LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Reggio: Raffa ritira le dimissioni, allontanate le ombre del commissariamento

Posted by Peppe Caridi su 17, agosto, 2010

https://i0.wp.com/www.meteoweb.it/images/Reggioalace.jpgNell’ultimo giorno utile, il sindaco f.f. fa un passo indietro ed evita alla Città l’arrivo del commissario. Questa crisi, però, è destinata a lasciare il segno all’interno del Pdl: tante ferite sono ancora aperte – Il sindaco f.f. di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, ha appena ritirato le dimissioni che aveva presentato lo scorso 29 luglio. Sono passati esattamente 20 giorni e l’esponente del Pdl ha aspettato l’ultimo giorno utile previsto dalla legge per fare un passo indietro e ha preso questa decisione dopo un lunghissimo colloquio faccia a faccia con Scopelliti in piena notte, a casa del coordinatore regionale Pdl nonchè Governatore della Calabria.
A breve, nel corso di una conferenza stampa, Raffa spiegherà la scelta, le motivazioni che l’hanno spinto a fare un passo indietro e dalle sue parole si capirà tanto sul futuro del Pdl reggino.

Proprio ieri da Roma era arrivato il “diktat” del coordinamento nazionale del partito: «Nessun rimpasto e rilancio dell’azione di governo». Nella crisi del Comune di Reggio si sono impegnati due coordinatori del Pdl, Denis Verdini e Ignazio La Russa. L’ordine è stato perentorio: ritiro delle dimissioni, continuità con l’azione della giunta-Scopelliti, nessun azzeramento della giunta e via così al meno fino a settembre. Il resto dei problemi, se esisteranno ancora, sarà poi discusso a Roma da Raffa con i tre coordinatori nazionali e il coordinatore regionale.

Proprio mentre il Viminale aveva già individuato il commissario nel prefetto Sandro Calvosa (già rappresentante del governo a Cosenza e Catanzaro), Raffa ha ceduto alla linea di Scopelliti e del suo partito ritirando e dimissioni.

Proprio Scopelliti ieri aveva detto che «il Pdl non è disponibile a creare problemi a Reggio. L’on. Verdini ha confermato a Raffa che deve ritirare le sue dimissioni e deve rilanciare l’azione amministrativa con la stessa squadra, che è stata un punto di riferimento per otto anni, per dare alla città le risposte che si aspetta. Se Raffa è un uomo di partito, come ha sempre affermato, sono certo che farà la scelta giusta mettendo la città al primo posto».

Ieri, inoltre, i consiglieri comunali del Pdl si sono riuniti al fine di individuare il percorso politico risolutivo della crisi amministrativa. Nel corso dell’incontro è stata ribadita <>«la necessità di salvaguardare l’esperienza politica e di governo del centrodestra che ha determinato il riscatto della Città dalle vecchie logiche opportunistiche e del malaffare».
Alla luce di quanto emerso i consiglieri comunali hanno dato mandato al coordinatore Luigi Tuccio, al vicario Demetrio Berna e al capogruppo in consiglio comunale Nino Nicolò di offrire al dimissionario sindaco Raffa «fiducia incondizionata nella prosecuzione delle attività amministrative, alla luce dei recenti chiarificatori incontri – occorsi tra lo stesso sindaco ed il Partito – invitandolo a revocare le dimissioni» e di ribadire quanto già affermato in occasione della conferenza stampa dei giorni scorsi, per «proseguire nel segno del mandato politico acclarato lo scorso 3 maggio in Consiglio comunale, confermando così il sostegno all’azione amministrativa e di governo della città».

Gli assessori del Comune (Paolo Anghelone, Amedeo Canale, Antonella Freno, Tilde Minasi, Pino Plutino, Michele Raso, Franco Sarica, Enzo Sidari, Seby Vecchio e Pasquale Zito), la cui attività politico amministrativa si è svolta in ossequio al documento programmatico presentato nel 2007 in Consiglio Comunale dal sindaco Giuseppe Scopelliti e in prosecuzione di quanto programmato e realizzato nel quinquennio precedente, ai fini di poter completare e concludere il mandato, ritengono «indispensabile garantire la continuità politico-programmatica in coerenza con l’attività svolta». Sono pronti, su questa linea a ribadire fiducia e collaborazione al sindaco Raffa.
«Considerato – hanno detto – che i risultati raggiunti sono frutto del collegiale e intenso lavoro di squadra e, prendendo atto della condivisione del gruppo consiliare del Pdl in Consiglio Comunale, ritengono ingiustificata qualunque ipotesi che escluda anche un solo elemento dalla giunta. Ove ciò si verificasse, siamo pronti sin da ora a dimissioni immediate e contestuali».

Insomma, pace armata all’interno del Pdl, che potrebbe leccarsi a lungo le ferite di questa crisi. Raffa ha ritirato le dimissioni, ma su che basi? Gli equilibri interni sono tornati ad essere stabili e agevoli al governo e all’amministrazione della Città? Quali sono le gerarghie del partito? E qual’è la strada che il Pdl adesso vuole seguire, in vista delle sempre più vicine elezioni comunali e provinciali da cui verrà fuori il successore dell’era-Scopelliti?

Tante domande che ancora non hanno risposta. E che in casa Pdl mettono un pò di imbarazzo e paura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: