LA PAGINA – Peppe Caridi Live News

La pagina è il mio campo, su cui posso scrivere valorosamente; la penna il mio aratro; le parole la mia semente

Reggina: ogni domenica sterili polemiche mentre la squadra continua a crescere

Posted by peppecaridi su 5, ottobre, 2008

http://www.meteoweb.it/images/Costaaaaaa.PNGAnche stavolta intorno all’ultima partita della Reggina in campionato aleggiano polemiche inutili, stupide e assolutamente sterili mentre sarebbe certamente più serio dare spazio ai commenti tecnico/tattici su una squadra in grande crescita.
Non è, stavolta, un coro di troppo urlato dalla Sud a scatenare dubbi e perplessità, come accaduto durante Reggina-Milan.
Non è un gesto di fair-play non troppo gradito ad urtare i tifosi contro un giocatore, come nel caso di Brienza a Palermo.
Ma, in un modo o nell’altro, ogni domenica si riesce a fare polemica intorno a questa squadra. Stavolta l’argomento è quello della “location” dei tifosi Catanesi allo stadio Granillo.

Certamente è un argomento di cui non si può fare a meno di parlare: gli ultras etnei hanno ferito uno steward e causato ripetutamente degli scontri in tribuna coperta. Ma c’è modo e modo e, soprattutto, bisogna saper prendere (o non prendere) certe posizioni in base a come sono andati i fatti.

Al Granillo c’erano circa 800 catanesi, o poco meno. 500 riempivano il settore ospiti, 100 erano in tribuna coperta e 150-200 in curva Nord.

Non c’è da sorprendersi se i tifosi rossoazzurri hanno invaso tre settori dello stadio anzichè uno: lo si poteva immaginare già giovedì scorso quando il prefetto aveva deciso di assegnare solamente 500 biglietti del settore ospiti ai Catanesi.

Infatti non c’è da chiedersi come abbiano fatti da Catania a procurarsi i biglietti di curva nord: basta, una volta arrivati a Reggio, accedere ad un punto ticket one con un documento d’identità ed è possibile legalmente acquistare un tagliando in qualsiasi settore dello stadio, tanto che addirittura in gradinata (tribuna est) c’erano alcuni catanesi sparsi qui e lì e mimetizzati tra il pubblico reggino.

I tifosi Catanesi che non hanno fatto in tempo a prendere uno dei 500 biglietti previsti per il settore ospiti, che potrebbe accogliere fino a 1.100 spettatori, hanno pensato ovviamente di acquistare i tagliandi della curva nord per stare fisicamente più vicino ai colleghi della stessa bandiera, nonostante la società Reggina aveva pensato, in settimana, dopo la decisione del prefetto, di aprire la tribuna coperta ai Catanesi per evitare che decidessero di andare in curva nord poichè la convivenza sarebbe certamente stata meno complicata in tribuna che in curva.

Non ci può essere altro motivo rispetto alla decisione di Foti di accogliere i catanesi in tribuna coperta: il biglietto costava 10€, e sono stati circa un centinaio i catanesi a comprarlo. Considerando anche la quota-ospiti, è pensabile che un presidente come Lillo Foti e una società come la Reggina Calcio ingegnasse tutto questo casino per guadagnare 800 miseri € ?

E’ assolutamente impensabile.

L’errore grave sta nella decisione del prefetto di dare per il settore ospiti esclusivamente 500 biglietti, quando senza quest’assurda restrizione i tifosi ospiti sarebbero entrati tutti lì e, come l’anno scorso, la gara sarebbe trascorsa tranquilla e serena, senza disordini o ansie varie.

Invece tutti a prendersela con la società e con Foti, un pò per ignoranza (ed è quindi anche colpa dei mezzi d’informazione che non hanno chiarito bene come stanno le cose) e un pò perchè ultimamente “Lillo Foti pezzo di merda” evidentemente va di moda.
Va di moda tra chi meriterebbe un presidente come Franza, Spinelli o Matarrese.

In fondo, alla fine, nonostante la pesante e storica rivalità, Reggini e Catanesi hanno trascorso l’ora e mezza di gara convivendo sotto lo stesso tetto, quello della tribuna coperta, e anche se sono volate parole grosse e c’è stata un pò di tensione in alcuni momenti del primo tempo, comunque non è successo nulla di chè: in qualsiasi altro stadio d’Italia si sarebbe sottolineata la grande civiltà delle rispettive tifoserie.

Noi, invece di dire questo, invece di spiegare che se i catanesi erano in tre settori è colpa della decisione del prefetto di dare solo 500 tagliandi (per quale motivo, poi ? ), troviamo sempre il modo per fare polemica, per farci del male da soli: se la classifica fosse fatta in base all’autolesionismo, saremmo sicuramente in testa, sempre in testa, noi reggini.

L’errore del prefetto equivale, in quanto a incomprensibilità logica e motivazionale, alla scelta di Orlandi quando ha voluto sostituire Corradi con Ceravolo, di fatto regalando un quarto d’ora di gara agli avversari (prima di rimediare inserendo un’altra punta pesante come Rakic). Ma la squadra cresce. Gioca bene, e continuando su questa strada non potrà che ottenere la salvezza. Non ci sarà sempre un prodigioso Bizzarri tra i pali avversari.

E, soprattutto, si spera che non ci sia sempre qualcuno lì puntato sugli spilli pronto ad alzare i toni e polemizzare ad ogni scusa buona, così come si spera che non vengano più commessi errori così gravi, tanto in panchina quanto nei palazzi del potere: a volte, si sa, lasciare le cose come stanno, garantire l’ordinaria sicurezza e il controllo di sempre, è la cosa migliore per evitare danni peggiori.

Danni causato dal catastrofismo preventivo di “chissàchè”, quel catastrofismo che ha messo paura a chi doveva pensare ad altro e invece ha deciso di bloccare a 500 il numero dei biglietti per il settore ospiti, spargendo di fatto tifosi catanesi in tutto lo stadio.

E la gente se la prende con Foti!
Che c’entra Lillo ?

About these ads

8 Risposte to “Reggina: ogni domenica sterili polemiche mentre la squadra continua a crescere”

  1. Può darsi che crescendo con questo ritmo, alla penultima giornata di campionato riusciremo a vincere anche noi una partita. Ma qualcuno glielo ha spiegato a Orlandi che il ritiro è finito da un pezzo e siamo già alla sesta di campionato? Un allenatore con le “palle” non è proprio possibile averlo, vero Lillo? Sarebbe troppo chiedere un De Canio o un Cosmi. Meglio uno yes-man come Orlandi.
    Ciao. Domenico M. (www.malarablog.wordpress.com)

  2. E quando non si sbrigava a confermarlo, non si sbrigava a confermarlo :D
    E ora che è l’allenatore, fa schifo :D
    Non ci sta mai bene niente :D
    Siamo a 2 punti dalla salvezza … non vedo cosa ci sia di preoccupante!
    Ciao :)

  3. Parto dalla premessa che non ho mai condiviso la scelta di Orlandi come tecnico, neppure lo scorso anno, ma in quel caso si è dovuta fare di necessità virtù. Vabbè.
    Preciso anche che Orlandi è un gran signore, forse troppo, ma sappiamo tutti che per allenare una squadra di calcio, soprattutto in seria A, non ci vogliono gentiluomini ma gente di polso, che sappia tenere lo spogliatoio. Non caporali messi lì solo per eseguire gli ordini del comandante Foti. A costo zero, ovviamente!
    Lo sprazzo di bel gioco che si è visto col Catania non credo che giustifichi le altre disastrose 5 partite e quest’anno (almeno fino ad oggi) non possiamo neppure appigliarci agli errori arbitrali. Le statistiche dicono: vittorie 0, sconfitte 4, pareggi 2 (in casa); gol fatti 4, subiti 10. Nelle prossime quattro partite abbiamo nell’ordine: Fiorentina, Lecce, Napoli e Inter. Anche se oggi siamo a due punti dalla salvezza, qualche motivo di preoccupazione lo avrei ugualmente. Non credi? Oppure dobbiamo aspettare di essere a 8-10 punti dalla salvezza per iniziare ad avere un filino di preoccupazione?
    Certo, fino ad oggi Lillone ha avuto ragione. Ma fossi in lui non mi azzarderei a sfidare troppo la fortuna. Prima o poi la corda si spezza.
    Ciao. Domenico M. (www.malarablog.wordpress.com)

  4. Di preoccupante c’è che facciamo sempre partite (io non la guardo più da due giornate, è quel che leggo) discrete, ma SUBIAMO GOAL E NON NE SEGNAMO!
    Inutile guardare il campo quando i risultati son questi, NON C’E’ DIFESA, ogni domenica vengono commessi errori e subiamo goal. Speriamo almeno si sblocchi l’attacco!

    Comunque questa Reggina si sta impegnando talmenta tanto, nel corso degli ultimi anni, da far perdere l’interesse anche di chi la segue sin dalla c1, purtroppo!

  5. Vale, non so se ieri hai visto la partita ma Bizzarri ha fatto almeno 3 interventi miracolosi, oltre ad aver preso due traverse.
    Anche contro il Milan abbiamo preso due traverse: vedrai che non saremo sempre così sfortunati :)

    Non è vero che non c’è difesa: Valdez, Cirillo, Lanzaro, Alvarez, Santos, Giosa, Costa. Dimmi quale altra squadra medio/bassa della serie A ha giocatori migliori nel reparto arretrato.

    Domenico, quest’anno nessuno può appigliarsi agli errori arbitrali che, anche se a Chievo e col Milan ci hanno un pò sfavorito, non sono certo tartassanti come nelle ultime due stagioni.
    Ma non è vero che le altre cinque partite sono state disastrose: in casa abbiamo sempre giocato bene, e non solo ieri ma anche con Torino e Milan.

    Io ho fiducia in questo gruppo e sono convinto che anche quest’anno ci salveremo: Brienza e Barreto, che sono i giocatori più qualitativi, non sono ancora entrati in forma.
    Ciao :)

  6. No caro peppino, partita non vedo più da due giornate. La domenica sportiva di ieri ha messo in luce le occasioni della reggina, quelle sì.. le ho viste.

    Io non vedo tutta sta qualità in difesa sinceramente.. :o
    Ogni partita un paio d’errori e sempre goal, goal goal goal e goal (subiti). Non per niente quella della Reggina è la peggior difesa del campionato assieme a Cagliari e Torino. Io di pallone me ne intendo poco e niente, non sò se il problema è l’allenatore, i giocatori o chissàchi.. io guardo i fatti ed ho solo quelli da commentare, purtroppo!

    Contento Foti..

  7. Vale, non sto certo dicendo che abbiamo la miglior difesa della serie A, ma certamente non è neanche la peggiore: è alla pari delle difese di altre 7-8 squadre.
    Parlare di “peggior difesa” dopo solo tre giornate, in cui tra l’altro abbiamo incontrato alcune grandi come Roma, Milan e Palermo, può essere solo indicastivo anche perchè se è vero che abbiamo subito 10 goal come Cagliari e Torino, è anche vero che il Bologna ne ha subiti 9, la Roma, la Sampdoria, il Chievo e il Palermo ne hanno subiti 8, la Lazio e il Genoa 7: insomma, siamo lì.

    Foti è il primo tifoso della Reggina ed è contento quando arrivano i risultati e la squadra mantiene la categoria.
    Quindi quando è contento lui siamo contenti tutti, e anche quest’anno abbiamo un gruppo capace di mantenere la A, e lo continuerà a dimostrare.

  8. speriamo caro caridDi :P :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 225 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: