LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

“Tamarreide”: adesso la televisione Italiana ha raggiunto il baratro

Posted by peppecaridi su 5, luglio, 2011

di Vincenzo Comi - “Tamarreide”, questo il nome del nuovo programma televisivo trasmesso dal popolare canale Mediaset “ItaliaUno” per l’estate 2011, che mette definitivamente k.o. la decenza della Tv italiana, ormai da qualche anno sempre più “calpestata”, e il rispetto per i milioni di italiani “indifesi” davanti allo schermo, che devono continuamente subire la scellerata messa in onda di trasmissioni televisive che vanno contro i più banali principi educativi e formativi, di cui i dirigenti della televisione italiana tanto si vantano. La versione italiana del “Jersey Shore” è la conferma, semmai ce ne fosse bisogno, dello squallore dei format proposti dalla Tv in chiaro e della totale mancanza di idee nel proporre trasmissioni degne dello ”essere italiano”. Come afferma il giornalista del Corriere della Sera Aldo Grasso “Tamarreide” è “tanto povero di idee quanto ricco di cattivo gusto“. E’ ora di dire basta! Ma come si fa ad arrivare a così tanta demenza ed ignoranza? Chi ha il coraggio e la forza di vedere un programma simile alzi la mano! E ancora perché si continua a proporre ed “imporre” programmi e trasmissioni che umiliano e mortificano gli italiani? La risposta dei dirigenti e ideatori della “Tv spazzatura” è la seguente: “Tv spazzatura? Il telespettatore ha libertà di scelta attraverso lo strumento del telecomando. Se determinati programmi, ritenuti trash o volgari, hanno riscosso tanto successo in termini di ascolti è perché il pubblico televisivo decide comunque di guardarli.” Certo cari dirigenti, il telecomando lo usiamo eccome, ma purtroppo lo “zapping” non termina mai, perché nella disperata ricerca del “programma intelligente” ci troviamo costretti a scegliere il “meno peggio” così da favorire gli ascolti dei format dementi come “Tamarreide”.

Nel rapporto televisione pubblico chi decide e chi è sovrano non è sempre il pubblico? Non bisogna mai sottovalutare il fatto che siamo noi, telespettatori, a decretare o meno il successo di un programma televisivo. In che modo? Scegliendo cosa guardare certo, ma se ormai il 90% dei programmi, tg compresi, rientra nella “Tv spazzatura” come facciamo a scegliere?
Forse il modo migliore sarebbe quello di spegnere il “tubo catodico”, così da risparmiare soldi e cattivi esempi. Eppure c’è anche qualche conduttore chi dice basta a tutto questo e lo fa anche in maniera plateale. Durante una puntata di “Buona o “cattiva” Domenica, Claudio Lippi, ha abbandonato in diretta lo studio ed in seguito lasciato definitivamente l’intera trasmissione, perché a suo dire troppo volgare e priva di contenuti. E se anche Claudio Lippi se ne rende conto… allora è proprio vero che la decenza della Tv italiano è totalmente K.O.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 225 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: