lo vuole. La maggioranza attuale insiste per le urne perche’ non trovera’ mai piu’ un’opposizione cosi’ debole”. Primarie? “Penso che Bersani potrebbe battere Vendola, ma fare una previsione non e’ facile”. Quanto a Di Pietro, “potrebbe subire l’effetto Beppe Grillo con un travaso di voti dell’1-1,5%”. ASTENSIONE – “Infine attenzione agli indecisi, che potrebbero favorire il centro di Fini, Casini e Rutelli. Molta gente e’ infatti stanca dei partiti attuali e cerca qualcosa di nuovo. Il livello di indecisi, al momento, e’ ampiamente superiore al 20 per cento e si attesta tra il 30 e il 35. Per questo motivo, in caso di elezioni anticipate, l’astensione potrebbe essere molto alta”.

Annunci

4 Risposte to “Sondaggi sulla situazione politica: Pdl e Lega inarrestabili, Fini inconsistente”

  1. Beh… Il fatto che il movimento finiano abbia avuto una flessione negativa la dice lunga…e’ evidente il forte condizionamento della stampa sul “popolino”.
    Comunque ho sempre dei forti dubbi su questo tipo di sondaggi!

  2. Tina Belli said

    sono daccordo con massimiliano, berlusconi con la sua cricca può inventare scandali, infangare gli avversari per non perdere il suo dominio.

  3. Nick said

    Ma ci voleva Mannheimer per sparare questi quattro numeri? Ovvio che fini perda consensi è un mese che tutte le reti mediaset e i giornali della famiglia Berlusconi sparano a zero su di lui! bel paese questo; appena una persona non delirante e seria non concorda pienamente con le cose strane che accadono ai vertici più alti, prevedendo scenari futuri non proprio rosei con gli attuali amministratori, allora la si distrugge, con tutta la sua famiglia, per sempre, totale disgusto!

    • “Largo ai giovani!” è una frase che non ha senso in questo Paese. Mannheimer annaspa miseramente farfugliando numeri, appartiene al cretaceo. Beh! Berlusconi non perde tempo, usa la stessa metodologia stalinista di certi ambienti di sinistra, distruggere il blasfemo l’APOSTATA o l’eretico. Basta un solo cenno alle prime linee dei suoi “Contras” Belpietro e Feltri ed ecco uno scandalo pronto da essere sciorinato. Al resto ci pensano gli altri, che preferiscono “dire” tra le righe.
      Ho ammirato Feltri quando era direttore de l’Indipendente, una penna raffinata e sottile, proprio perchè le cose non le mandava a dire, diretto e intelligente si è distinto negli anni novanta dalla solita stampa. Oggi mi ha deluso profondamente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: