LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Reggio, clamoroso dietrofront di Raffa. Epilogo davvero vergognoso della crisi comunale

Posted by Peppe Caridi su 21, agosto, 2010

https://i0.wp.com/www.meteoweb.it/images/Reggio_calabria_palazzo_san_giorgio_facciata.jpgE’ venuto a galla il vero motivo della crisi, più volte denunciato da alcuni esponenti Pdl nei giorni scorsi: Raffa si muoveva per conto del parlamentare Nino Foti, un reggino che a Reggio nessuno conosce – I giochi sembravano ormai fatti. Scaduto l’ultimatum delle ore 19:00 di venerdì 20 agosto nel silenzio più totale da parte del sindaco f.f. Giuseppe Raffa, i consiglieri comunali del Pdl si erano dati appuntamento tutti insieme di fronte la porta della segreteria del Consiglio Comunale alle ore 08:00 di stamattina, per presentare le dimissioni che avrebbero provocato lo scioglimento del consiglio stesso e l’arrivo del commissario.
Anche il Viminale era pronto a inviare, per ricoprire questo ruolo, il prefetto Sandro Calvosa che avrebbe guidato Palazzo San Giorgio fino alle comunali previste per la prossima primavera.
Ma un’incredibile colpo di scena ha nuovamente mescolato le carte in tavola. Con un comunicato stampa inviato alle 06:10 del mattino, il sindaco f.f. Raffa ha annunciato di «prendere responsabilmente atto del positivo tentativo dell’on. Sarra, sottosegretario Regionale della Giunta Scopelliti, che ha sollecitato l’on. Nino Foti ad intervenire per scongiurare lo scioglimento del consiglio comunale di Reggio Calabria in stretto rapporto con il coordinatore regionale del Pdl on. Scopelliti».
La realtà delle cose è un pò diversa. L’on. Nino Foti, parlamentare reggino che a Reggio nessuno conosce, coordinatore Provinciale del Pdl, dopo avere scritto più volte che lui con questa crisi non c’entrava proprio nulla, ha sbugiardato sè stesso e Raffa chiedendo ieri a tarda serata un incontro con Alberto Sarra che potesse, in qualche modo, rappresentare Scopelliti e Luigi Tuccio, coordinatore comunale del Pdl.

Non è stato, quindi, Sarra a chiedere l’incontro con Foti (come dice Raffa), ma invece il contrario. Sarra e Foti si sono parlati per tutta la notte e alla luce di quanto si sono detti, Raffa ha annunciato subito dopo l’alba un dietrofront pressocchè totale. Sì, proprio lui, quel Giuseppe Raffa che, a sua volta, aveva giurato che Nino Foti non entrasse nemmeno di striscio in questo delirio, nonostante i suoi eccellenti rapporti con Pino Capua ed Irene Pivetti, guarda caso catapultati nell’ipotesi di quella che ormai si può ritenere la giunta Raffa abortita.

Raffa si è dichiarato disponibile ad azzerare totalmente la nuova Giunta che aveva presentato pochissimi giorni fa, e adesso si incontrerà con i partiti per delineare la nuova squadra che governerà Palazzo San Giorgio fino alle prossime elezioni. Da parte del Pdl e di tutti gli altri partiti della maggioranza (sia l’Udc che il Pri, principali alleati del Pdl, si sono schierati al 100% a fianco del partito di Scopelliti e Tuccio) c’è un’unica soluzione: ritornare alla Giunta di Scopelliti, rimettendo cioè al loro posto tutti gli Assessori che Raffa aveva mandato a casa appena 4 giorni fa.

Intanto Tuccio e Berna, coordinatore e vice-coordinatore del Pdl reggino, hanno deciso di «sospendere le dimissioni dei consiglieri comunali, invitando il sindaco f.f. Raffa a formalizzare, nella mattinata di lunedì 23 agosto, l’azzeramento della Giunta Comunale per convocare una necessaria riunione tra i partiti per dare luogo alla formazione della nuova squadra di governo e garantire il necessario assetto esecutivo finalizzato al rilancio dell’azione amministrativa della città».

E’ davvero burlesco e vergognoso l’epilogo di questa crisi politica reggina: è evidente che il vero regista di tutto ciò che è accaduto negli ultimi mesi era proprio il parlamentare del Pdl Nino Foti, che ne esce con le ossa rotte così come Raffa che in meno di 4 giorni ha capito, mentre da un lato sosteneva di essere in una posizione irremovibile, che il Pdl faceva sul serio e che, contestualmente, il suo potenziale esecutivo perdeva pezzi, visti gli smarcamenti di Repubblicani e Udc.
Ma quali sono gli interessi che stanno dietro questa crisi?
Si tratta delle poltrone e del potere che Nino Foti rivendica, tramite i suoi uomini (Raffa è uno di questi) all’interno del Pdl regionale. Non c’entrava più nulla ciò che accadeva in città, nè l’autonomia del Sindaco tanto richiesta da Raffa anche se non era mai mancata. Il problema era solo legato alle poltrone interne al partito, ma si è giocato vergognosamente sulla pelle di una città che è stata per ben due volte sull’orlo del commissariamento.
Molto meglio ne escono, invece, il Pdl reggino, Scopelliti, Tuccio e Berna che, lavorando in costante contatto con il coordinamento nazionale del partito, e provando in tutti i modi a salvaguardare gli interessi della Città di fronte a subdole richieste politiche, alla fine sono riusciti a evitare il peggio.

Eloquente il commento di Omar Minniti di Rifondazione Comunista: «Quella di Raffa è stata una trionfale avanzata inglese e un’indecorosa ritirata spagnola. Dopo aver paventato lo strappo col governatore regionale Scopelliti e denunciato con frasi enigmatiche il modello di “città di plastica” plasmato dallo scopellitismo, Raffa torna sui sui passi con la coda tra le gambe e si adegua agli ordini di scuderia. Azzererà la giunta-burletta varata dopo il ritiro delle dimissioni e accetterà le nomine imposte dal Pdl. Addio, quindi, anche all’ex vandeana leghista e poi soubrette metallara Irene Pivetti, che non potrà cambiare i connotati di Reggio come ha fatto con gli ospiti di “Bisturi”: forse questa è l’unica nota positiva della vicenda».

Annunci

3 Risposte to “Reggio, clamoroso dietrofront di Raffa. Epilogo davvero vergognoso della crisi comunale”

  1. maria teresa said

    E’ UNA VERGOGNA,RAFFA AVEVA DATO LE DIMISSIONI SE NE
    DOVEVA ANDARE………..

  2. ….speriamo proprio che si possa ritornare alla continuità dei fatti….con la nuova squadra che governerà Palazzo San Giorgio fino alle prossime elezioni.

  3. […] nomina di Irene Pivetti ad assessore a Reggio Calabria da parte del sindaco f.f. Giuseppe Raffa, del successivo dietrofront, delle nuove complicazioni e di come l’informazione nazionale ne ha […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: